BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Emergenza rifiuti: il sindaco di Napoli in visita agli impianti della Montello

Domani, venerdì visita ufficiale di una delegazione napoletana guidata dal sindaco Rosa Russo Iervolino agli impianti di smaltimento rifiuti bresciani e bergamaschi. In particolare il gruppo campano andrà a conoscere come lavorano l'inceneritore di Brescia e l'impianto di compostaggio della Montello nell'omonimo paese orobico.

Più informazioni su

Domani, venerdì visita ufficiale di una delegazione napoletana guidata dal sindaco Rosa Russo Iervolino agli impianti di smaltimento bresciani e bergamaschi. In particolare il gruppo campano andrà a conoscere come lavorano l’inceneritore di Brescia e l’impianto di compostaggio della Montello nell’omonimo paese orobico.
La notizia è ormai ufficiale nel senso che la visita ha già un suo ruolino di marcia ben definito: in mattinata Rosa Russo Iervolino sarà nella città  "leonessa" per incontrare il presidente di A2A Renzo Capra e il sindaco Adriano Paroli. Proprio a Brescia, nell’inceneritore ben visibile lungo l’A4, si dovrebbero smaltire parte dei rifiuti campani dopo l’accordo con il presidente della Regione Roberto Formigoni.
A Montello invece il primo cittadino partenopeo giungerà nel pomeriggio per informarsi su un modello che probabilmente si vuole esportare da Bergamo in Campania. Cos’è il modello Montello? È un’industria, gestita da Roberto Sancinelli, che attualmente ricicla quasi due terzi della plastica post consumo da raccolta differenziata della Lombardia (120 mila tonnellate all’anno) e metà dell’organico sempre da raccolta differenziata della nostra regione (165 mila tonnellate all’anno). Da una parte si lavora la plastica da riciclo trasformandola in materiale per l’edilizia e dall’altra si produce biogas dal rifiuto organico e dal biogas si ricava energia elettrica e termica. Parte di questa energia viene utilizzata direttamente in azienda, parte viene venduta.
Un paio di mesi orsono a Montello erano attesi Bossi e Berlusconi, per conoscere l’impresa di smaltimento rifiuti: erano i giorni in cui si stava mettendo a punto il nuovo governo e l’appuntamento saltò, a quanto pare, per una improvvisa riunione dei vertici leghisti.    

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Casoncello

    Più che aprire gli occhi su ciò che funziona a casa d’altri, sarebbe ora che la classe dirigente meridionale abbandonasse per sempre certa mentalità da assistiti cronici. Rimboccandosi le maniche e costruendo impianti con i soldi graziosamente elargiti a spese nostre.

  2. Scritto da Roberto Trussardi

    Non si potrebbe invitare anche Formigoni e Bassolì e chiudere le porte una volta dentro tutti?