• Oggi
  • Domani
  • Dopo domani
20 Novembre 2014 - Ultimo aggiornamento: 19:41
Argomento: 
l'analisi
I dati del Ministero dell'Interno, rielaborati dal Sole 24 Ore, mostrano un'Italia con più furti, borseggi, truffe e rapine. Per quanto riguarda i furti, nel 2011 a Bergamo se ne sono registrati 4.525 con un incremento del 4%.

Con la crisi più crimini
Tornano a crescere i reati
A Bergamo sono 46.956

Versione stampabileSend by email

Dopo tre anni di flessioni in Italia tornano a crescere i reati (+5,4%). Furti in appartamento, borseggi, scippi e rapine nei negozi tornano ad aumentare nelle provincie italiane e raggiungono quota 2milioni e 760mila, delitti spinti in parte dalla crisi economica, tant’è vero che sono proprio i reati di tipo predatorio (furti e microcriminalità) a registrare gli incrementi maggiori anche a due cifre. Attraverso i dati 2011 resi noti dal Ministero dell’Interno, il Sole 24Ore ha stilato una graduatoria delle provincie più colpite: Milano si conferma la provincia più a rischio, mentre Bergamo si piazza al 32° posto. Nella provincia orobica il numero complessivo dei reati nel 2011 è stato di 46.956, per quanto riguarda i furti, a Bergamo si sono registrati 4525 con un incremento del 4%.

Le prime dieci provincie in graduatoria in base all’incidenza dei reati denunciati in rapporto alla popolazione (ogni 100 mila abitanti) sono: Milano, Rimini, Bologna, Torino, Roma, Genova, Prato, Ravenna, Firenze e Imperia. Curiosa la mappatura dei reati in Italia che esce dall’elaborazione de Il Sole 24 Ore: Napoli spicca per l’incidenza di rapine e truffe, Catania per le auto rubate e gli scippi, Lucca, Pisa e Pavia le abitazioni più “visitate”.

La criminalità di strada denota aumenti vistosi: in particolare, i borseggi (“furti con destrezza”) sono stati oltre 134mila, con un aumento del 16%, le rapine quasi 40.600 (interessando non tanto le banche, dove il fenomeno è in calo, bensì gli esercizi commerciali), con un incremento del 20% rispetto al 2010. Sono invece quasi dieci al giorno in più gli scippi (“Furti con strappo”) che sono passati da circa 14.200 a oltre 17.600 (+24%).

Commenti

Puhibol ?:
Come è possibile ? adesso ci sono la lega ed il pdl, Sui manifesti elettorali avevano messo gli incrociatori ed i paracadutisti. Ah già, c'è la secca del Morla e gli incrociatori sono in difficoltà.

Narno Pinotti:
Da come scrive, par di capire che lei non metta piede a Milano dal maggio 2011 all'incirca. I manifesti elettorali li hanno già tolti da un pezzo, lo sapeva? Ma forse gli ascoltatori di RadioTheFamily4% non sono stati aggiornati.

Jumbo:
Perchè un sindaco fa altre 3 milioni di cose , queste in genere le fanno le forze dell'ordine , sono i soliti cacciatori di palle che ci hanno impostato una campagna elettorale ben organizzata vendendo idiozie.

il polemico:
e pure gli accusati,che grazie al'indulto escono praticamente ancora prima di essere condannati

Aggiungi un commento

Da non perdere:

Gli addii

NECROLOGIE

#BERGAMO PUBBLICA QUI LE TUE FOTO!

  • Se usi Instagram puoi pubblicare qui su Bergamonews i tuoi scatti.
  • Per farlo inserisci nel testo della foto @bergamonews e verrà inserita qui dentro automaticamente.
@bergamonews instagram