BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Parte a suon di manifesti la campagna elettorale

Sfondo giallo e un pizzico d'ironia. Così An innesca la campagna elettorale, puntando il dito sui problemi del traffico. Mentre l'assessore Cattaneo replica sul tema, il Pd accetta la sfida e sui muri della città affigge i riconoscimenti assegnati alla Giunta Bruni in tema di qualità della vita.

Più informazioni su

Sfondo giallo e un pizzico d’ironia. Così Alleanza nazionale innesca la campagna elettorale: con il primo di una serie di manifesti affissi in lungo e in largo per la città e dedicati alle "magagne" della Giunta Bruni. Il "capitolo uno" come lo definisce Franco Tentorio, è centrato sul traffico ed elenca una sfilza di note dolenti, "naturalmente viste da destra", della mobilità cittadina. Note dolenti che si concludono con un pungente "se sei in  auto e riesci a leggere questo manifesto vuol dire che sei in coda..".
Spiega il capogruppo di An: "Da qui alle elezioni segnaleremo quello che non va e non è andato di questa amministrazione: ci occuperemo quindi nei prossimi cartelloni di sicurezza e opere pubbliche per dirne un paio". Intanto martellano sulla mobiltà: "Tema difficile, ne siamo consapevoli. Ma pure tra le difficoltà qualcosa di positivo avrebbero potuto farlo. E invece niente. Per di più stanno progettando una città da 150 mila abitanti, che significa dire ventimila auto in più, senza le opere strutturali di supporto".
Così, via con le critiche punto su punto. Dalla Tangenziale est che "non si fa più" al "riempimento della citta di Zone 30 e Ztl". Ma l’assessore alla Mobilità Maddalena Cattaneo, replica a ogni "bastonata" respingendo le accuse al mittente. Ad esempio, se An punta il dito sulla tramvia che partirà a ottobre solo se avverrà un miracolo, l’assessore risponde che il miracolo in ogni caso l’amministrazione Bruni l’ha fatto "credendo nella tramvia, al contrario della Giunta precedente che aveva lasciato il pallino nelle sole mani della Provincai e di una Teb impantanata. E il miracolo, cioè la partenza, comnunque avverrà entro la fine dell’anno".
Sempre  a proposito di tram, in particolare sul prolungamento verso aeroporto e ospedale definito un "miraggio" dai manifesti gialli, Cattaneo spiega: "Gli studi sono stati fatti, andrebbero finanziati con la legge 211 (quella sulle tramvie appunto), ma il governo Berlusconi ha tagliato da lì 300 milioni con cui pagherà l’abolizione dell’Ici".
Tra gli altri mali sottolineati da Tentorio & co. ci sono i parcheggi periferici "semideserti anche perché mancano le navette". Qui la risposta è legata alla carenza di soldi per aumentare, come desiderato un po’ da tutti, la frequenza dei mezzi pubblici: "Vorremmo potenziarli, certo, ma in ogni caso passa una navetta ogni quarto d’ora". 
E’ già iniziata dunque una campagna elettorale che parte dai muri della città. Proprio adesso stanno spuntando i manifesti del Pd, che accetta la sfida di An e replica evidenziando i riconoscimenti che la Giunta Bruni ha ricevuto in questi anni in tema di qualità della vita.  
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.