• Oggi
  • Domani
  • Dopo domani
25 Ottobre 2014 - Ultimo aggiornamento: 23:20
Argomento: 
Blogosfera
“Ti racconto una fiaba” è un blog nato con lo scopo di offrire uno spazio gratuito per condividere e trovare ogni genere di fiabe, dai classici dei fratelli Grimm alle video-fiabe. L'idea è nata da Manuel Ronzoni, 35 anni, di Bergamo, che illustra il suo progetto.

L'arte di raccontare fiabe
su un blog bergamasco

Versione stampabileSend by email

“Ti racconto una fiaba” (www.tiraccontounafiaba.it) è un blog nato con lo scopo di offrire uno spazio gratuito per condividere e trovare ogni genere di fiabe, dai classici dei fratelli Grimm alle video-fiabe, il tutto in un ambiente piacevole e colmo di passione per questo genere letterario. Nelle vene di questo lavoro così ambizioso scorre del sangue bergamasco: Manuel Ronzoni – 35 anni, nato a Bergamo, consulente aziendale, sposato con Laura e futuro papà tra pochi mesi – ha dato le basi per fondare questo progetto e ci ha spiegato l’essenza che anima “Ti racconto una fiaba”:

“Il progetto è nato circa due anni fa, quando sono passato da un blog personale all'idea di creare qualcosa di più ampio, che potesse essere condiviso con altri autori e che offrisse un'opportunità di concentrare le risorse presenti nella rete che avessero come fil rouge la tematica della fiaba. A quel punto è nato “Ti racconto una fiaba” che, con pazienza e passione, ha raccolto diversi autori in cerca di uno spazio che potesse dare una visibilità maggiore alle proprie opere, per la maggior parte al di fuori dagli usuali canali commerciali. L'idea di offrire "nuove prospettive" ha sicuramente influito nel fare in modo che si recuperasse il valore originale della fiaba come strumento che stimolasse "la scelta" nel lettore, senza necessariamente imboccare una morale che deriva in realtà dalla reazione di proiezione del lettore (grande o piccino) nei vari personaggi. E' bello vedere questo desiderio ancora vivo crescere in questo progetto e per questo ho deciso di allargare l'orizzonte promuovendo l'edizione internazionale.

Come futuro papà (a luglio ...) ho un grande desiderio di raccontare fiabe, perché la funzione del "raccontare", da parte del genitore, regala alla fiaba una credibilità del tutto diversa rispetto a ciò che può raccontare la TV, la radio e persino lo stesso libro letto in autonomia del bambino. Dunque, sempre, l'invito, è quello di raccontare la fiaba ... leggerla non basta”.

“Ti racconto una fiaba” è cresciuto nel tempo, con 100.000 pagine viste mensili e 40.000 utenti per l'app Android, aggiungendo nuovi argomenti, sezioni e soprattutto idee, il tutto accomunato dal fine di dare risalto all'aspetto educativo della fiaba, con il suo invito a riflettere sulla realtà attraverso prospettive differenti da quelle offerte da altri media. Nei giorni scorsi, è nato il corrispettivo internazionale del progetto, “I tell you a story” (www.itellyouastory.com), con l'idea pretenziosa ma concreta di un'Italia che sia sempre in grado di esportare idee e cultura nel resto del mondo.

Commenti

Aggiungi un commento

Da non perdere:

Gli addii

NECROLOGIE

#BERGAMO PUBBLICA QUI LE TUE FOTO!

  • Se usi Instagram puoi pubblicare qui su Bergamonews i tuoi scatti.
  • Per farlo inserisci nel testo della foto @bergamonews e verrà inserita qui dentro automaticamente.
@bergamonews instagram