• Oggi
  • Domani
  • Dopo domani
16 Aprile 2014 - Ultimo aggiornamento: 20:50
Argomento: 
Solidarietà
Millecinquecento spicchi di Grana Padano “terremotato” venduti in poco meno di un’ora al mercato di Campagna Amica organizzato dalla Coldiretti al Parco della Trucca a Bergamo: "Presto nuove iniziative di questo tipo"

La bontà dei bergamaschi:
il Grana pro terremotati
comprato tutto in un'ora

Versione stampabileSend by email

Millecinquecento spicchi di Grana Padano “terremotato” venduti in poco meno di un’ora al mercato di Campagna Amica organizzato dalla Coldiretti presso il Parco della Trucca a Bergamo.

“E’ stata una vera e propria esplosione di solidarietà – spiega il direttore della Coldiretti bergamasca Lorenzo Cusimano - ; la voglia di aiutare gli agricoltori danneggiati dal terremoto che ha colpito la provincia di Mantova e l’Emilia Romagna è veramente tanta. Pensavamo di chiudere la vendita verso le 18,00 ma i cittadini hanno risposto con così tanto entusiasmo al nostro appello che tutto il formaggio che ci era stato consegnato è andato esaurito quasi subito. Purtroppo – spiega Cusimano – non siamo riusciti ad accontentare tutti perché il Grana Padano che ci è stato fornito non è stato sufficiente a far fronte al grande cuore dei bergamaschi. Ci dispiace per questo, ma siamo ancora in una fase critica e programmare i vari interventi è impossibile”.

Nelle zone terremotate il bilancio provvisorio tracciato dalla Coldiretti è di settemila aziende agricole colpite delle quali circa duemila gravemente danneggiate, distrutte o da ricostruire per adeguarle alle nuove norme antisimiche, con danni per 705 milioni di euro, dei quali circa 400 milioni provocati alle strutture agricole (fienili, stalle, magazzini), 70 milioni necessari per garantire la sicurezza al territorio riportando alla normalità gli impianti idrovori, irrigui, di scolo e di irrigazione fortemente lesionati. Con una stima di 150 milioni di euro di danni il sistema del Parmigiano Reggiano è in cima alla triste classifica dei prodotti più danneggiati dal sisma seguito da vicino dal Grana Padano che accusa un colpo da 70 milioni di euro e dall’aceto balsamico che conta perdite per 15 milioni di euro. Complessivamente sono a rischio 8mila posti di lavoro nell’agroalimentare. “Poiché l’emergenza purtroppo durerà ancora a lungo – conclude Cusimano –; è nostra intenzione, già dal prossimo fine settimana, proporre nuove iniziative di vendita di prodotti provenienti dalle zone terremotate. Sul nostro sito www. bergamo.coldiretti.it sarà possibile trovare tutte le informazioni”

Commenti

giulia:
ottima iniziativa... solidarietà, bontà, risparmio... e che si vuole di piu'!

Sergio:
ma quale "bontà" o "solidarietà"...fa sempre bene comprare un po' di parmiggiano che costa 5-6€ in meno al kg del solito...si chiama "risparmio"...non "bontà" o "solidarietà"...posto che secondo me 12€/kg sono fin troppi per forme che rimarrebbero sostanzialmente invendute......

Damiano:
Tutti i prodotti di marca costano "troppo", perché si paga la marca. Tuttavia, in questo caso, sarebbe stato un vero gesto di solidarietà comprarlo "ammaccato" e pagarlo ancora a prezzo pieno. Così, la solidarietà è un po' "pelosa"... Non si sarebbe andati in rovina per un kg di parmigiano comprato a prezzo pieno per solidarietà verso i terremotati, credo...

oscar:
suggerisco spostare l'iniziativa anche presso il centro commerciale orio center, dove è possibile parcheggiare

gibba:
scusate ma non è il parmigiano reggiano quello principalmente colpito dal terremoto?

giorgio runchi:
c'è anche uno spicchio di Lombardia, nel mantovano, la zona del comune di Moglia, molto danneggiata

Aggiungi un commento

Da non perdere:

Gli addii

#BERGAMO PUBBLICA QUI LE TUE FOTO!

  • Se usi Instagram puoi pubblicare qui su Bergamonews i tuoi scatti.
  • Per farlo inserisci nel testo della foto @bergamonews e verrà inserita qui dentro automaticamente.
@bergamonews instagram