BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Fara, immigrato annega nell’Adda Carabiniere eroe ne salva altri tre

Un muratore albanese di 47 anni è annegato alle 16,30 di ieri nell'Adda, in territorio di Fara. Il bagnante si trovava in acqua con altre tre persone che, anch'esse in pericolo, sono state salvate da un carabiniere 31enne di Treviglio che era sulla riva a prendere il sole ed è intervenuto prontamente. Sul posto vigili del fuoco, sommozzatori e 118.

Più informazioni su

Peter Gjhka, muratore albanese di 47 anni, che viveva a Cassano, è annegato ieri alle 16,30 nell’Adda, in territorio di Fara. Altri tre bagnanti stranieri, due ragazzi e una ragazza marocchini, sono stati salvati da un carabiniere 31enne della Compagnia di Treviglio, che si trovava fuori servizio e ne aveva approfittato per andare a prendere il sole in riva al fiume. Il militare è intervenuto prontamente.
L’incidente in una zona dell’Adda che ha già provocato molte vittime negli ultimi anni: si tratta dell’ansa dell’Adda tra la passerella pedonale di attraversamento e il centro sportivo. Il recupero del cadavere era ancora in corso dopo le 19: sul posto due squadre dei vigili del fuoco, l’elicottero del 118 e una squadra dei Sommozzatori di Treviglio.
Sembra che i quattro immigrati si siano tuffati quasi in contemporanea. Ma uno di loro è finito sott’acqua, senza riuscire a risalire, forse trascinato da un mulinello. Il carabiniere 31enne di Treviglio, comprendendo il pericolo anche per gli altri, si è gettato nel fiume utilizzando due dei cinque salvagenti pubblici messi a disposizione dal Comune nella zona. È riuscito a salvare due ragazzi e una ragazza, non un quarto uomo che era il più anziano del gruppo, Peter Gjhka.
In quel punto l’acqua inganna: in apparenza sembra scorrere lenta, in realtà è spesso caratterizzata da pericolosi mulinelli. Nella zona il Comune ha messo a disposizione proprio cinque salvagenti, uno dei quali è stato utilizzato pochi giorni fa per il salvataggio d’emergenza di due bagnanti.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.