• Oggi
  • Domani
  • Dopo domani
30 Settembre 2014 - Ultimo aggiornamento: 13:07
Argomento: 
Finisce 2-0
Magia di Bonaventura e diagonale di Brivio: i nerazzurri spazzano via le preoccupazioni dopo i ko delle ultime due amichevoli e schiacciano i veneti, assenti ingiustificati nella calda serata del Comunale.

L'Atalanta s'è desta
Domina il Padova
e passa il turno di Coppa

Versione stampabileSend by email

E’ stata una vera e propria passeggiata quella compiuta sabato sera sul campo del Comunale dall’Atalanta di Colantuono. Contro un Padova che si è arreso ancor prima di scendere in campo, i nerazzurri non hanno dovuto faticare più di tanto per portare a casa il passaggio del turno di Coppa con un 2-0 che non ha lasciato spazio a repliche.

La formazione bergamasca ha spazzato così lontano le preoccupazioni che nelle ultime settimane, complici i ko rimediati contro Cremonese e Chievo, avevano alzato qualche velo di preoccupazione tra addetti ai lavori e tifosi.

La prima grande sorpresa del match di Coppa è stata rappresentata da Cigarini, schierato dal 1’ un po’ a sorpresa da mister Colantuono e lasciato in campo fino alla fine del match: l’ex Napoli, in ovvio ritardo di condizione, nel primo tempo ha fatto sentire la propria presenza con quelle immancabili geometrie che sono capaci di cambiare il volto della squadra da un momento all'altro.

L’altra sorpresa di giornata il tecnico di Anzio l’ha servita con l’inedito modulo che ha visto una difesa a tre (con Lucchini preferito a Stendardo) e la coppia Moralez-Bonaventura schierata alle spalle dell’unica punta Denis.

La netta superiorità nerazzurra si è vista sin dai primissimi minuti, con l’Atalanta che ha schiacciato il Padova nella propria area. Ed è stata solo una questione di centimetri se il risultato è rimasto sullo 0-0 fino al 23’, quando Jack Bonaventura s’è inventato una splendida rovesciata che non ha lasciato scampo a Pelizzoli.

Sei giri d’orologio più tardi Brivio ha fatto il bis, ben servito da un Cazzola apparso un gran recupera-palloni ma un po’ troppo spesso pasticcione con la sfera tra i piedi.

Sul 2-0 la resa dei biancorossi è stata definitiva, tanto che al termine dei primi 45’ si ricordava una sola conclusione del Padova nello specchio della porta difesa da Consigli. Nella ripresa l’Atalanta ha continuato ad attaccare, senza però forzare più di tanto.

La gara si è così chiusa sul risultato di 2-0, con i nerazzurri promossi a pieni voti, in attesa dell’esame-Lazio che attende gli uomini di Colantuono domenica prossima per la prima di campionato.

Commenti

nino cortesi:
La Coppa Italia potrebbe essere un danno per il campionato. Finalmente si è vista la formazione titolare. E' ottima cosa giocare a 3 dietro ma devono essere 3 difensori tutti e 3 molto forti. Vedrei meglio Lucchini, Stendardo,Manfredini. Le partite di coppa le userei solo per far mettere nelle gambe minuti di gioco ai rincalzi principali e cioè a Cazzola,Raimondi, Kone, Troisi, Scozzarella, Palma, Polito. In campionato vogliamo Moralez in mezzo ad illuminare e Denis a fulminare. A proposito di Masiello l'Atalanta cosa fa? Lo aspetta?

Aggiungi un commento

Da non perdere:

Gli addii

NECROLOGIE

#BERGAMO PUBBLICA QUI LE TUE FOTO!

  • Se usi Instagram puoi pubblicare qui su Bergamonews i tuoi scatti.
  • Per farlo inserisci nel testo della foto @bergamonews e verrà inserita qui dentro automaticamente.
@bergamonews instagram