BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

La prima demolizione artistica della Despe

Demolire con arte. Despe, azienda leader nel settore delle demolizioni, ha scelto di dar vita al primo Mandala di cemento armato: una ciminiera della Centrale Termoelettrica di Tavazzano e Montanaso (in provincia di Lodi), ?? stata decorata e poi verr?? spazzata. L???idea di questa installazione ?? dell???artista bergamasco Paolo Baraldi.

Più informazioni su

Demolire con arte. Despe, azienda di demolizioni, ha scelto di dar vita al primo Mandala di cemento armato: una ciminiera della Centrale Termoelettrica di Tavazzano e Montanaso (in provincia di Lodi), è stata meticolosamente decorata e poi verrà spazzata via dai mezzi demolitori. L’idea di questa bizzarra installazione è dell’artista bergamasco Paolo Baraldi, assegnato a Despe nell’ambito del concorso Arteimpresa di Confindustria Bergamo.

L’azienda di Torre de Roveri ha deciso di mettere in atto l’installazione all’interno del cantiere di Tavazzano e Montanaso, dove è impegnata nella bonifica di alcune zone della centrale con l’accordo del committente appaltatore, già Endesa Italia spa ed oggi  E.ON Produzione.

L’artista ha terminato ieri, mercoledì 9 luglio, di dipingere la ciminiera alta 60 metri. Ora avverrà la demolizione. L’appuntamento per l’evento è alla Centrale di Tavazzano e Montanaso, martedì 29 ore 11.00.

Il tema del concorso artistico di Confindustria quest’anno è “Tempi moderni: l’uomo e la macchina”. Il progetto di Paolo Baraldi e di Despe interpreta il tema evidenziando come la potenza distruttrice della macchina, guidata dall’uomo, possa diventare il simbolo della nuova vita, l’inizio di una nuova era, il più drastico voltare pagina. Liberare spazio dal passato per lasciarlo occupare dal futuro.

Un tema che si lega anche a quello della tutela ambientale. Infatti parte della centrale di Tavazzano e Montanaso è demolita per la volontà del committente di rinnovare l’impianto dal punto di vista ecologico. Al termine dei lavori di demolizione e nell’ambito di un ulteriore progetto di sviluppo la Centrale abbandonerà totalmente l’uso dell’olio combustibile (dal 1 gennaio 2010) per utilizzare solo gas naturale. Le aree che rimarranno libere dopo la bonifica saranno oggetto di una riqualificazione ambientale in accordo con la Provincia di Lodi e i Comuni di Tavazzano e Montanaso.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da cristel

    impara l’arte e mettila da parte……esatto! Infatti questo progetto mi sembra a dir poco GENIALE….!
    Grande Despe e grande questo neo artista Paolo Baraldi e intelligente mossa del commitente! Che bello se si vedessero più progetti così in giro!

  2. Scritto da Casoncello

    Impara l’arte e mettila da parte, recita un vecchio adagio. Valle a capire, le (trans?)avanguardie artistiche. Qui da parte c’è solo il buon gusto…