BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Musica e proteste, l’assessore Sorti Ravasio”Vogliamo che i giovani stiano qui, ma è difficile”

"Quanto è difficile trovare un equilibrio in questa città". L'assessore Ebe Sorti Ravasio è sconcertata dalle proteste: "Abbiamo un regolamento e abbiamo invitato i gestori di locali pubblici a rispettarlo. Molti lo fanno. Ma invitiamo anche la città a essere tollerante: se vogliamo che i nostri ragazzi non facciano chilometri per cercare opportunità di divertimento, allora dobbiamo offrirle noi".

Più informazioni su

"Quanto è difficile trovare un equilibrio in questa città". L’assessore al Commercio Ebe Sorti Ravasio è sconcertata dalle continue reazioni di protesta a ogni iniziativa serale: "Abbiamo messo a punto un regolamento e abbiamo invitato i gestori di locali pubblici a rispettarlo. Devo dire che molti lo fanno. Ma insieme abbiamo invitato la città a essere tollerante, le sere d’estate soprattutto, perchè se vogliamo che i nostri ragazzi non si facciano chilometri per cercare opportunità di divertimento, allora dobbiamo offrirle noi". Ma l’invito alla tolleranza è caduto nel nulla o quasi: "Mi riferisco in particolare alle iniziative in luoghi un po’ periferici, quelli in cui la gente non è abituata al movimento, come la Trucca appunto… quelle suscitano subito le proteste dei residenti. E dire che è bello lì, col laghetto, l’aria fresca….".
Certo, l’assessore capisce il fastidio, magari inaspettato: "Proprio per questo cerchiamo di limitare i disagi, abbiamo posto limiti d’orario alla chiusura degli eventi e ai decibel. Ma mi rendo conto che, per chi viveva nel silenzio, i concerti e la gente che si muove e chiacchiera di sera creano qualche problema. Devo anche evidenziare però che le proteste stanno diminuendo: quest’anno sono meno dell’anno scorso e dei precedenti". Un segnale positivo su entrambi i fronti: da una parte meno trasgressori alle regole, dall’altra più tolleranza e forse più sintonia con una città che vuole vivacizzarsi un po’.
Più sintonia alla vivacità vuol dire meno esposti, meno telefonate alle forze dell’ordine, meno chiamate al centralino di Palafrizzoni, che pure non sono sparite. C’è stato anche chi è andato a lamentarsi del baccano proveniente da un ristorante (al chiuso), ammettendo candidamente di passare la notte fuori da uno dei bar più "contestati" per il rumore.
Insomma, conciliare la voglia di vivacità e li desiderio di tranquillità a Bergamo non è proprio facilissimo.    

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.