BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Saltarelli, presidente quarta Circoscrizione: sull’ascensore serve una visione d’insieme

"Manca una visione 'd'insieme, non si può procedere sempre a spizzichi e bocconi quando si affronta il tema delicato dell'accesso a Città alta". E' il commento del leghista Alessio Santarelli, presidente della quarta circoscrizione, Valtesse Monterosso, sul progetto dell'ascensore per la risalita nel cuore di Bergamo.

Più informazioni su

"Mi piacerebbe che per una volta si cercasse di costruire una visione d’insieme sull’accesso a Città alta e non se ne discutesse sempre a spizzichi e bocconi". Alessio Santarelli, presidente della quarta circoscrizione (Valtesse Monterosso) dice la sua sul progetto di risalita, sull’ascensore che da qualche giorno sta facendo discutere la città. "Parlo a titolo personale – commenta il presidente leghista – perché ancora in circoscrizione non abbiamo affrontato la questione, però da anni ci confrontiamo su questo tema e le soluzioni che avanzano ci stupiscono". Santarelli è sorpreso in primis dalla rivelazione che la Sovrintendenza non accetti una risalita all’interno della cinta muraria: "Io non ne so niente. Mi piacerebbe capire se esiste un documento che impone questa decisione oppure se si tratta di un pour parler". In ogni caso, prosegue il presidente della circoscrizione "esiste un modo per aggirare anche questo ostacolo e cioè entrando più in basso, alla base delle Mura, con un  percorso orizzontale, e arrivando comunque in Sant’Agostino. Anche perché, se davvero la Sovrintendenza intende salvaguardare le Mura, allora questo ascensore non va bene comunque perché ne offusca l’estetica, rovinando l’insieme storico".
Alessio Santarelli si dice d’accordo con i suoi colleghi lumbard sul referendum in materia, anche se evidenzia che il problema principale è legato all’assenza di un dibattito chiaro e costruttivo sul modo di accedere al cuore storico di Bergamo: "Serve uno studio globale, non una soluzione spezzettata. Perché poi da Sant’Agostino bisogna trovare un altro modo per completate la risalita. Meglio progettare tutto insieme, no?".  

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.