BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

L’informatica nei processi, Bergamo battistradaTacchini: ma manca il personale

Questione di mesi, per Bergamo un annetto, poi dovrebbe iniziare la rivoluzione dei processi civili o almeno la rivoluzione tecnologica che velocizzerà i rapporti tra gli uffici giudiziari e gli avvocati attraverso le notifiche online. "Novità importante - conferma Ettore Tacchini -, ma da sola non risolverà i problemi della giustizia italiana".

Più informazioni su

Questione di mesi, per Bergamo un annetto, poi dovrebbe iniziare la rivoluzione dei processi civili o almeno la rivoluzione tecnologica che velocizzerà i rapporti tra gli uffici giudiziari e gli avvocati ma anche gli ausiliari del giudice attraverso le notifiche online. Una novità che era già avviata in fase sperimenatele, proprio nel tribunale di Bergamo, ma la sperimentazione si era arenata per intoppi tecnico-amministrativi. Ora però mancano solo alcuni tasselli, in  particolare i decreti del ministero della Giustizia che ha messo a punto il progetto, poi a ottobre i circondari di Milano, Napoli e Catania metteranno in moto il processo civile telematico. Seguiranno dopo alcuni mesi altri circondari, tra cui quello di Brescia da cui dipende il tribunale bergamasco.
Cosa vuol dire notifiche online? Vuol dire che i dati relativi agli atti processuali verranno spediti tramite posta elettronica. Gli avvocati dovranno dotarsi di una smart card contenente la firma elettronica, così comunicheranno con gli uffici giudiziari via internet e molta carta si potrà abbandonare. 
"Un passo importante – spega Ettore Tacchini, presidente dell’Ordine degli avvocati -. Una forma intelligente di modernizzazione di un sistema ormai obsoleto. Va bene, molto bene e speriamo che funzioni presto, un annetto per Bergamo". Ma non son tuite rose e fiori, per l’avvocato Tacchini: "Non possiamo certo aspettarci da questa innovazione la soluzione di tutti i mali della giustizia italiana. Ci vuol, altro! Si possono anche fare tutti i processi telematici del mondo, ma se manca il personale, se non c’è una riforma generale del processo civile, allora non è che poi cambi molto".  

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.