• Oggi
  • Domani
  • Dopo domani
01 Agosto 2014 - Ultimo aggiornamento: 01:43
Argomento: 
La decisione
Lunedì 19 novembre oltre 400 lavoratori degli Ospedali Riuniti di Bergamo e la Rsu aziendale si sono riuniti in assemblea per discutere di alcuni punti che destano parecchia preoccupazione e al termine dell'incontro hanno proclamato lo stato di agitazione.

Troppo caos sul trasloco
Stato di agitazione
ai Riuniti di Bergamo

Versione stampabileSend by email

Lunedì 19 novembre oltre 400 lavoratori degli Ospedali Riuniti di Bergamo e la Rsu aziendale si sono riuniti in assemblea per discutere di alcuni punti che destano parecchia preoccupazione e al termine dell'incontro hanno proclamato lo stato di agitazione.

Al primo punto della lista ci sono i continui rinvii delle date del trasloco, a cui si aggiungo il comportamento dei vertici aziendali che “pensano di disporre del personale a proprio piacere senza tenere conto delle legittime aspettative e senza la necessaria e adeguata preparazione allo stesso”, il blocco delle ferie “che di fatto subisce il personale da tre mesi e mai sottoscritto da nessun dirigente”e la confusione circa la questione del parcheggio “che al momento ha l’unica certezza di ridurci lo stipendio”.

Lavoratori e Rsu hanno approvato all’unanimità un ordine del giorno che prevede di concordare con la Daz la data del trasloco solo dopo aver accertato l’adeguata formazione e definito l’organizzazione di ogni singolo servizio e Unità Operativa del nuovo ospedale, di creare commissione di valutazione degli organici necessari al funzionamento qualitativo del nuovo ospedale, di ricercare la possibilità di recuperare risorse economiche al fine di eliminare il costo del parcheggio per i dipendenti e la garanzia delle ferie del personale secondo la normale turnazione.

“I lavoratori – si legge in un comunicato emesso al termine dell’assemblea - sono ben consapevoli dell’importanza dell’attivazione del nuovo ospedale, e non faranno mancare la loro imprescindibile collaborazione, a partire dalle assemblee di reparto, che si svolgeranno nei prossimi giorni, che individueranno le problematiche sul tappeto e le comunicheranno alla Rsu per la ricerca delle possibili soluzioni. Tutto ciò a garanzia della sicurezza dei pazienti e della qualità delle cure che non vogliamo far mancare alla cittadinanza, come abbiamo dimostrato di saper ben fare in tutti questi anni. A tal fine viene proclamato lo stato di agitazione di tutto il personale e data comunicazione agli organi istituzionali e di stampa”.

Commenti

mauri:
Non conosco nel dettaglio tutti i problemi che son causati dal trasloco,ma è quantomeno curioso,per non dire vergognosomche un dipendente di un'azienda paghi il parcheggio per il tempo che sta in ospedale.Io metterei l'accento sul fatto che ancora una volta i lavoratori si svegliano solo quando è troppo tardi.

verità:
CHIARIAMO, E' STATA SOLO UNA RIUNIONE SINDACALE DOVE I LAVORATORI CERCANO DI RIVENDICARE LE LORO ESIGENZE O EGOISMI

ELLEKAPPA:
TRASLOCO A DICEMBRE, SI, DELL'ANNO PROSSIMO,L'OSPEDALE A TUTT'OGGI E' UN CANTIERE APERTO A MENOCHE S.LUCIA FACCIA UN MIRACOLO...PER FORTUNA IAMO IN MANO A INFERMIERI E DOTTORI CHE DAL VECCHIO,SI FA PER DIRE,OSPEDALE, HAN COMUNQUE IMPARATO MOLTO IN PRMIS,VENGONO I PAZIENTI E POI FORSE LA DIREZIONE OSPEDALIERA,CHE DI AGLI NE STA FACENDO A IOSA,NON ULTIMO SULLE SALE OPERATORIE !!! BUONA FORTUNA AL PERSONALE !

Tuditanus:
Hanno ragione da vendere. L'abbandonare un polo di eccellenza per andare in un brutto punto interrogativo, gestito con la massima reticenza, non costituisce buona amministrazione.

lodovico:
E per fortuna che all'audizione in consiglio comunale il direttore generale dott Nicora aveva dichiarato che con il personale ed i sindacati non c'era nessun problema. Tutta un'armonia !

aldo:
l'esigenza e la necessità sono dei CITTADINI. I lavoratori guardano solo ai loro interessi e basta I sindacati sappiamo cosa sono e cosa fanno.

carlo:
mi sembra che il personale sanitario sia molto più consapevole dei rischi che si fanno correre ai pazienti per un forzato trasloco che Nicora deve fare per motivi politici.Meno male che ci curano medici ed infermieri e non la direzione aziendale , anzi, nonostante la direzione!

Pagine

Aggiungi un commento

Da non perdere:

Gli addii

#BERGAMO PUBBLICA QUI LE TUE FOTO!

  • Se usi Instagram puoi pubblicare qui su Bergamonews i tuoi scatti.
  • Per farlo inserisci nel testo della foto @bergamonews e verrà inserita qui dentro automaticamente.
@bergamonews instagram