BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

La polizia locale ferma uno scippatoreÈ un rom omicida e pluripregiudicato

La polizia locale di Cologno ha fermato un 38enne rom che aveva appena messo a segno uno scippo in paese. Durante la fuga l'uomo è caduto dalla moto con un complice e si è recato all'ospedale di Zingonia. Ulteriori controlli hanno permesso di accertare che l'uomo aveva precedenti per omicidio, sequestro di persona, rapina e furto.

Più informazioni su

Forse nemmeno la polizia locale, che ha lavorato tutta la sera per acciuffarlo, si sarebbe mai immaginata di essere sulle tracce di un uomo con una fedina penale interminabile, da precedenti per rapina al sequestro di persona, fino all’omicidio. Non l’avrebbe mai immaginato dato che le ricerche dell’uomo erano scattate in seguito ad uno scippo con tecnica classica.
Nella serata di venerdì la polizia locale di Cologno, agli ordini del comandante Arcangelo Di Nardo (prossimo vice a Bergamo), è stata allertata per uno scippo in paese. Due uomini, in sella ad una moto di grossa cilindrata, avevano strappato la borsetta ad una quarantenne di Cologno. Sono scattate le ricerche dei due malviventi, informando anche le altre forze dell’ordine. Per individuare la motocicletta e cercare di identificare i due in sella, la polizia locale ha visionato anche i filmati delle telecamere installate in paese. È quindi arrivata una telefonata dal pronto soccorso dell’ospedale di Zingonia, dove si era presentato poco prima un trentottenne feritosi a causa di una caduta dalla moto.
La polizia locale è arrivata in ospedale e l’uomo ha cercato di fornire false generalità. Ulteriori accertamenti hanno confermato che l’uomo è un trentottenne rom, con residenza in Italia, che più volte ha usato degli alias, almeno dodici, ed era già pregiudicato: a suo carico sentenze per omicidio, sequestro di persona (reati non commessi in Bergamasca), rapina, furto e scippo. È stato fermato e portato in caarcere a Bergamo. Era sottoposto ad un ordine di carcerazione emesso dal tribunale di Verona.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.