20 Dicembre 2014 - Ultimo aggiornamento: 01:21
Argomento: 
Economia
Il Presidente del Consiglio Mario Monti: "La fine del tunnel sta cominciando a illuminarsi e ci stiamo avvicinando alla fine di questo tunnel". L'Istat intanto rende noto i dati sulla disoccupazione: a giugno nel nostro Paese è al 10,8%, mai così alta dal 2004. Di fronte a questo quadro economico, il Presidente del Consiglio ha ragione oppure no sulla fine della crisi economica?

Monti ottimista:
"Fine del tunnel vicina"
Per te ha ragione?

Versione stampabileSend by email

“La fine del tunnel si avvicina”. La frase è del Presidente del Consiglio Mario Monti che martedì 31 luglio ai microfoni di “Radio Angh’io” sulla Rai ha voluto fare il punto della situazione prima di partire per iniziare un giro di incontro con alcuni leader europei. Il tunnel è la pesante crisi economica iniziata nell’agosto 2008. Voce pacata, stile sobrio, concetti semplici.

"Stanno succedendo due cose – afferma Monti - la fine del tunnel sta cominciando a illuminarsi e ci stiamo avvicinando alla fine di questo tunnel". "Anche se – aggiunge subito il senatore a vita - gli esami non finiscono mai". Poi spiega che "la Germania resta un punto di riferimento essenziale".

L’orizzonte di Monti poi si allarga. Per salvare l’euro rimarca che "la chiave di volta è spingere tutti per l'applicazione senza ritardi e senza ritorni indietro delle decisioni prese dal Consiglio europeo di fine giugno".

Se l’Europa è al centro degli impegni settimanali di Monti, il Presidente del Consiglio non dimentica la politica italiana e si appella ai partiti perché evitino "la rissa permanente" e approvino presto una nuova legge elettorale prima del voto. In merito al Governo, Monti ricorda gli impegni e le decisioni prese: "Se gli esami non finiscono mai, figuriamoci i compiti, ma siamo molto avanti nel fare ciò che ci eravamo ripromessi".

La telefonata di Monti punta a rassicurare il Paese e l’Europa, ma a pochi minuti dalle dichiarazioni del presidente del Consiglio, l'Istat ha reso noto il numero dei disoccupati è di 2 milioni 792 mila nel mese di giugno. La disoccupazione nel nostro Paese è al 10,8%, il dato più alto dalle serie storiche mensili, vale a dire dal primo gennaio 2004.

Commenti

La verità fa male:
Devo una precisazione a GINGER, al quale faccio i complimenti per la sua competenza in materia bancaria. Il giochino recessivo che ho descritto, in attesa della "soluzione finale" (l'acquisto diretto di titoli da parte della B.C.E.) può essere rallentato con due semplici provvedimenti a costo zero 1) il primo è quello che proponeva lei, separare nettamente le banche di affari da quelle tradizionali, in modo da confinare in un recinto gli speculatori nel quale agiranno a loro esclusivo rischio 2) Monti dovrebbe usare la sua credibilità dicendo ai risparmiatori italiani: per chi di voi crede in un futuro calo dello spread, il BTP decennale al 6-6,5% è un buon investimento

Giuseppe:
Grazie a Monti alla Grecia e alla Spagna, siamo giunti alla canzone "Final Countdown-Europe" ahahahahahaha!!!!! me lo auguro veramente out out out!!!!!!!

Miriam:
Il giochino di bossi e berlusconi è quello di cercare di far credere ai soliti gonzi che il cerino sia rimasto in mano all'ottimo Monti. Leggendo alcuni commenti, i gonzi che ci credono sono numerosi. Sono sempre quelli che guardano il dito quando gli indichi la luna.

wow:
gonzi o non gonzi,la legge dei numeri non la si può cambiare,in questi otto mesi tutto è aumentato,dal debito pubblico,allo spread ,alle tasse,il resto è fuffa,come quello che dice che stiamo andando meglio....non si è mai visto andare meglio uno che stava peggio di quando eravamo al collasso......altro non c'è da dire

NN:
C'è da dire dell'altro, eccome: ad esempio che è falso che lo spread è aumentato, visto che monti è partito da quasi 600 e adesso siamo sotto i 450.

wow:
si,siamo sotto i 450 solo perchè ha parlato il presidente della bce,2 giorni prima eravamo a 580,si rende conto?lo spread non guarda l'andamento dell'economia o degli sforzi di un paese,ma quello che dice una persona sola,chissa cosa sarebbe successo se draghi faceva un discorso pessimistico.sfondavamo i 700?,è chiaro che con berlusconi il presidente dela bce non ha mai avuto parole tenere,per quello eravamo a 600.come ho detto prima,è solo fumo negli occhi,ma eravamo davvero al default?e dire che andiamo bene quando nella realtà abbiamo peggiorato in tutto...bohhhhhh

Damiano:
Ma guardi che siamo tutti contenti se Monti ha ragione: "Fine del tunnel vicina". Chi è quello sciagurato che non sarebbe contento? Ma lei gli crede? Sono affermazioni che gli hanno messo in bocca bossi e berlusconi, o è Monti deliberatamente a dirlo in giro?

mahhh:
debito-pil aumentato al 123%,debito pubblico con forte impennata negli ultimi 8 mesi,spread uguale all'anno scorso,e miracolosamente monti dice che stiamo uscendo dal tunnel,mentre con debito-pil 120%,con il debito pubblico di minore entità eravamo al collasso....valli a capire questi supereconomisti esperti di fama mondiale

Aggiungi un commento

Da non perdere:

In tempo reale