• Oggi
  • Domani
  • Dopo domani
22 Luglio 2014 - Ultimo aggiornamento: 21:26
Argomento: 
Curno
Il matrimonio tra Angelo Gandolfi e il Popolo della Libertà è finito. L’ex sindaco di Curno non potrà contare sul sostegno del partito alle prossime elezioni amministrative.

Il Pdl scarica Gandolfi
Nuova lista all'orizzonte?

Versione stampabileSend by email

Il matrimonio tra Angelo Gandolfi e il Popolo della Libertà è finito. L’ex sindaco di Curno non potrà contare sul sostegno del partito alle prossime elezioni amministrative. Una défaillance determinante nello scacchiere che si sta delineando nel Comune alle porte della città in vista della chiamata alle urne. Il divorzio non è stato ancora ufficializzato, anche se il rapporto è ormai irrecuperabile a pochi giorni dalla presentazione ufficiale delle liste. Fino a pochi giorni fa non sembravano esserci problemi, Gandolfi era pronto a correre con il sostegno degli uomini del partito che mai l’hanno abbandonato negli ultimi cinque anni di amministrazione. Qualcosa è cambiato dopo le dimissioni in massa che hanno portato alla caduta anticipata del Consiglio comunale. Il Pdl ha accusato la prima spaccatura ufficiale con la decisione di Fausto Corti e dell’assessore Giovanni Locatelli affossare la maggioranza (i due erano da tempo in rotta con il primo cittadino) e schierarsi al fianco della Lega Nord con il candidato Claudio Corti, ex campione di ciclismo. Anche l’altra ala del Pdl ha poi deciso di non appoggiare più l’ex primo cittadino. Che presenterà comunque una sua lista per cercare la riconferma. Non è ancora chiaro se invece il Pdl proverà a presentare un suo candidato oppure cercherà il dialogo con la lista “Claudio Corti sindaco”. Il Carroccio e “Curno oltre” non sembrano essere molto disposti a trovare l’intesa dopo la guerra che si è consumata negli ultimi due anni a suon di arringhe in Consiglio comunale, volantini e blog. “Vivere Curno” sta a guardare, consapevole che più il centrodestra spaccato, più aumentano le possibilità di vittoria. Ne vedremo delle belle.

Commenti

Il Conte di Mon...:
La redazione avrebbe dovuto scrivere che non è ancora chiaro se, invece, UNA PARTE DEL PDL di Curno proverà a presentare un suo candidato sindaco oppure cercherà il dialogo con la lista "Claudio Corti sindaco", appoggiato dalla lista civica Curno Oltre (costituita da persone riferite al PdL e al centro destra in genere) e dalla Lega nord. Come noto infatti la segreteria provinciale non attribuirà il simbolo del PdL a nessuno per questa tornata elettorale.

Respingimenti totali:
Caro conte di Montecristo. Nessun Dialogo. Lo abbiamo scritto chiaro e tondo su un volantino con le foto. Niente di niente. Ma non solo oggi, nemmeno dopo. Non voglio sentire cose tipo assessorati esterni, posti in commissione, ecc. ecc. Chi sbaglia paga. E i cocci sono Suoi. Messaggio chiaro anche per i nostri. Porta chiusa. ma stiamo scherzando? Imbarcare gente che ci ha crocefisso fino a ieri e che se avessimo vacillato un attimo, ricordiamolo bene, ci avrebbero spinto da basso (politicamente) nel burrone?. Niet Si va avanti così. tanto sarà una bella lotta. Niente zavorre. via

Carlo:
Niente dialogo, la Lega Nord e Curno Oltre non vogliono dialogare e nemmeno prendere un caffè con quella parte del PDL che fino ad ieri ha sostenuto il peggior sindaco del dopoguerra. Grazie, rispediamo al mittente...!!

Fabio:
nessun dialogo con questa gente, nessun dialogo con chi ha votato a favore dell'eco-mostro...!! a casa grazie..!!

Pagine

Aggiungi un commento

Da non perdere:

Gli addii

#BERGAMO PUBBLICA QUI LE TUE FOTO!

  • Se usi Instagram puoi pubblicare qui su Bergamonews i tuoi scatti.
  • Per farlo inserisci nel testo della foto @bergamonews e verrà inserita qui dentro automaticamente.
@bergamonews instagram