BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Atalanta, inizia la settimana caldae Vieri festeggia al Twiga con Lippi

Agenda fitta per il popolo nerazzurro: giovedì la Festa della Dea, venerdì il processo per la presunta combine. Domenica sarà il giorno del raduno della squadra: dopo il saluto ai tifosi, partenza per il ritiro di Bratto. E Bobo celebra il suo 35° compleanno in Versilia: tra gli invitati c'era anche il ct.

Più informazioni su

L’agenda atalantina prevede una settimana fitta di impegni e appuntamenti. Il primo, il più divertente, è la Festa della Dea nel parcheggio esterno dell’Oriocenter. Si parte giovedì 17 e si va avanti fino al 22 tra costine, birra e incontri con i giocatori vecchi e nuovi. Quest’anno potrebbe arrivare anche Evair, l’indimenticabile centravanti brasiliano che con Caniggia costituiva una coppia esplosiva. I due potrebbero riunirsi proprio sul palco della Festa.
Per i tifosi dell’Atalanta venerdì sarà invece il giorno del giudizio: Bellini e il club (per responsabilità oggettiva) dovranno rispondere dell’accusa di presunta combine con il Livorno. La sentenza potrebbe arrivare già in giornata e potrebbe incidere sul mercato nerazzurro. In caso di squalifica di Bellini bisognerà trovare un altro terzino sinistro: Peluso dell’Albinoleffe è in cima alla lista. Il verdetto inciderà anche sull’umore della truppa che si radunerà domenica 20 luglio a Zingonia: dopo il saluto ai tifosi allo stadio, la squadra partirà per il ritiro di Bratto. Dal pomeriggio tutti al lavoro sul campo di Rovetta.
Intanto Bobo Vieri ha festeggiato il suo 35° compleanno all’esclusivo bagno Twiga di Marina di Pietrasanta: al suo fianco c’era la fidanzata Melissa Satta, tra gli invitati si è notato Marcello Lippi. Chissà che tra un brindisi e l’altro non si sia parlato anche di Nazionale,  visto che il nuovo-vecchio ct ha detto che alla maglia azzurra possono ambire tutti i giocatori italiani tra i 18 e i 40 anni. L’amicizia e la stima fra i due, sbocciate ai tempi dell’incontro-scontro alla Juve, sono più che mai solide: Marcellone potrebbe avere ancora bisogno di un Vieri all’altezza della sua fama.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.