19 Dicembre 2014 - Ultimo aggiornamento: 18:53
Argomento: 
L'incontro
E' iniziata a Sarnico la tre giorni di festa in occasione della cerimonia di gemellaggio tra il comune bergamasco e quello francese di Plan de Cuques.

A Sarnico i "gemelli" di Plan de Cuques

Versione stampabileSend by email

E' iniziata a Sarnico la tre giorni di festa in occasione della cerimonia di gemellaggio tra il comune bergamasco e quello francese di Plan de Cuques.
Una unione, quella tra le due cittadine, che funziona da ormai quindici anni ( la data del primo gemellaggio risale al 1 ottobre 1994): da allora tutti gli anni le due comunità si riuniscono per qualche giorno prima a Plan de Cuques poi a Sarnico per sigillare il rinnovo dell’impegno comune.
Per il quindicesimo anniversario il primo cittadino Dometti insieme ad un’ampia delegazione di cittadini si è recato nella cittadina francese proprio nel weekend del 2,3 e 4 ottobre e ora si accinge a dare il benvenuto a una cinquantina di propri gemellati sul Sebino dal 23 al 26 ottobre.
Per loro l’amministrazione comunale ha preparato un programma ad hoc fatto di momenti conviviali, escursioni nel territorio ma anche di cerimonie ufficiali.
Per domenica 26 infatti è prevista la cerimonia vera e propria di gemellaggio: la giornata inizierà con la S.Messa alle ore 9.30 nella Chiesa nuova e proseguirà con un corteo pubblico che dalla Chiesa arriverà fino al Piazzale antistante il Municipio in Via Roma, scortato dal corpo musicale cittadino.
Qui, attorno alle ore 11, le autorità sarnicesi e quelle francesi presenzieranno alla cerimonia di alzabandiera alla quale seguiranno nell’auditorium del Municipio i discorsi ufficiali dei Sindaci di Sarnico e di Plan de Cuques.
"Il Gemellaggio –ha sottolineato Franco Dometti, primo cittadino di Sarnico- costituisce un utilissimo strumento di sensibilizzazione politica e di cooperazione tra diversi Paesi. E’ l’unione di due comunità che accolgono una prospettiva europea e stabiliscono vincoli permanenti di fraternità e cooperazione solidale. Il patto che sottoscriviamo noi in qualità di Sindaci è naturalmente sottoscritto in nome e per conto dei nostri cittadini chiamati ad essere i veri protagonisti degli scambi a tutti i livelli ed in molteplici settori. Il rapporto che ci lega a Plan de Cuques è particolarmente solido, dopo quindici anni di scambi che hanno portato parte della cultura francese sul Sebino e che hanno esportato aspetti importanti delle nostre tradizioni a Plan de Cuques".
I cinquanta francesi gemellati che sono arrivati sul Sebino sono ospitati da alcune famiglie sarnicesi, e in altri casi sono invece ospiti dell’hotel La Cocca, del Bed and Brekfast Centro Storico e dell’hotel Stazione

Da non perdere:

In tempo reale