BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Zogno-Piazza: l’estate brembana punta sui 25 km della nuova ciclabile

Venticinque chilometri che sono il fiore all'occhiello di questa estate in Valbrembana: la nuova ciclabile da Zogno a Piazza Brembana già sta attirando gruppi di appassionati della bicicletta anche da fuori regione, come dimostrano alcune prenotazioni alberghiere. Prenotazioni che, se hanno lasciatoa desiderare fin qui, anche grazie al tempaccio di giugno, ora sono in netta ripresa.

Più informazioni su

Venticinque chilometri su due ruote in un percorso fresco, in mezzo alla natura e ricco di piacevoli incontri culturali, dalla casa di Arlecchino a San Giovanni Bianco alla patria dei Tasso a Cornello, fino al liberty di San Pellegrino. Venticinque chilometri che sono il fiore all’occhiello di questa estate in Valbrembana: è la nuova ciclabile da Zogno a Piazza Brembana, che già sta attirando gruppi di appassionati della bicicletta anche da fuori regione, come dimostrano alcune prenotazioni alberghiere. Prenotazioni che, se hanno lasciato a desiderare fin qui, anche grazie al tempaccio di giugno, ora sono in netta rirpesa, come conferma l’assessore al turismo della Comunità montana Silvano Gherardi: "Solitamente il clou della stagione estiva va dai primi di luglio al 25 agosto. Diciamo che già sono ottimali le richieste per il periodo compreso tra il 25 luglio e il 25 di agosto e si attendono i primi arrivi corposi proprio in questi giorni".
Quale turismo
Cosa significa parlare di attese ottimali? Dove vanno gli ospiti che scelgono la Valbrembana? Chi sono? Un quadro si può disegnare a cominciare da un dato generico: i quarantamila residenti dell’alta vallata del Brembo quadruplicano e raggiungono picchi di 150-160 mila nei momenti di boom turistico. Gli ospiti vanno soprattutto nelle seconde case che rappresentano il 94 per cento dell’offerta di posti letto: le abitazioni per vacanza sono 18.500 con 74 mila posti letto. Gli alberghi invece sono 64 con 2.250 posti letto, pari al 3 per cento del totale. Un ulteriore tre per cento di turisti trova spazio in campeggio.
Il turismo estivo parla italiano, anzi lombardo: l’area milanese e cremonese sono quelle più rappresentate nelle varie località. Gli stranieri arrivano soprattutto d’inverno per sciare, anche se qualcuno passa nei mesi caldi, e sono soprattutto tedeschi, inglesi e francesi.
Iniziative e promozioni
Tra le novità di quest’anno non  c’è solo la pista ciclabile, ma anche un tour particolare, quello nelle trincee della linea Cadorna durante la Prima Guerra Mondiale che sono state recuperate e sistemate. Si trovano al Passo Dordona (Foppolo), ai Passi Lemma e Tartano (Valleve) e ai Passi Verrobbio e Ca’ San Marco.
Proprio in questi giorni è in distribuzione in tutti i Comuni brembani un libretto che riassume tutte le manifestazioni di questa estate 2008, promozione che per la prima volta è ampliata alla città capoluogo, Bergamo. Non pochi gli appuntamenti dedicati a residenti e ospiti. Tra le più suggestive di questo mese: ad Ambria dal 10 al 19 luglio il Music Fesival, a Piazza Brembana, il 25, 26 e 27, tre giornate di Festinvalle e a Bracca la Festa dello Sport. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da sabrina

    La ciclabile della valbrembana è bellissima, ancor meglio di quella della valseriana, che però ha un grande vantaggio: tra non molto sarà collegata con una pista direttamente da Bergamo…..e con tutti i turisti che arrivano in città potrebbe diventare un’importante attrazione per l’intera valseriana. La valbrembana dovrebbe attivarsi seriamente per il collegamento con Bergamo e poter così contare su un turismo “ciclistico” dalla primavera all’autunno. PENSATECI

  2. Scritto da Marco Cimmino

    Evviva le piste ciclabili: sono sane, rilassanti e permettono di godersi, lento pede, le bellezze delle nostre valli, che non sono fatte per il turista frettoloso! Utilissime indicazioni possono venire ai pubblici amministratori dall’esperienza della provincia di Trento, che, da anni, ha puntato sui percorsi cicloturistici: val Sugana, val Rendena e val Lagarina sono percorse da centinaia di chilometri di piste attrezzate (ci sono perfino i ciclogrill…). E brài i mè gogìs!

  3. Scritto da sus.mi.

    avevo letto che la pista della val brembana era stata chiusa circa un mesetto fa, in un breve tratto, per un piccolo smottamento sul percorso. ho cercato inutilmente di sapere, nei giorni successivi, i tempi della riapertura. devo concludere che è tutto ok e che i lavori di ripristino sono conclusi? vorrei anch’io finalmente percorrerla!