21 Dicembre 2014 - Ultimo aggiornamento: 07:10
Argomento: 
L'ex dirigente
E’ stato lui nel 1999 a consigliare a Ruggeri di puntare su un certo Giovanni Vavassori, dando il via a quella favola che ha portato sui grandi palcoscenici del calcio italiano nomi del calibro di Ivan Pelizzoli, Gianpaolo Bellini, Massimo Donati, Cristian e Damiano Zenoni e Luciano Zauri.

Atalanta in lutto,
si è spento
Franco Previtali

Versione stampabileSend by email

L’Atalanta è in lutto: si è spento Franco Previtali, lo storico dirigente nerazzurro che per oltre 40 anni ha collaborato con il club bergamasco. Chiamato per la prima volta in società da Luigi Tentorio, Previtali lasciò poco dopo l’incarico perché in contrasto con il Gruppo Masserini, per rientrare poi nel club grazie ad Achille Bortolotti come suo uomo di fiducia. Finito il rapporto con Achille, Previtali è uscito nuovamente dai vertici per poi tornare in nerazzurro con Cesare che ai tempi capì subito che per la risalita dalla serie C servivano le sue intuizioni. Intuizioni che hanno infatti regalato all’Atalanta il suo periodo di massimo splendore, arrivando persino nella storica semifinale di Coppa delle Coppe. Dopo la scomparsa di Cesare Bortolotti Previtali è rimasto ad affiancare Antonio Percassi prima e Ivan Ruggeri poi. Nel 1995, per motivi di salute, l’addio definitivo all’incarico di direttore sportivo, lasciato al nipote Nicola Radici che ha comunque continuato a seguire più o meno da vicino.

E’ stato lui nel 1999 a consigliare a Ruggeri di puntare su un certo Giovanni Vavassori, dando il via a quella favola che ha portato sui grandi palcoscenici del calcio italiano nomi del calibro di Ivan Pelizzoli, Gianpaolo Bellini, Massimo Donati, Cristian e Damiano Zenoni e Luciano Zauri.

Commenti

nino cortesi:
Era un grandissimo conoscitore di calcio, al livello di Marino per intenderci. Era anche un gran bella persona.

Marco Romano:
Un altro amico di mio padre che se ne va... Comptenza, professionalità e gentilezza merce rara nel calcio di oggi ! Sentite condoglianze alla famiglia Marco Romano

ungrande:
Franco Previtali era un grande! Appassionato ed innamorato della Dea prima ancora che fine intenditore di calcio come pochi. I suoi colpi e le sue intuizioni sono divenute pietre miliari della storia atalantina. Riposa in pace

Vincenzo Lombardi:
Ho avuto la fortuna di conoscerlo personalmente, di Lui ho il ricordo della sempre presente sigaretta accesa e il rispetto che aveva per noi fotografi, e se poteva ci aiutava nello svolgere il nostro lavoro specialmente durante il periodo del ritiro. Grande conoscitore di calcio, ricordo sono alcuni dei giocatori portati da Lui a Bergamo Stromberg,Pritz,Evair,Caniggia,Ganz,Ferron e tanti altri. Con Previtali se ne va un bel pezzo di storia dell'Atalanta. Peccato che negli ultimi anni non sia riuscito per motivi di salute a stare vicino alla società con la sua professionalità e esperienza. Che la terra ti sia lieve. Lombardi Vincenzo

NINO CASSOTTI:
DA NINO CASSOTTI-VERAMENTE ADDOLORATO, UNO DEI POCHI CON TANTI FATTI E POCHE PAROLE..CONDOGLIANZE ALLA FAMIGLIA.

Aggiungi un commento

Da non perdere:

In tempo reale