• Oggi
  • Domani
  • Dopo domani
23 Novembre 2014 - Ultimo aggiornamento: 19:12
Argomento: 
Amministrative 2012
“Vivere Curno”, questo il nome scelto dai componenti della lista civica, si affiderà a Perlita Serra.

Vivere Curno, Perlita Serra
anti Gandolfi e Lega

Versione stampabileSend by email

Non sarà un volto nuovo a guidare la coalizione di centrosinistra che si presenterà alle prossime elezioni di Curno. “Vivere Curno”, questo il nome scelto dai componenti della lista civica, si affiderà a Perlita Serra, già assessore della Giunta Morelli e ora consigliere comunale di opposizione. Una garanzia di sobrietà e professionalità in un panorama politico come quello di Curno caratterizzato da lotte intestine che hanno riempito le pagine dei giornali negli ultimi cinque anni. Serra sarà sostenuta da Partito democratico, Italia dei Valori e da tutta l’area della Sinistra. Un mandato non vincolato dalle decisioni partitiche, ma frutto di un percorso partecipato iniziato più di un anno fa. I fondatori di Vivere Curno negli ultimi dodici mesi hanno incontrato le associazioni del territorio, il mondo del volontariato, esponenti della società civile per capire cosa e come cambiare nell’amministrazione del paese alle porte di Bergamo. Il risultato è un manifesto programmatico che verrà presentato nei prossimi giorni in cui si concentrano le idee delle oltre cinquanta persone parte attiva nel progetto. La candidatura è venuta da sé, visto che Perlita Serra è da anni impegnata nella politica curneese. Dovrà vedersela con la lista guidata dal sindaco uscente Angelo Gandolfi, che punta a una riconferma nonostante le traversie amministrative del mandato, e la Lega Nord pronta a presentare il suo candidato a breve. Tra i due litiganti il terzo gode? Solo le urne potranno dirlo, anche se è indubbio l’acceso confronto nel centrodestra non può che favorire chi sta dall’altra parte della barricata. Perlita Serra punta sulle idee: quali siano lo dirà a candidatura ufficializzata, anche per rispetto delle persone che la aiuteranno in campagna elettorale e, in caso di vittoria, nel mandato amministrativo. Nel frattempo ha lasciato la carica di presidente dell’assemblea provinciale del Partito democartco. Al suo posto il consigliere comunale di Bergamo Marco Brembilla.

Commenti

Tom Trombadilt:
ma che fine ha fatto il Cangelli !? non lo vedo in lista quota IDV, è stato trombato !?

Nella lista dei candidati presentati dalla lista "Vivere Curno" sono rispettate le quote rosa e le quote azzurre? A Bergamo il problema delle quote rosa si è posto drammaticamente, precisamente in relazione all'abbandono, da parte della dott.ssa Serra, della carica di presidente (presidentessa) dell'Assemblea. L'ipotesi di una successione di "genere" maschile ("genere" = quel che una volta si diceva sesso) ha sollevato un putiferio. E' possibile che a Curno il problema si riproponga, magari di segno contrario? Suggerirei (se posso) alle "persone di genere maschile" (= maschi) della lista "Vivere Curno" di sottoscrivere un documento attestante l'impegno a non far rivendicazioni di "genere".

Pluto:
Aristide... pensa alle quote rosa nel consiglio comunale e nella giunta del tuo Comune (Trezzo d'Adda) e non alle questioni di Curno. Tu con Curno non hai nulla a che fare perché' non voti qui, perciò' vai a fare la maestrina bla bla bla a casa tua. Ne abbiamo piena l'anima degli insulti di cui ci gratifichi. Scio scio.

Fiocco rosa:
Perchè non pensa alla sua di lista? Ora, se non esiste il problema delle quote rosa poni quello delle quote azzurre? Nei 13 in consiglio eletti col gandolfi ci sono 3 quote rosa (Donizetti, Trabucchi, Carrara) e 10 azzurre. In giunta sono 2 su 7 Che fine han fatto le 4 rosa mancanti? e i due assessori rosa mancanti? C'è anche un assessore alle pari opportunità: Tal Carrara Ma nei fatti? E sopratutto.. Mi gira gli estremi della battaglia che lei ha fatto per riequilibrare le quote gandolfi? Grazie mille per la sollecita risposta, in mancanza della quale trarrò, su quanto scrive, un giudizio definitivo.

Lei scrive con toni accesi, io risponderò con toni garbati. Non ho liste proprie. Sono contrario alle quote rosa, alle quote azzurre e alle quote fucsia. Se fossi donna, approfondirei gli argomenti portati da Camille Paglia, femminista storica, contro una visione delle cose, in particolare per quanto riguarda il mondo delle donne, improntata all'etica protestante del capitalismo. Non essendo donna, sono rimasto fermo a una lettura giovanile: M. Young, 'The rise of the meritocracy'. Credo nell'intelligenza, nella cultura e nell'onestà (anzi, nell'onore), sono indifferente alle questioni di sesso (pardon, genere!), razza, religione ecc. Sono per la razionalità, contro l'esoterismo totalitario.

Ma chi è costui? Il Grande Inquisitore di Dostoevskij? Un piccolo attaccabrighe di Curno? In ogni caso, non facciamoci ingannare, non è della c.d. sinistra, anche se voleva passare per uno o una di quell'area. Le persone della c.d. sinistra (si dice "persone" per non dire "uomini", che potrebbe suonare maschilista: così ho appreso leggendo un libro americano) una volta tanto potrebbero esprimermi gratitudine, per aver sgombrato il campo dagli equivoci.

Tom Trombadil:
Vorrei sapere che fine a fatto la signora Morelli, ci sarà in lista oppure no ? sento delle strane voci in giro.

Trombagand:
Chiamala. Il numero è sull'elenco. STRANE IN CHE SENSO? L'ho incontrata pochi giorni fa e mi sembrava normale e in forma.

Avanti Perlita:
Solo un commento. Plaudo alla candidatura di Perlita che però, per come la conosco, faccio fatica a definire anti questo o anti quello. Perlita è donna coraggiosa e tosta, la sua storia personale parla chiaro, ha dovuto imparare ad arrangiarsi da sola dall'oggi al domani. Le movenze da gentildonna un pochino agé non ingannino. E' forse la persona più determinata che io conosca. Con la squadra giusta farà molto bene. Stiano tranquilli anche gli amici "moderati" o "conservatori" che scrivono. Per quel che so Perlita non è mai stata comunista. E certo non lo è oggi. Poi i 10 anni trascorsi in amministrazione (anche gli ultimi 5, anzi sopratutto questi) l'hanno messa nella giusta traiettoria.

Pagine

Aggiungi un commento

Da non perdere:

Gli addii

NECROLOGIE

#BERGAMO PUBBLICA QUI LE TUE FOTO!

  • Se usi Instagram puoi pubblicare qui su Bergamonews i tuoi scatti.
  • Per farlo inserisci nel testo della foto @bergamonews e verrà inserita qui dentro automaticamente.
@bergamonews instagram