BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Scoperto appartamento con viadosTacchi a spillo contro i poliziotti

Dopo una segnalazione la polizia ha scoperto un appartamento in via Borgo Palazzo 90 dove soggiornavano, oltre all'immigrato boliviano che l'aveva affittato, anche cinque viados brasiliani, irregolari, che hanno aggredito gli agenti a colpi di tacchi a spillo. Gli inquirenti stanno cercando di accertare se l'appartamento non fosse una base per lo sfruttamento della prostituzione.

Più informazioni su

Tutto è iniziato da una semplice segnalazione di un vicino di casa, che parlava di "continuo andirivieni di persone" all’interno dell’immobile di via Borgo Palazzo 90, non molto lontano dall’incrocio con via Maj. Arrivati sul posto i poliziotti di una volante della questura si sono però ritrovati in un appartamento dove c’erano tre viados brasiliani. Vestiti con abiti a dir poco succinti e molto probabilmente dediti alla prostituzione: i tre hanno rifiutato di fornire le loro generalità e hanno chiesto ai poliziotti di attendere il "proprietario" di casa.
Proprietario che in realtà è un boliviano, regolarmente residente in Italia, che aveva preso in affitto l’appartamento, e si è presentato sul posto con altri due viados, che si trovavano sulla sua auto. A quel punto i due agenti di polizia si sono trovati circondati dai cinque transessuali, pronti a darsi da fare per aggredirli. Tutti e cinque, infatti, hanno impugnato le loro scarpe con tacchi a spillo scagliandosi sui poliziotti, rimasti leggermente contusi. Ma in breve tempo la colluttazione è terminata anche perché due dei viados hanno pensato di darsi alla fuga, riuscendoci, lungo via Borgo Palazzo, mentre i poliziotti cercavano di calmare gli altri tre.
Il boliviano in affitto è stato denunciato per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. La posizione del titolare dell’appartamento è stata accertata: non sapeva nulla della presenza di clandestini nell’abitazione. Ai danni di un viado è invece scattato l’arresto per violazione della Bossi-Fini, altri due sono attualmente trattenuti in questura in attesa di essere portati in un Centro di permanenza temporanea.
La polizia ha avviato accertamenti per capire se l’appartamento fosse una base per lo sfruttamento della prostituzione di transessuali.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.