• Oggi
  • Domani
  • Dopo domani
21 Agosto 2014 - Ultimo aggiornamento: 15:48
Argomento: 
Il caso
Una lettera letta in chiesa, a tutti i fedeli, per spiegare il sentimento di dolore che stanno attraversando e il ringraziamenti a tutti gli educatori. I sacerdoti di Sorisole cercano di confortare in questo modo la comunità.

Catechista arrestato,
i sacerdoti di Sorisole:
“Fiducia nella giustizia”

Versione stampabileSend by email

Una lettera letta in chiesa, a tutti i fedeli, per spiegare il sentimento di dolore che stanno attraversando e il ringraziamenti a tutti gli educatori. I sacerdoti di Sorisole cercano di confortare in questo modo la comunità scossa dall’arresto di catechista 54enne accusato di abusi su alcuni ragazzini, in particolare di molestie sessuali su un 15enne. “Gli organi di informazione hanno riferito, nei giorni scorsi, di un fatto che colpisce la nostra comunità – si legge nella lettera – un nostro collaboratori è accusato di comportamenti gravemente immorali nei riguardi di adolescenti della nostra comunità. Abbiamo totale fiducia nella giustizia e ci auguriamo che faccia luce, presto e totalmente. Se le accuse venissero confermate, siamo noi, per primi, ad essere dolorosamente sorpresi. Una persona che ha avuto la fiducia della comunità cristiana e dei genitori dei ragazzi ne ha così malamente approfittato. Vogliamo comunque ringraziare catechisti, educatori, collaboratori che continuano a dare il loro tempo e le loro energie per la crescita della nostra comunità, soprattutto dentro l’oratorio e a favore dei ragazzi, degli adolescenti e dei giovani”. Il catechista attende che il gip decida sull’istanza di scarcerazione richiesta dal suo avvocato.

Commenti

mario59:
Fatto sta che purtroppo fatti spiacevoli e criminosi di questo genere, spesso accadono in luoghi vicini alle istituzioni religiose. Ora vediamo come evolverà la vicenda, ma se qualcuno ha denunciato un fatto del genere, non credo che se lo sia sognato. E poi rimaniamo in attesa della prossima denuncia a qualche prete o collaboratore. Purtroppo pare che fatti di questo genere ogni tanto si ripetano come se fosse cosa normale.

Mario67:
Molti anni fa al mio paesello, toccò ad un maestro.... negli stessi anni ad altra persona estranea alle istituzioni religiose... Ma la cosa rimase confinata agli stretti interessati. Non c'è una regola per queste cose. Purtroppo dobbiamo tutti stare attenti e tenere alta guardia su questo tema ma aggiungo, anche su molti altri temi che coinvolgono i giovani ed il loro modo di vivere. Chiaro che chi ha responsabilità di "guida" deve per primo fare la sua parte.

Aggiungi un commento

Da non perdere:

Gli addii

NECROLOGIE

#BERGAMO PUBBLICA QUI LE TUE FOTO!

  • Se usi Instagram puoi pubblicare qui su Bergamonews i tuoi scatti.
  • Per farlo inserisci nel testo della foto @bergamonews e verrà inserita qui dentro automaticamente.
@bergamonews instagram