22 Dicembre 2014 - Ultimo aggiornamento: 01:18
Argomento: 
Milano
Secondo il ministro non esiste un allarme razzismo e ci sono molte montature

Maroni parte civile contro la donna somala

Versione stampabileSend by email

Il ministero dell'Interno si è costituito parte civile per «tutelare il buon nome delle forze dell'ordine che hanno seguito con rigore le regole e sono state accusate ingiustamente». Lo ha detto Roberto Maroni ieri, domenica 5 ottobre,  parlando a Milano alla festa del Pdl in relazione all'episodio della donna Somala che aveva denunciato di essere stata maltrattata e umiliata dalla polizia all'aeroporto romano di Ciampino. «Non credo ci sia un'emergenza razzismo - ha detto il ministro - sono episodi che vanno colpiti e saranno colpiti. Ma ci sono anche montature, come quella della donna somala, che vanno colpite allo stesso modo».

Da non perdere:

In tempo reale