• Oggi
  • Domani
  • Dopo domani
30 Agosto 2014 - Ultimo aggiornamento: 11:51
Argomento: 
Spending review
Arriva la scure della spending review sul pubblico impiego, con una serie di misure che hanno come obiettivo quello di distribuire in modo migliore le risorse disponibili, nell’ottica dell’efficienza e del buon andamento dell’azione amministrativa.

Addio al posto fisso
per i dipendenti statali
E’ giusto? Di' la tua

Versione stampabileSend by email

Arriva la scure della spending review sul pubblico impiego, con una serie di misure che hanno come obiettivo quello di distribuire in modo migliore le risorse disponibili, nell’ottica dell’efficienza e del buon andamento dell’azione amministrativa. Interventi sul parco auto, incarichi dirigenziali, disciplina dei buoni pasto, ferie e riposi spettanti al personale statale, insieme al sistema di pagamento dei cedolini. Non esisterà più il binomio fortemente radicato nel nostro Paese del “posto statale uguale posto fisso”. I punti principali riguardano la riduzione dello stipendio, con l’80% della busta paga base senza straordinari e indennità, fino ad arrivare, dopo 2 anni, anche al licenziamento, sempre che, a differenza del lavoro privato, il dipendente pubblico avrà trovato un altro impiego. Ma la cura dimagrante imposta dalla spending review si vedrà già a fine ottobre, quando ci sarà una riduzione complessiva della pianta organica dei ministeri e degli enti pubblici non economici del 20% per i dirigenti e del 10% per tutti gli altri dipendenti, ma con livelli diversi a seconda delle singole amministrazioni. Il secondo strumento è la mobilità dei lavoratori nel pubblico impiego. Volendo fare il punto sulle altre novità introdotte dal testo sulla spending review, si segnalano quelle sui buoni pasto che sono ridotti al valore di 7 euro, cessando di avere applicazione a partire dal 1 ottobre 2012.

Commenti

Sono sempre stato un aperto sostenitore del principale sindacato italiano, ma sui dipendenti pubblici i sindacati dovrebbero mordersi la lingua per un buon 50 anni Lavoro come consulente (non dirigenziale ma estremamente operativo) in una PA, descrivere gli sprechi e le inefficienze di un ente pubblico sarebbe impossibile in poche righe (ma avrei materiale per intere stagioni di Report). I sindacati sostengono sempre che bisogna valorizzare le risorse interne e ridurre le consulenze, peccato che quando questo viene fatto i dipendenti pubblici che devono prendere in carico nuove attività si lamentano e bloccano tutto, anche quando i consulenti fanno lo stesso (e meglio) con 1/10 dell'organico

daniela:
Non so se nel privato funziona uguale.Ma è pur vero che nel pubblico,purtoppo,possono continuare a navigare lavoratori,a tutti i livelli,che si trastullano.E questa è una vergogna.E temo sia vero che la salvaguardia a prescindere del posto di lavoro per noi non è certo un incentivo a guadagnarsi lo stipendio con dignità E vale anche il contrario:chi ci mette l'anima è trattato allo stesso modo dei colleghi di cui sopra.Temo però che la manovra in questione non andrà a toccare vecchie logiche "di mercato"(voto/tessera).E questo mi fa rabbia.Non è facile gestire una macchina tanto grande quanto il sistema del servizio pubblico,ma non vedo ancora soluzioni radicali e costrutive al riguardo

maria:
altro che che è giustot!!basta pagare dirigenti dipendenti fanulloni.che danneggiano anche chi fa il proprio lavoro.stiamo livellando tutto verso il basso. meno faccio meglio è ..il collega lavora,fa il proprio dovere.. viene boicottato perche è onesto..basta pagare imboscati raccomandati io sono incazzatissima.prova vai in ospedale non fanno l igene non ti cambiano le lenzuola sporche .se hai il parente vai bene altrimenti.. non si deve ridurre la degenza ai malati per salvare il posto ai lazzaroni si devono ridurre gli sprechi gente che gira a vuoto.vassoi pasto interi buttati perche sbagliano comande,gente che gira con il telefonino mentre lavora dove sono i dirigenti? e i sindacati

JJ:
finalmente i dipendenti pubblici saranno uguali a quelli privati. non ho mai capito perchè dovessere essere immuni dai tagli . nella pubblica amministrazione sembra che il computer non sia mai arrivato ad esempio. più è snella la macchina statale e più risorse rimangono per far crescere l' economia sana secondo regole di mercato.

Piripippo:
Per avere un'economia sana bisogna avere una classe dirigente diversa,qui in Italia le leggi del mercato non valgono,il prezzo delle arance non cala mai,per non rischiare di aumentare l'offerta le arance si distruggono,il consumo di benzina è calato del 30% no problem,il prezzo resta alto,si chiudono le raffinerie e si mette il personale in cassa integrazione.Adesso si mettono in contrapposizione dipendenti privati e pubblici, per portarli alla pari non si tutelano di più i primi,si abbassano le tutele ai secondi.Prossimo step niente mutua ai dipendenti privati che così quando la toglieranno anche a quelli pubblici saranno contenti.Che tristezza vedere come si è ridotta tanta povera gente.

Piripippo:
La crisi continua, privati e banche vanno sul sicuro: è di nuovo corsa all’oro.Da oltre un anno le richieste da parte di privati salgono ogni mese del 30 per cento e negli ultimi tempi si sta registrando un'ulteriore accelerazione. In crescita esponenziale anche la domanda che arriva dalle banche, salita negli ultimi due anni del 200 per cento.Questo è il titolo di un articolo su "IL FATTO QUOTIDIANO" ho l'impressione che non parli di lavoratori dipendenti statali o privati Intanto che c'é chi continua ad evadere e ad arricchirsi di passo in passo continua la discesa del nostro stato, saremo ridotti peggio del terzo mondo sia dipendenti pubblici che privati.Ritornerà lo jus primae noctis

fabio:
quando sono scappati i buoi si chiudono le stalle anche senza essere un cervello mettiamo dai politici ai manager a 1,100 come gli operai che hanno la fortuna di lavorare e abbiamo gia risanato i debiti xero e anche ora di finirla di prendersela con gli statali

Junior:
Non devono più esistere sindacati del pubblico impiego , hanno fatto (con i politici) dei danni incalcolabili . I sindacati devono essere trasversali senza contratti specifici.

lamagraz:
Pensare che spesso nemmeno alcuni provvedimenti e condanne della Magistratura riescono a togliere pluricariche a politici vari impegnati su molteplici sponde a tenersi stretti incarichi e poltrone a costi che manderebbero avanti migliaia di scuole, ora battiamo le mani a chi nemmeno sa che sovente alcuni dipendenti impegnati con il pubblico a 1100 euro al mese faticano a trovare tempo per un bisogno fisico e che sembrano essere la causa del male italiano. Bhè io quelle mani non le batto, credo ci siano strade migliori che accanirsi con i più deboli!

Enzo:
Quelle persone serie , lavoratori del pubblico impiego non possono e non devono fare da scudo per chi non lo è. Credo sia anche contrario ai loro interessi. Ci sono anche persone serie che lavorano magari alacremente ad attività burocratiche che possono essere evitate , purtroppo non ce lo possiamo più permettere, questi costi improduttivi pesano troppo sull'apparato produttivo : in questo momento mi sembra evidente.

Pagine

Aggiungi un commento

Da non perdere:

Gli addii

NECROLOGIE

#BERGAMO PUBBLICA QUI LE TUE FOTO!

  • Se usi Instagram puoi pubblicare qui su Bergamonews i tuoi scatti.
  • Per farlo inserisci nel testo della foto @bergamonews e verrà inserita qui dentro automaticamente.
@bergamonews instagram