BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Aziende meccaniche aperte per ferie Mazzoleni: il mondo non si ferma ad agosto

Le chiusure per ferie delle aziende metalmeccaniche bergamasche scarseggiano? Per il presidente dei metalmeccanici di Confindustria, Carlo Mazzoleni non siamo di fronte a un segnale di ripresa: "Il fatto ?? che ormai si lavora per il mondo e il mondo non si ferma ad agosto".

Più informazioni su

Le chiusure per ferie delle aziende metalmeccaniche bergamasche scarseggiano o comunque sono ridimensionate rispetto a qualche anno fa? Per il presidente dei metalmeccanici di Confindustria Carlo Mazzoleni i motivi sono più d’uno, anche se tra questi non c’è l’atteso segnale di ripresa.
Non ci troviamo di fronte a un buon indicatore che scongiura le possibilità di crisi?
"Direi di no. L’andamento del settore metalmeccanico è ancora sottotono rispetto all’anno scorso, anche se la buona performance delle esportazioni frena il rallentamento, un rallentamento che, osservando i segnali che arrivano dalle auto, dagli elettrodomestici, ma anche dal meccanotessile, temo si acuirà nel corso dell’anno".
Nonostante questo momento difficile però non sono poche le ditte della provincia bergamasca che restano aperte per ferie: perché allora? 
"Per due motivi almeno. Per prima cosa le aziende tendono a ottimizzare lo sfruttamento degli impianti e quindi cercano di lavorare a ciclo continuo. A meno che non debbano effettuare interventi di manutenzione, come è il caso della Tenaris, che va benissimo, ma che si ferma per alcune settimane appunto per intervenire sui macchinari".
E l’altro motivo qual è?
"Lavorando molto con l’estero non possiamo permetterci di fermarci mentre il resto del mondo continua a lavorare. Una volta l’Italia si bloccava ad agosto, tutta, e quindi anche la produzione poteva chiudere i battenti. Oggi le nostre fabbriche non producono solo per gli italiani, anzi ricevono ordini soprattutto per altri Paesi che, magari anche per questioni geografiche, ad agosto non cambiano marcia e continuano a chiedere prodotti".
Richieste che non si possono posticipare soprattutto in momenti di difficoltà. E’ così?
"E’ chiaro: chi se lo può permettere di non assecondare la domanda? Ecco perché le fabbriche metalmeccaniche chiudono poco. Magari fosse perché hanno un sacco di lavoro!"

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Tuditanus

    In tutta l’Europa Occidentale le aziende che si rispettano fanno preparare due volte l’anno il piano ferie ai vari reparti.
    Da maggio a settembre l’Italia è invasa da Tedeschi, Olandesi, Belgi, Austriaci e adesso anche da Ungheresi, Slovacchi e Polacchi che si sono pianificati due o tre di settimane di ferie.
    A Bergamo si riesce a buttare in polemica anche una banalità come il piano ferie.
    Ma andate a lavorare!