22 Dicembre 2014 - Ultimo aggiornamento: 13:39
Argomento: 
La storia
Anche un bergamasco tra le vittime dei problemi interni dell'istituto bancario: "Non posso prelevare il mio denaro perché hanno bloccato ogni operazione. E' una situazione paradossale, che spero si sblocchi al più presto".

Crisi di Banca Network,
tutti i prelievi bloccati:
"Non ho soldi per mangiare"

Versione stampabileSend by email

“Da una settimana non posso più prelevare denaro. Se non ci fosse la mia famiglia ad aiutarmi, non avrei nemmeno i soldi per mangiare”. C’è anche un bergamasco tra clienti di Banca Network Investimenti che, dall’oggi al domani, si sono visti bloccare qualsiasi operazione di prelievo dal proprio conto corrente. Le misure restrittive sono scattate a causa di una situazione patrimoniale divenuta insostenibile, fino a quando Banca network non è finita in amministrazione controllata. Il blocco dovrebbe durare un mese, a partire dallo scorso 31 maggio.

Eppure Emanuele, 35 anni, di Romano, non aveva mai avuto problemi prima d’ora con questa banca: “Io e mio fratello siamo loro clienti dal 2000 –racconta sconsolato- ed è sempre funzionato tutto alla perfezione. Abbiamo sempre svolto le nostre operazioni bancarie con estrema comodità e sicurezza”. Fino all’altro giorno, quando si è recato in un negozio per fare alcuni acquisti e si è accorto che qualcosa non andava: “Mi servivano dei tergicristalli nuovi per la mia auto. Mi sono recato da un rivenditore e una volta scelto il modello giusto sono andato alla cassa per pagare. La mia carta di credito però risultava bloccata. Dopo diversi tentativi ho pensato che fosse un problema del lettore. Allora mi sono spostato in un altro negozio, ma l’esito è stato lo stesso. Allora ho capito che c’era un problema”.

L’istituto, in amministrazione straordinaria dallo scorso novembre, ha reso noto che il 31 maggio, i commissari, "con il parere favorevole del comitato di sorveglianza e previa autorizzazione della Banca d’Italia", hanno deliberato la sospensione del pagamento delle passività di qualsiasi genere per un mese. È stato sottolineato che la misura si è resa necessaria per fronteggiare la situazione di difficoltà della banca: “A questo punto spero solo che la situazione si possa sbloccare il prima possibile. Già il momento in generale non è dei più felici a livello economico, manca solo che accadano cose come questa. Ora come ora mi ritrovo con pochi spiccioli nel portafoglio. Una situazione paradossale, considerando che il mio denaro è bloccato e non per colpa mia”.

Commenti

antonella:
Sono una pensionata 70enne che si è vista bloccare il proprio C/C e quindi anche la pensione di giugno già accreditata e purtroppo anche quella di luglio verrà incamerata dalla Banca Network. Rifletto sula frase dell'avviso inaspettato del blocco di tutte le operazioni di addebito (di accredito no?) per un mese "a titolo indicativo e non esaustivo". Se si protrarrà, quando potro riappropriarmi del mio denaro frutto di risparmi di anni???qualche esperto sa dirmi qualcosa in merito ????

Pieropierozan:
Mi apice molto ma la situazione della banca al momento non lascia altra soluzione in attesa di interventi di altri istituti che la possano sostenere. La domanda sporge spontanea , come mai una 70 abituata certamente alla banca tradizionale ha fatto il cambio?

voltaire:
Senza più controlli e senza più remore i colpi che si abbattono sui cittadini diventano sempre più pesanti. In un paese civile esistono organismi di controllo e tutela, i responsabili vengono individuati e condannati a pene molto pesanti; in Italia, tutto questo non esiste,sin da piccolo ti insegnano ad essere più furbo ed a non rispettare le regole,il rischio è minimo così come l' eventuale sanzione,sempre che ti scoprano. Ma qualcuno si mette nei panni di chi aveva creduto in questa banca o come credo io quando capita ad altri tutto è relativo?

ilaria:
Improvvisamente ho scoperto di essere rimasta con solo pochi spiccioli nel portafoglio,il conto dove veniva versato lo stipendio bloccato, tutto bloccato dal pagamento del mutuo a quello delle bollette ai prelievi prioritari per il vivere di prima necessità, NON AVETE IL DIRITTO DI MODIFICARE IL MIO VIVERE DOVETE VERGOGNARVI

Bb:
La banca è in amministrazione straordinaria dal Novembre 2011...di tempo per decidere il divorzio da questo istituto i clienti ne hanno avuto, adesso è il momento di mettere in campo le associazioni di utenti.

Marco:
Non è solo la banca Network ad essere in crisi. Sul sito della Banca d'Italia c'è l'elenco di tutte le banche commissariate. Molte sono Banche di Credito Cooperativo!! Non ci credevo quando me lo hanno detto perchè il direttore di una BCC insisteva di portare i soldi da lui perchè le bcc sono le più sicure ma a quanto pare NO! Link elenco: http://www.bancaditalia.it/vigilanza/avvisi/elenco/Amm_straord.pdf

Luca:
E' VERO!!!! ma quante Banche di Credito Cooperativo stanno fallendo???? Cercando in google ho letto che BCC fiorentino è fallito

antonio:
MA CHI DEVE SORVEGLIARE DOV'E' FINITO NI SA CHE SIAMO AL SOLITO SCARICABARILE SI PRESENTANO SOLO PER IL LAUTO STIPENDIO VERGOGNATEVI

Aggiungi un commento

Da non perdere:

In tempo reale