BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Cellini fa la valigia: “Voglio la serie A” Del Prato non rinnova, ?? addio

Il bomber tascabile mette da parte la modestia e saluta l'Albinoleffe: "E' tutta questione di ambizione. Sono stato bene in questi due anni e ne ho altri due di contratto. Non per fare polemica, ma il mio obiettivo ?? la massima serie". Garlini rinnova, in arrivo dalla Lucchese il giovane terzino sinistro Renzetti.

Più informazioni su

Marco Cellini saluta l’Albinoleffe. La favola è finita e lui, come altri, è alla ricerca di un miglior partito. E’ stato bello, grazie e arrivederci. Non si sa ancora di preciso dove andrà, quel che è certo è che l’attaccante ha già preparato la valigia. E non la manda a dire alla società. Intervistato da Tuttomercatoweb, il bomber tascabile risponde così a una domanda sulle prospettive celesti per la prossima stagione:  "E’ tutta questione di ambizione. Io sono stato bene in questi due anni e ne ho altri due di contratto. Non per fare polemica, ma il mio obiettivo e la mia volontà è la massima serie". 
Insomma, Cellini si sente grande e ha voglia di dimostrarlo. E’ nel mirino del Torino e soprattutto della Lazio, finora però si tratta più di fumo che arrosto. "L’ho letto anche io sui giornali, ma non ne so niente. Ovvio che mi piacerebbe molto, essendo una squadra molto ambiziosa, sono orgoglioso del loro interessamento". Cellini non si pone limiti, forte dei suoi 23 gol nel campionato di serie B. "La nazionale? Chiaro che ci penso. Ma il mio primo obiettivo è la serie A".
Per uno che va, uno che arriva: l’Albinoleffe si è assicurato Francesco Renzetti, classe 1988, emergente terzino sinistro della Lucchese (in comproprietà con il Genoa). E’ il sostituto di Federico Peluso, che ha diverse richieste da squadre di A. Intanto Ruben Garlini, 37 anni, ha firmato il rinnovo del contratto: per lui la prossima sarà la nona stagione in riva al Serio. Niente rinnovo invece per Ivan Del Prato, che non ha accettato la proposta della società, giudicata troppo striminzita: addio dunque al regista che da un decennio regge le sorti del gioco celeste. L’Albinoleffe mette in soffitta un altro pezzo di storia.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Casoncello

    Del Prato ha 40 anni, e nonostante l’eccellente tenuta atletica non può pretendere un ingaggio faraonico. Intanto ha portato alto nel firmamento calcistico il nome di Grassobbio. Fosse poco…

  2. Scritto da Farfarello

    Ormai siamo alla fiera della svendita dell’antiquariato di casa… Ma la vecchia guardia, che ha contribuito in questi anni al miracolo AlbinoLeffe più di quanto abbia fatto Her Majesty Andreoletti, non meritava maggior rispetto? Lasciano scadere il contratto dei vari Bonazzi e Del Prato promettendo loro a parole che non ci sarebbero stati problemi per il rinnovo, e poi alla resa dei conti giocano il jolly di un ingaggio ridicolo per costringerli a fare le valigie? Ma che bravo Andreoletti…