BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Archiviata l’indagine per peculato a carico dell’ex comandante dei vigili

La richiesta è dello stesso pubblico ministero. Si è così conclusa nel migliore dei modi per l'ex capo della Polizia locale di Bergamo Massimo Chizzolini l'indagine avviata dalla magistratura all'inizio dell'anno sul presunto utilizzo dell'auto di servizio per scopi personali. Un'accusa di peculato che al dirigente di Palazzo Frizzoni è costata il posto.

Più informazioni su

L’inchiesta è archiviata, su richiesta dello stesso pubblico ministero. Si è conclusa nel migliore dei modi per l’ex comandante dei vigili urbani di Bergamo Massimo Chizzolini l’indagine avviata dalla magistratura all’inizio dell’anno sul presunto utilizzo improprio dell’auto di servizio per scopi personali. Un’accusa di peculato che al dirigente di Palazzo Frizzoni è costata, anche se nessuno ha mai messo ufficialmente in collegamento le due cose, il posto ai vertici della Polizia Locale (l’eredità è passata all’attuale comandante Virgilio Appiani). Non solo. Proprio perchè impelagato nell’inchiesta, pare partita da una denuncia anonima (ma di chiara provenienza interna), a Chizzolini non era poi stato assegnato il ruolo promesso alla direzione dell’istituzione per i servizi alla persona. Tant’è che ora si deve occupare di uno studio sull’aggiornamento del Piano Urbano del Traffico. Ma l’archiviazione disposta dal giudice per le indagini preliminari Giovanni Petillo sgombra il campo da tutti i problemi. Ed è facile immaginare che Chizzolini possa chiedere ai vertici del Comune che gli venga assegnata, come prevede il suo status, una direzione. C’è un piccolo problema: non c’è un incarico libero. E ciò creerà inevitabilmente qualche grattacapo a Palazzo Frizzoni.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Casoncello

    Non erano tenuti a rimuoverlo. Chi è causa del suo mal, pianga se stesso.

  2. Scritto da Marco Cimmino

    Pensa un po’ come va il mondo! Quando ce n’è uno perbene, serio, attento e scrupoloso, dopo un po’ sta sulle balle a tutti…Allora, salta fuori la solita accusa ad hoc, e lo rimuovono, salvo accorgersi che non c’entrava nulla. Com’è che mi ricorda un film che ho già visto? Non esprimo alcuna solidarietà a Chizzolini, semplicemente perchè non ne ha bisogno: l’idea del peculato era semplicemente ridicola. Ha, comunque, ottenuto il suo scopo…Bergamo non è diversa dal resto d’Italia…