22 Dicembre 2014 - Ultimo aggiornamento: 17:38
Argomento: 
Gli atti
Secondo gli atti sequestrati ed esaminati dai carabinieri del Noe di Roma con i soldi del Carroccio veniva pagato l'affitto di casa dell'ex ministro di Bergamo.

Casa Calderoli a Roma:
"La Lega pagava l'affitto"

Versione stampabileSend by email

Un altro affondo per un esponente di spicco della Lega Nord. Stavolta in ballo viene tirato l'ex ministro di Bergamo Roberto Calderoli, triumviro attualmente alla guida del movimento.

Secondo gli atti sequestrati ed esaminati dai carabinieri del Noe di Roma con i soldi del Carroccio veniva pagato l'affitto di casa dell'ex ministro. A quanto si è appreso, veniva pagato un fitto di 2.200 euro mensili per un appartamento in via Ugo Bassi al Gianicolo.

Un altro fronte lo apre il deputato leghista Gianluca Pini che mette nel mirino l'ex capogruppo alla Camera Marco Reguzzoni (fedelissimo bossiano): "Quando scopro che il mio ex capogruppo ha speso in un anno 90mila euro con la carta di credito del gruppo qualcuno mi deve giustificare come cavolo son stati spesi". "La certificazione del bilancio - continua Pini - non va ad analizzare ogni singola pezza giustificativa. Il problema vero è dare una risposta seria a quello che si è evidenziato come un malcostume diffusissimo. Che non è solo sul finanziamento pubblico legato ai rimborsi elettorali: è anche sull'utilizzo che ne fanno i gruppi parlamentari".

Commenti

Lumbard semplif...:
SSSSS ancora un tantino di pazienza e anche Rugantino farà le valigie è solo questione di poco, penso che il bello deve ancora arrivare!! ah lo sapete che ora tutti sono diventati maroniani nelle fila della lega locale?? e cosa non può fare la paura di perdere qualche poltrona e in particolare la paghetta mensile senza muovere foglia.

maipiulega:
Bossi: ”Non c’era un reato. Un partito può benissimo buttare i soldi dalla finestra, non è comunque un reato”. Cosa pretendere dai legaioli se gia' il loro capo ragiona in questo modo. In un momento dove imprenditori si suicidano perche' lo stato non li paga in tempo per pagare i salari ai loro dipendenti, una miriade di famiglie fatica ad arrivare a fine mese, un'intera generazione è costretta al precariato perenne, questi della lega nei comuni tagliano sul sociale a piu' non posso (asili nido, disabili, assistenze sociali, etc.) dall'altra investono in diamanti, gioielli, auto di lusso, e poi ai soldi pubblici (NOSTRI!) che han preso come rimborsi elettorali vorrebbero sputarci sopra?!?

arpaleni:
premesso che i soldi che questa bella gente butta dalla finestra sono soldi nostri e non soldi guadagnati svolgendo una qualsiasi attività, cosa del resto impensabile per simili parassiti il cui unico scopo è quello di fare la bella vita alle nostre spalle, è incredibile che costui si permetta simili affermazioni. Ma la cosa ancora più incredibile è che ci sia ancora qualcuno che lo considera, lui e i suoi accoliti, il simbolo di un partito.

nino cortesi:
Il già truffaldino finanziamento pubblico sostituito dal truffaldino rimborso elettorale e per di più truffaldinamente usato ad USO PRIVATO. Ladèr! Prima dicevano " non so chi mi ha pagato la casa" ora dicono "è il partito che mi paga " oppure "qualcuno ha strizzato la mia carta". Ma andate a c................. voi e chi vi dà il voto.

gianni:
non mi sorprende nulla di tutto cio',continuo a pensare che il peggio deve ancora uscire: credo che solo con una precisa norma sia possibile limitare i danni dei malfattori che ci amministrano chissa' perche' sempre "in rosso". 2 legislature e a casa, nessun denaro contante a loro disposizione, un conto controllabile, e pena la confisca di tutti i beni precedentemente dichiarati in caso di corruzione,ecc. non mi si dica che stato di polizia tributaria perche' cio' vale per molti di noi ogni fine mese! se poi sono della lega che cantavano il ladrocinio degli altri le pene devono essere piu' severe e senza sconti! calderoli dice di avere lavorato molto?si a cuneo dall'amante con aereo di stato

w l'italia:
dovrebbe pagare coi soldi della lega anche la scorta che staziona giorno e notte fuori di casa sua, e invece quella gliela paghiamo noi !!! (circa 3000 € al giorno)

daniela:
Mi sembra strano che ci siano ancora e andrò a verificare. Ma se così fosse dovremmo davvero capire se è legittimo che uno, solo perchè è un ex ministro, ha diritto ad avere la casa piantonata (che già la dice lunga sul rapporto tra politica e cittadini:che, si devono difendere da chi in teoria dovrebbero rappresentare??). Ce la prendiamo tanto con il finanziamento ai partiti, che tutto sommato dovrebbe essere una garanzia di pluralismo, e buttiamo via i nostri soldi per pagare dei polizziotti a far la guardia a dei signori così? 'sta cosa proprio non mi va giù

Aggiungi un commento

Da non perdere:

In tempo reale