BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Io, grande dittatore in piazza per lanciare un messaggio di pace”

“Nessuno ha pensato al finale del Grande Dittatore di Charlie Chaplin, al suo discorso all'umanità. In fondo io volevo lanciare un messaggio di pace”. Domenica pomeriggio Giampietro Belotti è stato fermato dalla Digos, intervenuta per garantire l'ordine pubblico in piazza Sant'Anna durante il presidio delle Sentinelle in piedi. Vestito da “nazista dell'Illinois”, con al braccio lo stemma del “Grande dittatore”, tra le mani il Meink Kampf di Adolf Hitler, Giampietro ha manifestato silenziosamente il suo dissenso nei confronti degli attivisti contrari a matrimonio gay ed adozione alle coppie omosessuali.

Più informazioni su

“Nessuno ha pensato al finale del Grande Dittatore di Charlie Chaplin, al suo discorso all’umanità. In fondo io volevo lanciare un messaggio di pace”. Domenica pomeriggio Giampietro Belotti è stato fermato dalla Digos, intervenuta per garantire l’ordine pubblico in piazza Sant’Anna durante il presidio delle Sentinelle in piedi. Vestito da “nazista dell’Illinois”, con al braccio lo stemma del “Grande dittatore”, tra le mani il Meink Kampf di Adolf Hitler, Giampietro ha manifestato silenziosamente il suo dissenso nei confronti degli attivisti contrari a matrimonio gay ed adozione alle coppie omosessuali. “Sono durato solo un quarto d’ora – spiega -, poi sono arrivati gli uomini della Digos che mi hanno chiesto i documenti. Alcune persone hanno cercato di convincerli che era solo una protesta goliardica. Loro hanno insistito per portarmi via. Era loro interesse salvaguardare l’ordine pubblico e quindi ho fatto quello che mi hanno detto”.

Se l’aspettava? “No, non pensavo di finire sull’auto della polizia e in questura”.

Gli agenti hanno colto le citazioni cinematografiche? “Certo, abbiamo passato il viaggio parlando dei film di John Landis. Sono intervenuti perché c’era il rischio che qualche sentinella venisse a sfasciarmi la faccia. Per evitare disordini hanno pensato di prelevarmi e portarmi via”.

In questura cosa è successo? “Mi hanno schedato, fatto le foto segnaletiche e preso le impronte. Mi hanno anche sequestrato il cartello con la scritta “I nazisti dell’Illinois stanno con le Sentinelle”. Dicono che è una prova di reato”.

Sicuramente finisce nella collezione dei sequestri più strani. Rischia davvero l’accusa di apologia di fascismo? “Il magistrato oggi doveva valutare il mio caso. E’ l’unica accusa che potrebbero contestarmi. Io spero solo che valuti solo di farsi una grassa risata. Al 99,9% credo che sia così. Il mio problema è quello 0,1%”.

Eppure di nazista nel suo vestito non c’era nulla. “Mi sarebbe piaciuto che qualcuno, invece che vedere un “falso Hitler”, avesse pensato al messaggio finale del grande dittatore. Il film termina con messaggio di pace e amore universale. Bisogna smetterla di odiare gli altri, anche stando in piedi in una piazza”.

Sulla Rete si sprecano gli elogi nei suoi confronti. Il più abusati sono “eroe” e “genio”. Come ha avuto l’idea? “Ho sempre avuto fastidio nel vedere questa manifestazione di persone che negano i diritti altrui. Quindi ho deciso di contro manifestare. Poi il fatto di avere studiato all’artistico, di essere appassionati di film e di aver partecipato a rievocazioni storiche ha fatto il resto”.

Cosa pensa delle Sentinelle in piedi? “Se fossimo in un paese normale non dovremmo avere a che fare con i deliri di questa gente”.

LA SCENA FINALE DEL GRANDE DITTATORE

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Francois Pesce

    Esprimo vicinanza e stima a Giampietro,sei d’esempio per il tuo coraggio di tirar fuori,in maniera nonviolenta e acuta, ciò che pensi.Credo sia un aspetto inconfutabile,comunque la si pensi. La creatività e il senso civico, quando sposano libertà di espressione e di dissenso (in quei rari casi in cui siano totalmente garantite),svegliano ed ispirano gli altri! Il gesto, articolato e al tempo stesso semplicissimo,”inscenato” da Giampietro ha innescato reazioni e questo è l’obiettivo primario!

  2. Scritto da cervello

    Lei che è cosi ” Democratico”, non pensa che il delirio sia solo il Suo…

  3. Scritto da lorenzo

    Insomma alla fine in una provicia in cui si consente sfilate di squadristi, come FN, armati di bastoni. Dove a Rovetta sfilano inazi con labari e svastiche. Dove i saluti romani si sprecano. l’unico denunciato per apologia di fascismo sarà un tizio che girava per sfottò con il libretto di Hitler. Tra l’altro per sfottere i nazi…..

  4. Scritto da giusilla

    Miki le persone che come te parlano di leggi universali e simili mi lasciano sempre un po ‘ perplessa. Perché non vai a parlare di diritti ai bambini che riempiono gli orfanotrofi? I figli sono di chi li cresce, i figli sono di chi, attimo dopo attimo, respiro dopo respiro, cammina accanto a loro curandone la quotidianità. Vedi nella mancanza dell’allattamento al seno un diritto negato? I diritti negati a questa infanzia abbandonata non sono certo di quel tenore…..

  5. Scritto da Vittorio 1957

    Sono con Giampietro!Troverei grottesca qualsiasi tipo di denuncia nei suoi riguardi!Lla Digos farebbe bene ad isolare quella banda di delinquenti che ad ogni partita della DEA mette a ferro e fuoco la città’,invece di fermare un cittadino che in modo civile e rispettoso della democrazia manifesta il proprio dissenso! Resto altrettanto stupito del fatto di nn vedere mai nessuno di Casa Pound o F.N.venire fermato x apologia di fascismo!Belotti invece si!Lacultura e l’intelligenza fanno PAURA!

  6. Scritto da Q

    Volenti o nolenti,il gesto di protesta messo in atto dal grande Giampietro B. ha surclassato alla grande quello delle”sentinelle”de chè,pertanto BRAVO GIAMPIETRO 1 a 0 per te!

  7. Scritto da claudio

    complimenti a lui….ognuno manifesta come crede,…purchè rispetti la libertà degli altri,….ma dire che persone in piedi mute..e che fingono di leggere siano deliri, non gli fa onore…..altrettanto potremmo dire di lui…….

  8. Scritto da Veronica

    Gianpiero sei GRANDE!

  9. Scritto da miki78

    intanto il ministro Alfano ben fa a diramare un invito ai prefetti a far smantellare i registri illegali (folclore locale un po come la padania) di fantomatiche unioni civili dello stesso sesso. La famiglia e’ una sola: uomo e donna. Oltre le leggi lo rende ovvia la natura. Due donne non possono fare figli se non vanno a comprarlo idem due uomini.Prima i diritti dei bambini.Poi se vogliono fare coppia nulla in contrario,se preferiscono persone dello stesso sesso idem.

    1. Scritto da Enrico

      Ciao ma se quindi io (uomo) mi facessi cambiare sesso e diventassi una donna E la mia ragazza facesse lo stesso diventando uomo potremmo tranquillamente sposarci/fare figli/adottare bambini restando all’interno dei canoni della tua “legge di natura”?
      O la cosa arriva fino al sesso cromosomico?

    2. Scritto da conrad

      Per famiglia intendi uomo e donna separati che litigano e si menano da mattina a sera davanti ai figli ? Sono questi i diritti dei bambini ? Certo, meglio lasciarli in orfanatrofio che darli a 2 uomini/donne che si amano…..

      1. Scritto da Marika

        Sei un grande! Chi andrebbe portato in questura sono i rievocatori del nazifascismo che ogni anno si radunano a Rovetta ben protetti dalle forze dell’ordine.

    3. Scritto da TT

      Che cara persona sei miki,sicuro/a(il tuo nik non specifica bene tuo sesso…)di non aver sbagliato e confuso tua data di nascita 78 con 28…?!

      1. Scritto da miki78

        Io sono per il riconoscimento di diritti alle persone che vogliono convivere (potrebbero essere anche 2 mie zie che gay non sono) ma da qui a dargli lo status di famiglia ce ne vuole. i sentimenti non hanno necessita di essere regolamentati dalla legge. La famiglia (ce ne una sola certificata dalla dichiarazione universale dei diritti dell’uomo ) si. Dare dell’omofono a chi vuole affermare questi principi e’ nazista e criminale. e serve solo per nascondere la verita.

      2. Scritto da miki78

        Pensi che la data di nascita sia un problema? pensi che se io fossi uomo o donna, o del 78 sia un pericolo per una piccola lobby molto potente che ha solo come interesse primario i propri capricci? io non ho nulla contro i gay anzi diversi miei amici lo sono ma ai gay veri di tutte queste fregnacce non gliene frega nulla. I gay veri non ti fanno pesare che lo sono. vivono la loro vita senza problemi e senza subire discriminazioni. ….segue

    4. Scritto da Daniele

      Nel tuo discorso hai messo sullo stesso piano il matrimonio omosessuale, con tutti i diritti di coppia che ne conseguono e dai quali gli interessati sono ingiustamente esclusi, con le adozioni agli omosessuali, tema di dibattito minore e sopravvalutato ma di grande impatto emotivo, dimmi che l’hai fatto per sbaglio eh?

      1. Scritto da miki78

        se dare uno status di matrimonio (sai almeno cosa significa la parola?) alle convivenze e’ sbagliato, le adozioni sono peggio. Nelle adozioni gay vengono calpestati i diritti dei bambini che vengono defraudati dal diritto di essere allattato (ad esempio) dalla propria madre, e alla madre che lo ha generato di essere (vista la sua condizione di debolezza…) defraudata del diritto di tenere fra le braccia e crescere il figlio che ha generato. Lo facevano i nazisti e i dittattori argentini.

        1. Scritto da Daniele

          Mi sembri totalmente fuori strada. Tranquillizzati, nessuno ha intenzione di strappare lattanti dal seno della madre, il dibattito sulle adozione alle coppie omosessuali verte su bambini senza genitori (come per qualsiasi adozione).
          E comunque vedo che insisti nel mescolare le carte, qui si parla di lotta all’omofobia, che le sentinelle vorrebbero stroncare, non di unioni gay né tantomeno di adozioni. Nel tuo discorso metti omofobia, adozioni e matrimonio sullo stesso piano… boh.

          1. Scritto da miki78

            lotta all’omofobia? La violenza contro le sentinelle facendole passare per omofobe e’ nascondere la verita’ alla gente che molti media fanno. Raccontare falsità’: le sentinelle vogliono solo affermare la libertà’ di poter affermare che l’unica famiglia e’ tra uomo e donna senza andare in galera come vorrebbe S. . guarda cosa succede in francia: nessun media serio ne parla.Repressione poliziesca e arresti a chi manifesta contro chi ha imposto il pensiero unico: anche Hitler lo faceva.

  10. Scritto da Prof

    Giampietro Belotti, ti voglio bene! Se passi dalle mie parte sei invitato a pranzo e cena.

  11. Scritto da Mister Bean

    Sono divertito dalla genialata del sig. belotti: bravo. Sono però contrario a qualsiasi forma di contromanifestazione, in quanto la ritengo una provocazione. Se voglio manifestare il mio pensiero non ci devono essere altri ad impedirmelo, anche con forme satiriche: lo facciano in altri momenti, manifestando la propria idea. E che qualche genio non mi venga a dire che sono a favore di qualcuna delle parti in causa. La libertà di pensiero è un diritto fondamentale dell’uomo

    1. Scritto da Daniele

      Il tuo è un punto di vista incondivisibile. In pratica rivendichi il diritto ad esprimere senza contradditorio qualsiasi ideale, anche il più turpe. Ricordiamo che è proprio attraverso queste rivendicazioni che l’antisemitismo ha preso piede in Europa novant’anni fa, con le conseguenze che ben conosciamo, e forse il riferimento al Grande Dittatore (che fu la massima vetta raggiunta dall’opposizione ideologica al fascismo in quell’epoca) non era casuale.

    2. Scritto da pio

      lei ha uno strano concetto di democrazia: loro possono manifestare per diffondere odio e ignoranza e gli altri non possono rispondere. Non funziona così: le piazza sono di tutti e chiunque può esprimere la sua opinione, anche vestendosi da nazista dell’Illinois.

      1. Scritto da robby

        odio e ignoranza: quante falsita’ sapendo di mentire. Odio e ignoranza e’ diffuso da chi contesta facendo passare omofobi chi non lo e’. Chiedere il diritto di affermare la famiglia naturale non e’ omofobo. Chi da dell’omofobo getta “odio e ignoranza”. penso sia più’ “omofobo ” l’atteggiamento discriminatorio delle due lesbiche bianche che hanno comprato un figlio e hanno scoperto che era nero e hanno protestato…Ma qui non se ne parla e’ out. Questa e’ discriminazione il resto fuffa.

        1. Scritto da mt_thecap

          Troppo d’accordo con te!

  12. Scritto da paki

    il Problema non è rispettare le idee altrui. il problema è che l’UMANITà VA VERSO L’AUTODISTRUZIONE: NON ESISTONO Più VALORI CRISTIANI:LA FAMIGLIA (UOMO,DONNA) I FIGLI AVUTI DA UN NORMALE RAPPORTO D’AMORE.TUTTO e’ RIDOTTO A SLOGAN E FAI DA TE. DIO QUESTO NON LO ACCETTA.TUTTO QUANTO STA ACCADENDO GUERRE E STRAVOLGIMENTO DELLA NATURA UMANA (COMPRESO LA FECONDAZIONE IN VARIE FORME). ESISTE LA CLONAZIONE,SULLA TERRA.MA VOI NON LO SAPETE!) SONO OPERE SATANICHE.

    1. Scritto da -Stan (Padania celtica)

      Se e’ per questo esistono droidi antropomorfi ai piu’ del tutto indistinguibili dagli umani reali (anche se non saprei dire chi e’ comparso prima sulla terra). Qualche esempio? Draghi,Andreotti,Kodorkowsky: volti e orecchie non di questo pianeta. E se il “si-puo’-fare!” di Gene Wilder non fosse solo la battuta di un film?

    2. Scritto da Narno Pinotti

      A proposito di stravolgimento della natura umana e di valori cristiani, se lei è sposata i casi sono due: o ha 11 figli, come la natura e la dottrina cristiana imporrebbero; oppure ne ha al massimo 3, il che significa che ha fatto uso di anticoncezionali, i quali non sono né naturali né consentiti dalla dottrina cattolica.

      1. Scritto da La verità fa male

        Perchè proprio 11 figli e non 15 o 22? oppure magari non ne ha nemmeno uno perchè ha problemi fisici. Siete incredibili voi laicisti duri e puri: non credete alla dottrina cattolica però usate i dogmi della dottrina cattolica per dimostrare l’incoerenza dei credenti P.S. del resto anche io potrei dire: se credete nello Stato laico puro, quando dite “via i crocefissi e i simboli religiosi” dovete aggiungere “via anche le moschee”, se non si dice anche “via le moschee” non si è laici!)

        1. Scritto da Narno Pinotti

          10-11 figli erano normali nelle famiglie rurali di 70 anni fa, come il prete che svergognava le sposine che a un anno dalle nozze non avevano ancora partorito. E sì, i cattolici sono ipocriti e incoerenti perché al 90% non seguono la Chiesa nella morale sessuale. Quanto alle moschee, non sono simboli religiosi, perciò solo un dissociato logico e lessicale come lei può metterle con i crocifissi. Intanto le chiese cattoliche sono pagate dalle tasse di tutti, quelle protestanti e le moschee no.

          1. Scritto da La verità fa male

            O.K. non le piacciono i cattolici “ipocriti”, a me invece i cattolici non danno fastidio (tanto non è nè il cattolico integralista nè il talebano musulmano e meno che mai il Sacro Cultore dello Stato Laico a modificare i miei atteggiamenti e le mie convinzioni). Un super laico come lei dovrebbe aborrire allo stesso modo i cattolici integralisti e i talebani dell’Islam ma ecco che qui scatta il vostro “tic” automatico del timore reverenziale nei confronti dei più forti ….

          2. Scritto da Narno Pinotti

            Vedo che la dissociazione è cognitiva. Se trova una mia parola, scritta non solo qui sopra ma dovunque, che esprima un milligrammo di non-disgusto e non-orrore per i talebani e gli integristi religiosi in genere, le regalo i soldi per la terapia dal logopedista di cui ha urgentissimo bisogno. Quanto alle convinzioni, ovvio che nessuno possa cambiargliele, visto che di sue non ne ha nemmeno una: legge Libero per sapere cosa pensare ogni mattina. (Pensare, che parola grossa!)

          3. Scritto da La verità fa male

            Eh già, chi “pensa” diversamente da voi professorini di sinistra ha bisogno del logopedista, è un dissociato: mi commuovono i saputelli come lei. Si rilegga qualche volta, e faccia la proporzione tra il numero elevato di sparate laiche che fa contro la Chiesa cattolica e il numero molto esiguo (infatti sono assiduo frequentatore di questo forum eppure non ne ricordo una…) di sparate che fa contro i talebani di altre religioni. Confermo che leggo Libero, ognuno ha le sue letture

          4. Scritto da Narno Pinotti

            Lei è dissociato perché per gravi carenze logiche non è in grado di condurre un’argomentazione: come si dimostrava qui sopra, continuamente cambia discorso per poi accusare chi risponde di aver replicato al nuovo discorso,oppure associa o tira in ballo cose che non c’entrano per poi frignare se le si fa notare che non c’entrano. E legge Libero non per opinioni diverse, ma perché là scrivono come lei e aspirano a farsi leggere da gente come lei.

          5. Scritto da La verità fa male

            Lei invece è uno che possiede il monopolio della logica e dall’alto della sua scienza impartisce lezioncine a noi poveri commentatori somari … ma non scherziamo please. Guardi che non frigno, per me lei può anche a sentirsi un padreterno (peraltro è in numerosa compagnia di tanti soloni salottieri di sinistra), tuttavia io seguo da anni questo forum e non ricordo un suo solo commento contro i talebani di altre religioni, mentre ricordo molte sue invettive contro i cattolici

          6. Scritto da FabioR79

            Siete solo uno il troll dell’altro, andate in pace nonché auguri e figli maschi :-) ma a parte questo… scusi signor/a ‘La verità’ ma perché non si potrebbe criticare un credente secondo i suoi proprio dogmi? E su cos’altro allora, se non la fedeltà e coerenza agli stessi? Fossero anche ideali talebani, la coerenza porta rispetto, altrimenti saranno disprezzo e sbertucciamento.

    3. Scritto da pimpa

      fatti curare!

      1. Scritto da Luciano

        Ahahahah, qui ci vuole Padre Amorth o un esorcista equivalente!!!

    4. Scritto da michele

      già per il fatto che urli dovresti capire che non ci stai con la testa.

  13. Scritto da RITA

    “Ho sempre avuto fastidio nel vedere questa manifestazione di persone che negano i diritti altrui”.
    ha centrato il punto, bravo, e migliaia di persone hanno dimostrato l’apprezzamento per il suo gesto, al contrario della buffonata delle sentinelle che raccoglie il consenso di 20 omofobi a città quando va bene.

  14. Scritto da Bianca

    Nessuna Sentinella in piedi avrebbe mai “sfasciato la faccia..” non sono violente! Le violenze le hanno sempre subite dai falsi “pacifici” e provocatori, come le accuse di questo signore dimostrano.

    1. Scritto da Fra

      Cara Bianca… lo capisco che mischiare storia, cinema, satira, attivismo politico e lotta per i diritti sia oggettivamente complesso, ma il fatto riportato nell’articolo è semplice da capire… su, da brava, sforzati un po’ di più di leggere meglio la prossima volta prima di scrivere, ok? :)

    2. Scritto da unoqualunque

      studia e riprova

  15. Scritto da Filippo

    Dice il sig. Belotti a proposito di : Cosa pensa delle Sentinelle in piedi? “Se fossimo in un paese normale non dovremmo avere a che fare con i deliri di questa gente”.
    ECCO QUESTO E’ IL SENSO DEMOCRATICO E DELLA LIBERTA’ DI PENSIERO E DI OPINIONE DI QUESTO SIGNORE AL QUALE FORSE LA DIVISA DEL DITTATORE NON E’ DEL TUTTO INAPPROPRIATA.

    1. Scritto da Michele

      Filippo, se non riesci a cogliere la notevole sottigliezza culturale di questo coraggiosissimo “grande dittatore” non sai neppure capire il significato di democrazia e libertà di pensiero. Per questo non mi stupisco della tua risposta da perfetto perbenista, ottuso e bigotto.

    2. Scritto da Bianca

      condivido! E aggiungo che nessuna Sentinella in piedi gli avrebbe “spaccato la faccia..” perché le Sentinelle non sono violente!

      1. Scritto da Berny

        Le TUE sentinelle,non sono violente dove non gli é permesso di esserlo. Informati un attimo e vedrai che é cosi!

      2. Scritto da Emanuele

        Le sentinelle non sono violente? Ma avete visto il video di Napoli ad esempio? Ridicoli…

      3. Scritto da Lucia

        Se negare i diritti non è un atto di violenza, allora la violenza cos’è ,solo prendere a manganellate la gente? Dovreste rivedere sul vocabolario il significato del termine!

        1. Scritto da Ridiamo

          Le sentinelle invece hanno diritto di manifestare il loro pensiero o no?

          1. Scritto da nino cortesi

            E le persone per bene, che sono quelle che rispettano i diritti altrui e non sono certo le sentinelle, no?

          2. Scritto da Rubentus

            Chi fa contromanifestazioni è un provocatore. Geniale, magari, ma sempre provocatore.

  16. Scritto da Paolo

    Un grande numero da Cabaret ! È quello che resta da fare in un Paese che fa ridere!(quelli che non ci abitano…). Non ho capito cosa c’entro l’apologia di fascismo dal momento che il Belotti non ha sostenuto, bensì sbeffeggiato con il suo goliardici travestimento una certa ideologia che, tra l’altro, negava ogni diritto agli omosessuali! Quindi gli apologi sono semmai le sentinelle… O no??… Paolo

    1. Scritto da Mister Bean

      Non credo. Questi manifestano pacificamente senza bandiere o divise. E io sono per la libertà di espressione, anche quando va contro i miei convincimenti. Invece quelli che “hanno ragione solo loro e gli altri torto quindi devono stare zitti” sono i peggiori antidemocratici e quindi i più pericolosi, perchè arrivano anche alle mani pur di impedire l’espressione delle idee diverse dalle loro. Sono integralisti, molto somiglianti a quelli che “vanno di moda” in medio oriente.

      1. Scritto da Daniele

        Non hai capito qual’è il problema. Tutti hanno diritto alla libertà di espressione, ma quando l’esercizio di tale diritto contempla la negazione dei diritti di altre persone allora c’è chiaramente qualcosa che non va. Abbiamo in tutta Europa e nel mondo leggi contro l’omofobia, l’istigazione all’odio razziale, l’apologia di fascismo e nazismo. Chiediti il perché.

  17. Scritto da Adriano G. V. Esposito

    Be’ immagino che gli agenti della DIGOS in questi casi siano obbligati.

    Per questo non faccio l’agente della DIGOS.

    Per quanto riguarda l’1%, nel malaugurato caso, dove si ricarica la PostePay del tizio?

  18. Scritto da Gio

    Sotto le illuminate leggi del 3 Reich contro gli omosessuali. La divisa come minimo ha prelevato la persona sbagliata.

    Grande Belotti

    “Un uomo che commette atti licenziosi e lascivi con un altro uomo o permette l’abuso su di sé di atti licenziosi e lascivi, deve essere punito con l’imprigionamento. Se uno dei due coinvolti ha meno di 21 anni, al momento del compimento dell’atto la Corte può, specialmente in casi particolari, inasprire la punizione.”

  19. Scritto da satyagraha

    Sono davvero preoccupata di vedere come una visione distorta sul loro ruolo continui a diffondersi in rete provocando picchi di odio e ondate di insulti. Occorre meglio informarsi, siamo responsabili delle cose che diciamo e delle conseguenze che inneschiamo con le nostre parole e i nostri gesti.

  20. Scritto da satyagraha

    Chiederei a tutti, in primis al giovane che ha inscenato questa sua personale protesta, di informarsi su che cosa vuole affermare la protesta delle sentinelle e capire che non ha niente a che fare con i diritti degli omosessuali, (che, insieme a quello sui diritti delle coppie di fatto, sono un capitolo della democrazia ancora da scrivere) ma con la tutela della libertà di pensiero e di espressione, previsti dalla Costituzione e dalla Dichiarazione Universale dei diritti dell’uomo.

  21. Scritto da Luca

    Elegante pacifico ironico e ricco di stile … Un genio … é un grande Tanta stima !

  22. Scritto da apologia

    fermino quelli che veramente fanno apologia, quelli delle manifestazioni di Rovetta o del cimitero di BG. Ma quelli sono dei personaggi “potenti”…

  23. Scritto da Luigi

    A me Chaplin e Landis son venuti in mente subito. Ed anche il discorso de “Il grande dittatore”. Dico questo non per menare vanto, ma per dire che il messaggio a qualcuno è arrivato. Grazie.

  24. Scritto da CHESTER

    I blues brothers approvano! Onde evitare spiacevoli futuri inconvenienti consiglio all’artista di vestirsi in camicia bianca con maniche rimboccate, una taglia in meno e colletto slacciato.

  25. Scritto da nino cortesi

    Inoltrata richiesta al Belotti di amicizia in Facebook.
    Le sentinelle sono una vergogna, sono già alle medie della scuola di Hitler.

  26. Scritto da Pnk

    Grandissimo.. un esempio

  27. Scritto da orso orobico

    Se la scritta “i nazisti dell’Illinois stanno con le sentinelle” è apologia del fascismo, allora anche il film di Landis è apologia del nazismo, cosi il film di belushi, e non una parodia.. allora cancelliamo dal vocabolario la parola “Parodia”..

  28. Scritto da Giulio

    Segnalo un refuso: il titolo del testo di Hitler è “Mein Kampf”

  29. Scritto da La verità fa male

    In questa vicenda le cose ridicole sono tre 1) l’esistenza delle “sentinelle” 2) la pagliacciata del “grande dittatore” che voleva solo esibirsi e farsi notare 3) il fatto che esistono leggi liberticide, assurde come l’apologia del fascismo o la legge Mancino che “costringono” la Digos o qualche alto burocrate in vena di fare il censore a intervenire come se si trattasse di una questione pericolosa. Detto questo, se si inizia a vietare a qualcuno di manifestare siamo alla frutta

    1. Scritto da Daniele Perotti

      Tranquillo, finché sarà permesso scrivere cose come quelle che hai scritto qui la libertà di espressione non sarà mai in pericolo.

    2. Scritto da Alys

      Ma tu la storia a scuola l’ hai studiata?

      1. Scritto da La verità fa male

        La storia la conosco bene, e proprio per questo mi fa paura uno “Stato etico”, facente parte dell’Unione Sovietica Europea politically correct, che pretende di stabilire a priori quali opinioni sono consentite e quali opinioni sono vietate con leggi liberticide come quelle di apologia al fascismo, vilipendio alla bandiera e alle istituzioni e legge Mancino (e infatti, in base a queste leggi liberticide, la Digos è intervenuta contro una persona che manifestava le proprie idee)

        1. Scritto da Erlkonig

          Tranquillo, quelli veri di CasPound o BloccoStudentesco con saluto romano, croci celtiche, svastiche e tirapugni, cinghie e spranghe nel furgone, non li toccano nemmeno.

          1. Scritto da Fm

            Giusto! Digos e ffdoo ai neofascisti quelli veri, fanno la scorta, permettendogli di scorrazzare indisturbati per le città con il loro triste armamentario e i loro messaggi di morte, razzismo e odio. Chi va in galera regolare sono gli antifascisti. Un GRAZIE a GB per aver svelato con leggerezza e intelligenza quanto l’ideologia fascista intollerante e omofoba stia dilagando sempre di più in questo paese allo sbando. BRAVO!

          2. Scritto da par condicio

            è par condicio. Non toccano nemmeno quei bravi ragazzi dei centri sociali.

    3. Scritto da plinio

      il fatto che “voleva solo esibirsi e farsi notare”, è solo una sua opinione.
      a me invece sembra che il punto 2) non fosse una pagliacciata, ma un modo, evidentemente riuscito, di far parlare (e ragionare) sul punto 1)

      1. Scritto da La verità fa male

        Ritengo che sia “il grande dittatore” che “le sentinelle” volessero solo esibirsi, farsi notare, far parlare di loro, tuttavia in una nazione seria e liberale deve essere consentito a chiunque di esprimere le proprie opinioni (senza interventi della Digos o di occhiuti censori e zelanti burocrati) anche in modo discutibile e anche se con esibizionismo, fino a quando la persona che esprime le proprie opinioni lo fa senza usare violenza e senza impedire ad altri di manifestare le loro idee

  30. Scritto da Roberto

    Tutta la mia solidarieta’ a Belotti, che ha solamente ricordato alle “rispettose” (solo all’apparenza) Sentinelle dell’omofobia che le loro idee (omosessuali contronatura dunque indegni di avere diritto a una vita famigliare) sono pericolosamente simili a quelle dei nazisti.

  31. Scritto da ManuMera

    Una brillante idea di un uomo di cultura. Grazie!

  32. Scritto da diocleziano

    Ha messo in scena una provocazione geniale, e noto divertito che alcuni commentatori hanno svelato palesemente la loro malafede.. Ha fatto bene. Vivi e lascia vivere.

  33. Scritto da Padania Celtica

    Ma poi,tecnicamente: i nazisti dell’Illinois esistono solo nella geniale mente malata di John Belushi. Al braccio porta non una croce celtica/svastica ma la X del “grande dittatore”. Su cosa farebbe leva l’accusa? Se io vado in strada vestito da tenerone del drive in con una copia del Mein Kampf e lo leggo sono passibile di apologia di fascismo o solo di tirini da parte dei passanti? Allora se leggo la peggio gioventù di Moretti sono un brigatista e/o faccio l’apologia delle Br? Boh..

  34. Scritto da Roberto

    Era il piu lontano dai nazisti della piazza. Grande! complimenti per le citazioni!

  35. Scritto da Marco C.

    E mi unisco anche io : GENIO ! da parte mia si merita un applauso.

  36. Scritto da Renato Santin

    Di geniale nel gesto del sig. Belotti ci vedo assai poco… dichiarare che in un paese normale non dovremmo avere a che fare con certa gente è discriminatorio ed esprime il contrario di quanto, ipocritamente, il Belotti vorrebbe affermare. Non faccio parte delle “sentinelle” ma ritengo che ognuno, soprattutto se pacificamente, possa esprimere idee e proteste.

    1. Scritto da Mirko

      Caro Renato, il sig. Belotti non ha voluto negare il diritto delle sentinelle di manifestare: ha osservato, semmai, quanto sia meschino scendere in piazza per difendere la violenza omofoba, a parole o fisica. Perché forse ti sfugge una cosa: chi è in piazza manifesta per chiedere che la violenza motivata da odio verso gli omosessuali non sia considerata un’aggravante esattamente come vengono considerate aggravanti violenze motivate da razzismo o religione.

  37. Scritto da PacKy

    Coraggioso e geniale. Complimenti.

  38. Scritto da benito

    signori della digos andate in stazione ed altri luoghi di spaccio e controllate i quartieri dove ci sono furti nelle case spaccio microdelinquenza ecc. ecc.

    1. Scritto da simone

      ecco giusto!

  39. Scritto da FabioR79

    Non siamo in un paese normale, abbiamo un secondo Stato molto forte in mezzo a noi, molto integrato nelle ganasce del potere :-) che fortuna l’eredità storica, neh? :-) Però c’era davvero questo rischio di ordine pubblico? Ci sono già stati episodi di violenza delle sentinelle (o simpatizzanti) verso chi contro-manifesta, silenziosamente o meno?

  40. Scritto da Pigi Mazzoli

    Sì, sì, genio ed eroe.

  41. Scritto da Luciano

    Giampietro è un gigante! E l’ostentazione di forza e controllo dello stato (in minuscolo) è patetica. Sì, sì, correte dietro ai Giampietro di tutta Italia, intanto che squali e caimani dilaniano il Paese e i Cittadini…. Bravo Giampietro, la verità fa male solo ai bugiardi! Finirà un Paese in macerie, con queste istituzioni……

  42. Scritto da Laura

    Sei un grande. Salvi la faccia ad una città che definire bigotta è riduttivo. Davvero hai la mia stima.

  43. Scritto da antonio

    tranquillo la faccia restava integra. i picchiatori sono a sx e non tra le sentinelle sempre impassibili e che non hanno mai risposto alle provocazioni dei tolleranti (con tutti tranne con chi non la pensa come loro). Adesso otterrà ciò che voleva e cioè un invito a pomeriggio 5 a parlare della sua pagliacciata.

    1. Scritto da Maurizio

      Ho una diversa memoria della storia d’Italia.. mi par di ricordare i picchiatori tutti a destra che era in quegli anni emarginata dalla vita politica (salvo utilizzare di tanto in tanto quei voti, quando servivano alla DC)
      All’estrema sinistra, gruppi di rivoluzionari armati (non uso apposta il termine terroristi, non avendo fatto attentati a casaccio, non avevano lo scopo di seminare il terrore, ma di colpire obiettivi mirati.

      1. Scritto da mt_thecap

        Sei fuori di testa, manchi di rispetto per i morti a causa delle Br e per tutte le violenze dei sinistrorsi che per anni (e ancora oggi) l’Italia ha dovuto subire. Vergognati e studia.

      2. Scritto da La verità fa male

        Il suo è il commento più sconfortante che abbia mai letto! quindi per lei i picchiatori erano “tutti a destra” perchè quelli di sinistra non volevano seminare il terrore ma solo “colpire obiettivi mirati”. A parte che anche quelli dell’estrema sinistra menavano e menano alla grande, mi spieghi profondamente quale è la differenza tra una persona picchiata dai fascisti e un “obiettivo mirato” perchè non penso che l’obiettivo mirato fosse felice di prendersi una fucilata

        1. Scritto da kurt Erdam

          Premettendo che personalmente non mi riconosco negli uni né negli altri senza bisogno di analizzare profondi trattati di storia contemporanea ma semplicemente leggendo la cronaca riportata sui quotidiani anche la mamma del gatto ha capito che le strategie delle brigate rosse e dei fascisti erano diverse,le prime colpivano il singolo individuo,vedi Montanelli,Moro,, ecc… i secondi,invece,colpivano la massa,vedi piazza della loggia,banca dell’agricoltura,stazione di Bolgna ecc….

          1. Scritto da La verità fa male

            eccolo qui il genio… quindi “colpire il singolo individuo” (Moro, che tra l’altro era un’autorità pubblica in quel momento, oppure Indro Montanelli) era meno grave o comunque “più giustificabile” che colpire la massa? voi di sinistra straparlate …. P.S. peraltro anche quando ci sono le manifestazioni dei centri sociali o certe manifestazioni di estrema sinistra colpiscono nel mucchio, assalendo la polizia e sfasciando tutto quello che trovano

          2. Scritto da kurt Erdam

            Si risparmi le solite starnazzate citrulle,impari a leggere,ho scritto chiaramente che non mi riconosco negli uni né negli altri.Lei racconta sempre le solite stupidaggini di parte senza essere informato.Il mio intervento era solo per erudirla in merito alle differenze operative fra terroristi di destra e di sinistra negli anni 60/70.La violenza non si giustifica MAI(e neppure i cretini).Poi i”i sinistri”sono scappati e restano latitanti,i fascisti,invece operano liberamente(vedi zorzi)

    2. Scritto da filippo

      A me la pagliacciata sembra la vostra.

    3. Scritto da Betta

      E te hai ottenuto i tuoi 10 secondi di fama scrivendo questo commento

  44. Scritto da Daniele

    Un grande, ha tutta la mia stima, vorrei tanto stringergli la mano.

  45. Scritto da Luciano

    anche questa volta abbiamo dimostrato che siamo un popolo d’ignoranti…….

  46. Scritto da Andrea

    “Se fossimo in un paese normale non dovremmo avere a che fare con i deliri di questa gente”

    Ma io dico… TI BATTI PER I DIRITTI DI QUALCUNO E COSA TI FA PENSARE CHE CHI LA PENSA DIVERSAMENTE NON ABBIA DIRITTO DI MANIFESTARE IL PROPRIO DISSENSO?? Non voglio schierarmi ne per ne contro l’argomento… Ma certe frasi mi fanno salire il sangue alla testa!

    1. Scritto da Mirko

      Caro Andrea, qui nessuno sostiene il diritto delle sentinelle di manifestare: qui si osserva, però, quanto sia meschino scendere in piazza per difendere la violenza omofoba, a parole o fisica.
      Perché forse ti sfugge una cosa: chi è in piazza manifesta per chiedere che la violenza motivata da odio verso gli omosessuali non sia considerata un’aggravante esattamente come vengono considerate aggravanti violenze motivate da razzismo o religione.

      1. Scritto da Mirko

        PS: c’è un errore in quello che ho scritto. Volevo dire “qui nessuno nega”, anziché “qui nessuno sostiene” (altrimenti quello che ho scritto dopo non ha nessun senso)

        1. Scritto da Margot

          Non ti preoccupare…. Freud chiamava lapsus questo affioro di vera intenzione. Ecco perché quello che hai scritto dopo prende senso.

          1. Scritto da mt_thecap

            Ah cavoli… Ecco i veri fascisti. Libertà di pensiero per tutti meno per chi non la pensa come me. Complimenti!!!

          2. Scritto da Davide

            Ed ecco che lo stesso lapsus freudiano ha fregato anche te cara Margot!

    2. Scritto da daniele

      si batte contro chi quel diritto non vuole concederlo…loro protestano per restare gli unici titolari di questo diritto.. le sembra una cosa corretta? Il suo “non voglio schierarmi” è inutile, perché dal suo commento si capisce benissimo che non è per niente obbiettivo.

  47. Scritto da Gitantedomenicale

    “Se fossimo in un paese normale non dovremmo avere a che fare con i deliri di questa gente”.
    Spero che sia evidente a tutti che la frase così riportata o è un errore del giornalista oppure i messaggi di pace universale a senso unico sono sono soltanto parole vuote. E comunque anche il termine diritto è usato in modo improprio e contraddittorio. Si parla troppo spesso di “diritti” in questo paese, soprattutto quando si vuole evitare le discussioni nel merito

    1. Scritto da aad

      be’, non ha detto che non devono esprimere la loro opinione, ha solo detto che se fossimo in un paese civile (secondo lui) non avremmo a che fare con… cioè, magari, non ci sarebbe gente che la pensa così.

    2. Scritto da Alessandro

      E’ un diritto protestare, ma quando si protesta per evitare che vengano concessi dei diritti civili è da ignoranti scendere in piazza e dare una voce ai propri deliri.

    3. Scritto da Manuel

      Se uno mi impedisce, per delle sue convinzioni senza supporto reale, di essere me stesso, egli è un nazista, un fascista, un talebano, un pazzo delirante! Le sentinelle in piedi propagandano odio e disprezzo per una realtà naturale ed esistente da sempre e, come tutti gli ipocriti primi fra tutti i fascisti, si appellano alla democrazia, che essi disprezzano, e al diritto, che essi negano, per propagandare la loro mancanza di democrazia e di rispetto dei diritti.

    4. Scritto da nel merito...

      “manifestazione di persone che negano i diritti altrui”, queste autoproclamatesi “sentinelle”, non manifestano x conquistare un diritto, ma x negarlo ad altri. Adulti e consenzienti. E’ x questo che “Se fossimo in un paese normale non dovremmo avere a che fare con i deliri di questa gente”.

      1. Scritto da Gitantedomenicale

        Ma il diritto di chi? Il diritto dell’individuo di poter esprimere liberamente la propria sessualità o il diritto di un bambino ad avere una famiglia naturale? Il diritto di una coppia omosessuale ad essere riconosciuta come famiglia o il diritto della famiglie procreative ad essere tutelate per la loro specificità e come mattoni indispensabili per la sopravvivenza della società? I diritti, a volte, soprattutto in carenza di risorse, confliggono.

        1. Scritto da Maurizio

          Credo si riferisse al diritto di poter dire che un bambino dovrebbe crescere con un papà e una mamma. Non siamo più sotto il fascismo, si dovrebbe concedere la libertà di affermare anche queste cose (gente come Vladimir Luxuria ha esplicitamente detto che lo scopo della legge Scalfarotto sarebbe anche quello di impedire di formulare certe opinioni).

    5. Scritto da Daniele

      Quindi ci hai fatto la supercazzola per rivendicare nuovamente il diritto a protestare contro i diritti delle altre persone. Applausi.

  48. Scritto da plinio

    mi unisco al coro: Giampiero Belotti lei è un genio.

    1. Scritto da Flavia

      complimenti Giampiero…. la protesta non poteva essere pensata in modo migliore.

    2. Scritto da Eugenio

      Oh, finalmente anche Bergamo avrà un Nobel. Era ora! Grazie Belotti!