• Oggi
  • Domani
  • Dopo domani
01 Ottobre 2014 - Ultimo aggiornamento: 18:39
Argomento: 
La polemica
L’amministrazione le aveva promesse e sono arrivate: gli organizzatori della Bergamo street parade, andata in scena tra mille polemiche lo scorso 19 maggio, hanno ricevuto le prime multe.

Bergamo street parade
Arrivate le prime multe
e il conto, salato, di A2A

Versione stampabileSend by email

L’amministrazione le aveva promesse e sono arrivate: gli organizzatori della Bergamo street parade, andata in scena tra mille polemiche lo scorso 19 maggio, hanno ricevuto le prime multe. La Polizia locale contesta la mancate autorizzazioni per carri e camion, per la cui sfilata è stata informata solo la questura in quanto secondo gli organizzatori la manifestazione era semplicemente politica. Il Comune invece ha sempre sostenuto che fosse necessario anche il permesso per somministrare alcolici e per diffondere la musica oltre un certo volume.

La persona che ha firmato la richiesta di permesso in questura si è vista recapitare a casa il conto della pulizia strade di A2A: poco più di cinquemila euro, nonostante l’organizzazione avesse pagato un’altra azienda per garantire che al termine della serata le strade fossero in condizioni accettabili. La ditta di pulizie ha infatti seguito la coda della sfilata, pulendo la carreggiata da bottiglie e sporcizia lasciata dai ragazzi. L’amministrazione e la polizia locale hanno però ritenuto necessario l’intervento del personale di A2A, anche con mezzi speciali. Il conto è stato presentato agli organizzatori, pronti ora a rivolgersi a un avvocato per capire chi, come e soprattutto se dovranno pagare. “Cercheremo di contattare Tentorio il quale fino ad ora non si è pronunciato e vi riporteremo l'esito dei nostri tentativi – si legge sul profilo Facebook di Bergamo Street parade -. Come abbiamo sempre detto la Street Parade è slegata da qualsiasi partito, ma se l'amministrazione non risponderà lasceremo via libera a chiunque si voglia battere per le nostre cause. Lo ripetiamo: rimarremo indipendenti, non abbiamo paura”.

Commenti

Mauro:
Comunque, anche il prefetto dice che il servizio delle pulizie pagato dagli organizzatori è stato bloccato... Fate voi a chi credere: a Tentorio sempre alla ricerca dell'ultimo voto, o al prefetto, che della vostra approvazione/disapprovazione non glie ne frega poi tanto...

il polemico:
A2A interviene anche se gli organizzatori avevano gia ingaggiato una ditta per pulire dove sporcavano?e chi li ha fatti intervenire?o sono intervenuti così almeno ci hanno ricavato un bel introito?

gigi:
ero sempre stato contrario all'evento, ma dopo aver visto le sceneggiate dell'amministrazione e dei vigili, dò il mio sostegno agli oraganizzatori invitandoli e impedire che vengano censurati dal comune e dai vigili dato che questi ( amm e vigili ) interpretano gli eventi a loro piacimento e discrezione e capricci.

Giovanni Ribelli:
E perche' nessuna auto durante le partite dell'Atalanta sfoggia una multa sul parabrezza? Ha ragione la sig.ra Cristina: due pesi e due misure, come sempre. L'ipocrisia regna sovrana.

paolo p:
e si..davvero un RIBELLE che piange e dice "a lui però no" ..ehehe, continuate a ballare e sconvolgervi và la RIBELLIONE è altra, a sballare ci vuole poco..

Cristina:
Ottimo, quindi adesso si possono recapitare fatture per servizi non richiesti? Un bel precedente, grandissimi i signori di A2A! Spero che la fattura venga girata a chi ha chiamato A2A, altrimenti bisogna stare attenti: se qualcuno fa qualcosa perché lo ritiene necessario e senza essere stato contattato, da oggi vi manderà una fattura salata. O tempora, o mores! Inoltre, mi chiedo, ci arriveranno multe per divieto di sosta nei nostri garage? La cosa che mi fa arrabbiare è il fatto di avere due pesi e due misure. Per qualcuno si chiudono entrambi gli occhi, ad altri si punta il dito contro. Sostegno ai ragazzi organizzatori di una manifestazione e disprezzo ai soliti perbenisti benpensanti.

Pagine

Aggiungi un commento

Da non perdere:

Gli addii

NECROLOGIE

#BERGAMO PUBBLICA QUI LE TUE FOTO!

  • Se usi Instagram puoi pubblicare qui su Bergamonews i tuoi scatti.
  • Per farlo inserisci nel testo della foto @bergamonews e verrà inserita qui dentro automaticamente.
@bergamonews instagram