BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Sciopero e treni garantiti soppressiLa rabbia di una pendolare bergamasca

Che lo sciopero dei trasporti pubblici provocasse disagi era inevitabile. Ma, come spesso accade nel nostro Paese, al peggio non c'è limite. Nel caso specifico, le Fs hanno aggiunto problemi a problemi, come si coglie chiaramente dalla lettera carica di rabbia che una rappresentante del Comitato Pendolari bergamaschi ha inviato ai vertici regionali delle Ferrovie.

Più informazioni su

Che lo sciopero dei trasporti pubblici provocasse disagi era inevitabile. Ma, come spesso accade nel nostro Paese, al peggio non c’è limite. Nel caso specifico, le Fs hanno aggiunto problemi a problemi, come si coglie chiaramente dalla lettera carica di rabbia che una rappresentante del Comitato Pendolari bergamaschi ha inviato ai vertici regionali delle Ferrovie. 

 

Ho già avuto modo di dire che l’unica cosa che Trenitalia sa fare con successo sono gli scioperi. Quelli, per le ferrovie, sono sempre un successone. Non c’è mai nessun intoppo, nessun disguido; sempre puntuali nel creare il massimo disagio ai suoi clienti. Tuttavia non intendo dilungarmi. Vorrei solo porre un semplice quesito ai dirigenti di Trenitalia e di RFI. Ci conosciamo da anni oramai….
Inutile ricordare che sono una cliente della famigerata linea Brescia/Bergamo/Lecco dove il binario unico è re, anche se, personalmente mi considero una cliente della Brescia/Bergamo/Milano; a Lecco non ho mai messo piede in vita mia!
Inutile ricordare che da anni il Comitato Pendolari Bergamaschi, oltre al raddoppio intelligente fra Rovato e Bergamo, chiede anche la riqualifica della linea in Brescia/Bergamo/Milano.
Inutile ricordare che, in caso di sciopero e durante le fasce protette, abbiamo SOLO DUE TRENI per recarci a Milano:
1. il 10466 con partenza da Brescia alle 6.13 e arrivo al Milano Porta Garibaldi alle 8.23
2. il  2618 con partenza da Brescia alle 6.41 e arrivo a Milano Centrale alle 8.45.
Egr. Ing. Martini, Gentile Dott.ssa Pianezze, vorrei semplicemente chiedervi COME MAI OGGI IL 2618 – TRENO GARANTITO IN CASO DI SCIOPERO – E’ STATO SOPPRESSO????  devo ricordarvi che per i Vs clienti della tratta Palazzolo/Bergamo/Milano è l’ultimo treno (a dir il vero anche solo il secondo, ahimè la scelta è limitata) in caso di sciopero per recarsi a Milano. Parlo di un treno che dovrei prendere a Grumello del Monte – alle 7.21.
A scanso di equivoci, in allegato riporto, dal Vostro sito, l’estratto dei treni garantiti ove è segnato regolarmente il 2618. Tale treno era anche segnato sull’unica lista affissa su un pilastro della stazione di Bergamo.
Egr. Ing. Colombo, vorrei semplicemente chiederle come mai:
1. il capo stazione di Grumello del Monte di fronte al mio stupore di vedere il treno soppresso ha dichiarato che per lui tale treno in estate non gli risultava essere garantito in caso di sciopero. Ma cosa c’entra l’estate? Stiamo scherzando vero? Siamo certi che questo signore sia un suo dipendente? In caso di sciopero sulla Brescia/Bergamo/Milano transitano solo due treni e il capostazione non sa neanche quali sono garantiti! Se fossi di buon umore potrei anche ridere, ma mi creda c’è poco da scherzare.
Egr. Ing. Martini, Gentile Ing. Pianezze vorrei semplicemente chiedervi come mai all’uffficio informazioni di Bergamo (perché ovviamente mi sono recata a Bergamo in macchina nella speranza di riuscire a prendere l’ultimo treno utile per Milano, il 10468 delle 7.52 purtroppo già partito), mi è stato detto, dall’addetta alla biglietteria, che oggi il 2618 è stato soppresso per "mancanza di materiale rotabile". Per i non addetti ai lavori con tale gergo s’intende che il treno non è mai partito da Brescia. Confermate, vero???
Ovviamente questa versione è molto più plausibile che non quella del capostazione di Grumello del Monte, anche se molto più scomoda.
Sapete dirmi che fine ha fatto il materiale rotabile del treno 2618? perché a me interessa saperlo.
Chiedo a Voi Egregi Ingegneri di Trenitalia e di RFI chi avrà la cortesia di rilasciarmi una dichiarazione che spiegherà al mio datore di lavoro il perché non ho potuto recarmi a Milano nella fascia protetta ???? In caso di sciopero ho sempre utilizzato il 2618. Perché oggi non è stato possibile?
Tale richiesta è stata fatta al capostazione di turno della stazione di Bergamo che non solo non ha voluto darmi il suo numero di matricola, non solo non ha voluto spiegare perché il 2618 oggi è stato soppresso, ne tanto meno mi ha rilascito – come richiestogli – una dichiarazione dell’accaduto invitandomi a fare una richiesta scritta a Trenitalia.
Vogliate dunque considerare la presente quale formale richiesta scritta di spiegazioni da consegnare al mio datore di lavoro.
In attesa di un Vostro cortese cenno di risposta porgo distinti saluti.

Christiane Grandin
Comitato Pendolari Bergamaschi
www.quellideltreno.com

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.