• Oggi
  • Domani
  • Dopo domani
23 Novembre 2014 - Ultimo aggiornamento: 02:02
Argomento: 
Tecnologia
Roberto Sonzogni, sviluppatore indipendente bergamasco di Brignano Gera d'Adda, ha ideato l'applicazione "Bar-Code" che ha ottenuto più di un milione di download.

Un milione di download
Un'App made in Bergamo
spopola in Usa e Europa

Versione stampabileSend by email

C’è un’applicazione, tutta made in Bergamo, che ha sfondato il tetto del milione di download sull’App store e che ha raggiunto la prima posizione nella classifica italiana della sua categoria.

“Bar-Code”, questo il nome dell’App, permette di leggere i codici a barre e, una volta individuato il contenuto, di inviare il testo via email (oppure fare copia/incolla per usarlo direttamente nell'iPhone). È possibile salvare la lista dei codici letti e ricaricare la lista, oppure, grazie a iTunes Condivisione Documenti, copiare su PC il file con i codici letti, per importarlo in un gestionale oppure in un foglio di calcolo.

L’ideatore è Roberto Sonzogni, sviluppatore indipendente bergamasco di Brignano Gera d’Adda.

Roberto, come ti è venuta l’idea di sviluppare questa applicazione? “L’idea diciamo che è nata un po’ per caso e un po’ per necessità: non trovando nessuna applicazione che rispondesse alle mie necessità ho deciso di crearmene una che calzasse a pennello”.

In cosa consiste Bar-Code? “In sostanza è un lettore di codice a barre ma, a differenza di applicazioni simili, non serve per sapere i prezzi”.

E quale è la sua utilità? “L’App è l’ideale per gli inventari di negozi e magazzini ma può essere utilizzata anche in casa per catalogare cd, dvd, libri e quant’altro”.

Quanto costa? “Il download è gratuito, all’interno ci sono solo alcuni banner pubblicitari che se cliccati mi portano un guadagno di qualche centesimo. Al momento i costi di sviluppo sono stati ripagati di 100-150 volte”.

L’applicazione sta spopolando, te l’aspettavi? “Onestamente no, è un successo che mi ha davvero stupito perché non ho svolto nessuna indagine, nessuna ricerca di mercato. Siamo arrivati sopra al milione di download, che si dividono principalmente tra Stati Uniti ed Europa. Devo dire che soprattutto negli Usa è stata parecchio apprezzata”.

Oltre a Bar-Code hai realizzato altre applicazioni per smartphone? “Sì, ho creato applicazioni che appartengono a diverse categorie: posso citare giochi, un’App per la musica, una per il controllo del traffico aereo, una per tenere il conto dei passi di montagna visitati ideale per ciclisti e motociclisti”.

Se dovessi consigliare agli utenti smartphone un’applicazione da scaricare, quale consiglieresti? “A parte Bar-Code potrei suggerire i-Rotate, un gioco puzzle realizzato insieme a un ragazzo di Brescia in cui bisogna allineare tre cerchi con un solo tocco per ricreare un’immagine, il tutto nel minor tempo possibile”.

Commenti

Maurizio:
Salve Sig.Roberto ho letto con interesse la descrizione della sua App , sto cercando un'app che mi permetta di duplicare dei bar-code incollati su vari supporti non staccabili per la duplicazione e archiviazione , mi saprebbe indicare se esiste un app del genere in circolazione. La ringrazio

Matteo:
Egr Sig. Roberto mi permetto di farle i complimenti e di chiederle, visto che lei ne è capace, di realizzare un app, anche per android (visto che io non ho un iphone), che permetta di fotografare i bar-code delle varie tessere, tipo supermercati - biblioteca - sconti - ecc, ovviamente che funzionano solo con barcode. Io ne ho provate alcune ma non essendo italiane hanno delle dimensioni diverse dalle nostre e non funzionano con le tessere italiane. nel rinnovarle i miei complimenti le auguro tanto successo.

Ezio:
Innanzitutto complimenti a Roberto. Per Matteo: io uso questa applicazione android https://play.google.com/store/apps/details?id=com.google.zxing.client.android&hl=it Finora non ho trovato un barcode che non sia stato letto da questa app.

Paolo:
come sempre caro Roby non ti smentisci mai complimenti ancora, x tutta la passione che metti nel tuo lavoro. i risultati non mancano.....ancora bravo MITICO Roby. ciao, Paolino

Grazie a tutti per i complimenti e grazie ovviamente a BergamoNews. In effetti un milione di persone sono davvero tante....non avrei potuto immaginarlo quando ho iniziato. Grazie quindi anche a tutti quelli che hanno scaricato l'App, e che mi hanno permesso di raggiungere questo importante traguardo.

Giuseppe:
Ciao Roberto, bella notizia. Complimenti per l'applicazione. Da vicesindaco di Brignano posso dirti che sono fiero di avere un concittadino come te, e conoscendoti per quanto hai fatto con noi in comune posso dirti che sei sempre stato in gamba. Ciao, Giuseppe

GP:
non dimentichiamoci che L'ITALIA ha avuto parecchi inventori e ha ancora delle belle teste purtroppo costrette a emigrare per tutti i vincoli e balzelli ecco il problema del'italia una fuga in massa di scenziti,ingenieri,laureati di tutte le professionalità. emigrano i nostri ma in cambio arrivano clandestini con barconi cosi non aiutiamo i nostri ma paghiamo i profughi che testoline siamo.Giusto aiutare chi ha bisogno ma se sono in grado MA MONTI PENSA ALL'EURO DICE????

Cicce Fraina:
Guardi che i cervelli validi più che per i vincoli e i balzelli se ne vanno perché la classe dirigente italiana valorizza di più gli Yesmen cretini e incompetenti.Basta guardare i governi degli ultimi anni (8 su 10 lega e berlusconi) fra il trota,capezzone,santanchè e compagnia brutta ci si fa subito l'idea di chi si fa strada in Italia.Guardi lei,relativamente al problema immigrati, che durante gli ultimi anni sono triplicati come gli italiani che vivono in baracche nonostante vi siano milioni di case vuote e si continua a costruire,(ripeto 8 sugli ultimi 10 anni governo berlusconi lega) lei tira in ballo Monti che è lì da pochi mesi.In Cina di vincoli ce sono più che qua ma là crescono.

Aggiungi un commento

Da non perdere:

Gli addii

NECROLOGIE

#BERGAMO PUBBLICA QUI LE TUE FOTO!

  • Se usi Instagram puoi pubblicare qui su Bergamonews i tuoi scatti.
  • Per farlo inserisci nel testo della foto @bergamonews e verrà inserita qui dentro automaticamente.
@bergamonews instagram