• Oggi
  • Domani
  • Dopo domani
23 Novembre 2014 - Ultimo aggiornamento: 20:18
Argomento: 
Lettera
Locandine e manifesti pubblicizzano la gara di enduro in programma per domenica 26 agosto a Bossico. Ma sul Sebino iniziano le proteste. Una di queste l'ha postata Sergio Primo Del Bello.

Bossico, quella gara
di enduro
fa già discutere

Versione stampabileSend by email

Locandine e manifesti pubblicizzano la gara di enduro in programma per domenica 26 agosto a Bossico. Ma sul Sebino iniziano le proteste. Una di queste l'ha postata Sergio Primo Del Bello.

 

Cosa è?

Una gara di enduro che si svolgerà in un'area privata nei bellissimi prati dell'altopiano di Bossico, ad una quota di oltre 800 metri sul livello del mare in un ambiente naturale classificato dalla Regione Lombardia di alta naturalità e per tale ragione da salvaguardare e proteggere.

Cosa si sa?

Poco o nulla in quanto l'evento non è segnalato nei programmi e nei siti web degli uffici turistici e dei comuni di Bossico, Lovere e dell'Alto Sebino.Non è noto il percorso ne quali interventi di ripristino sono previsti.

E' autorizzata?

No. Il WWF ha inoltrato, ai sensi dell'art. del DL n. 195/2005, richiesta degli atti autorizzativi alla Comunità Montana Laghi Bergamaschi ed al Comune di Lovere. Per ora è pervenuta la risposta della Comunità Montana che dichiara di non aver ricevuto alcuna domanda. Il Comune di Lovere interpellato dal Paolo Valoti ritiene di non avere competenza in quanto l'evento si svolge su un terreno privato.

Chi si sta interressando?

Per ora risulta solo il WWF Bergamo e qualche esponente del CAI (a titolo individuale). Silenzio assoluto sulla stampa e sul web. Altre organizzazioni, tranne la rete Orobievive, per ora non hanno preso posizione.

Esistono foto della gara?

No. Però grazie agli amici del Museo di Scienze naturali di Lovere, sono disponibili alcune foto della gara del 2011: Bossico_enduro_5_abeti_dopo_2011; Bossico_Monte_di Lovere_praterie (1); Bossico_Monte_di Lovere_praterie (2)

L'area è di particolare interesse?

Sì. Oltre al valore narutalistico caratterizzato dalla presenza di praterie alpine, boschi e pinete, l'area è di alto valore paesaggistico e panoramico. E' stato oggetto di studi naturalistici e botanici da parte del Museo di Scienze Naturali di Lovere e più recentemente di uno studio geologico e geomorfologico da parte di Carrara e Fantini. La loro ricerca, I segreti di prati di Sta è stata pubblica sul volume Val Borlezza, edito nel 2007 da Moma Comunicazione - Unione Comuni della Presolana.

Cosa bisognerebbe fare?

Inviare ai sindaci dei comuni di Lovere, Bossico, ai rispettivi uffici turistici e alla Comunità Montana di Lovere messaggi di protesta e dissenso verso tali manifestazioni che oltre a danneggiare l'ambiente, offendono al memoria storica della comunità locale che da secoli ha sempre mantenuto e consevato con cura questi preziosi pascoli di monte.

Il WWF si riserva di verificare quali azioni intraprendere nei prossimi giorni a difesa dell'alta naturalità. Prendendo esempio da quanto fatto dagli esponenti dell'organizzazione Centopercento animalisti che hanno manifestato in forma non violenta a Grumello del Monte in occasione la settimana scorsa del 20° campionato nazionale delle associazioni ornitologiche e venatorie, si protrebbe fare lo stesso per Bossico domenica 26 agosto.

Commenti

francesco:
non si otterrà nulla dalla discussione se continueremo a dire sempre guarda a quello e non a me..oppure si io ho fatto questo ma tu l'altra volta in occasione di hai fatto......non siamo a montecitorio, per fortuna, ma questo clima non porterà mai a niente. Le soluzione per mantenere un prato e far svolgere una gara di enduro esistono vbasta la buona volontà e basta parlare di leggi norme ecc ecc.Lçweggi e norme in italòia aumentano in continuazione perchè non siamo capaci di convivere civilmente ,

Michele Lorandi...:
Ritengo quantomeno opportuno rilevare diverse inesattezze riportate nel Post di Del Bello. Innanzitutto, per lo svolgimento della manifestazione è stata presentata istanza al comune di Lovere, che ha correttamente rilasciato apposito nulla osta già in data 19/07. Lo scrivente, interpellato dal WWF, ha già provveduto ad inoltrare una risposta in merito. Non corrisponde quindi al vero che la manifestazione non è autorizzata e che il Comune o perlomeno l'Ufficio di Polizia Locale, competente al rilascio del nulla osta, ha dichiarato la propria incompetenza. Riguardo all'iter istruttorio e autorizzativo sono stati correttamente seguiti tutti i passi previsti dalla normativa vigente.

A.Z. Bg:
La gara si svolgerà su un terreno privato, quindi ne hanno tutti i diritti.A meno che siamo diventati cittadini dell'ex URSS, in casa propria si può fare ciò che si vuole se non si commettono reati penali. Oggi gli ecologisti che fanno demagogia e non ecologia vogliono il potere di decidere cosa fanno i proprietari nelle loro proprietà?Allor anch'io voglio comandare nelle loro case e giardini.

Nicola:
Abito e vivo vicino al paese del signore che ha scritto questo ridicolo articolo e ne avrei da dire di cose riguardo all ambiente ai danni creati da fogne e ditte sparse ovunque, diciamo che i danni e l inquinamento creati dalle moto sono irrisorie!! La gara si svolge in un prato privato fine!!! Fa danno al prato del proprietario che e' d'accordo con lo svolgimento della gara!! Infine vorrei ricordare che il 90% dei percorsi sono vallate dove viene il fiume in piena e spazza via tutto , poi il restante10% sono sentieri che si chiuderebbero senza di noi. Spero vivamente che il signor del bello abbia il coraggio di confrontarsi con noi dal vivo non solo via giornali o internet!

julius:
nicola, ti invito a svegliarti: se i motociclisti vogliono farsi voler bene (e molti se lo meriterebbero), devono capire che i tempi del "vado dove voglio" sono finiti... bisogna fare un passo indietro e organizzare un percorso permanente di enduro, controllato e gestito, il tutto a favore dell'ambiente e del quieto vivere

MAX:
PER fUS LEI CERTAMENTE è UNO SCIATORE O ALPINISTA E ALLORA GUARDI LO SCEMPIO FATTO A cOLERE E A fOPPOLO E STRANAMENTE NE IL dEL bELLO NE IL cAI HANNO FATTO GAZZARRA SULLA STAMPA.fATE VEDERE CHE SIETE COERENTI E NON FALSI ECOLOGISTI DA TASTIERA. iN QUANTO AL SANO SPORT LA INVITO A VENIRE A VEDERE COSA è UNA GARA DI ENDURO DAL VIVO E NON INTERNET!!! RESTO A SUA COMPLETA DISPOSIZIONE PER UN SANO CONFRONTO CHE CHIEDIAMO DA ANNI E CHE cai E SOCI RIFIUTANO

l'endurista:
qua si nota la stupidità della gente e sopratutto l'invidia.... voi che magari seguite solo il calcio... fate un piacere all'umanità imparate a non essere invidiosi solo perhce non sapete ( o non avete la possibilita) cosa sia uno sport spettacolare e pieno di brave persone come l'enduro...

julius:
Cosa è? Una gara di enduro che si svolgerà in un'area privata: ognuno è padrone in casa propria Cosa si sa? Che è molto partecipata e divertente. E' autorizzata? Si, il padrone del prato ha dato l’assenso. Chi si sta interessando? Qualche strano archivista. Esistono foto della gara? Io ne ho parecchie L'area è di particolare interesse? Sì. Il proprietario la coltiva a proprie spese. Cosa bisognerebbe fare? Partecipare e fare il tifo. Dai Del Bello, fai uno sforzo: fai qualcosa di serio per l’ambiente…

Pagine

Aggiungi un commento

Da non perdere:

Gli addii

NECROLOGIE

#BERGAMO PUBBLICA QUI LE TUE FOTO!

  • Se usi Instagram puoi pubblicare qui su Bergamonews i tuoi scatti.
  • Per farlo inserisci nel testo della foto @bergamonews e verrà inserita qui dentro automaticamente.
@bergamonews instagram