BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

I peli sul cadavere di Yara non sono di Bossetti: ha avuto un complice?

Le anticipazioni che emergono dalla perizia di Carlo Previderà, incaricato di ricercare il Dna di Ignoto1 sul corpo di Yara, da una parte potrebbero alleggerire la posizione del carpentiere di Mapello, ma dall'altra dar peso all'ipotesi di un complice nel delitto della 13enne di Brembate Sopra

I peli ritrovati sul cadavere di Yara Gambirasio non appartengono a Massimo Giuseppe Bossetti. Nuovo capitolo nell’intricato caso delle 13enne di Brembate Sopra barbaramente uccisa la sera del 26 novembre 2010 e ritrovata in un campo di Chignolo d’Isolo solo tre mesi dopo.

Le prime anticipazioni che emergono dalla perizia di Carlo Previderà, Università di Pavia, incaricato di ricercare il Dna di Ignoto1 sul corpo di Yara, che sarà consegnata entro la fine di luglio, rivelano che non c’è corrispondenza. I peli umani (ce ne sono anche di animali) rinvenuti sul corpo di Yara non appartengono a Ignoto 1, e quindi al presunto omicida Massimo Giuseppe Bossetti, secondo gli inquirenti. Risultati che da una parte potrebbero alleggerire la posizione del carpentiere di Mapello o, dall’altra, dar peso all’ipotesi di un complice nel delitto.

Come ipotizzato da Giorgio Portera, il genetista della famiglia Gambirasio, nei giorni scorsi a Bergamonews: “Non ci sono parametri per escluderlo o confermarlo. Ma la mia idea è che Bossetti possa non aver agito da solo quella drammatica sera”.

Nel frattempo gli inquirenti proseguono il loro lavoro di indagine. In questi giorni si stanno concentrando sulle tracce rilevate con il luminol sui veicoli usati da Bossetti. All’interno della Volvo V40 e del furgone Iveco Daily i carabinieri del Reparto investigazioni scientifiche hanno anche trovato peli e capelli, che sono stati a loro volta repertati.

Il luminol è stato utilizzato invece di notte, in modo da permettere a questo particolare composto chimico di far emergere delle tracce di sangue che sarebbero impossibile da vedere a occhio nudo.  I tecnici dovranno stabilire se quelle macchie siano o meno sangue. E, in caso affermativo, a chi appartengano. Allo stesso Bossetti? A un’altra persona? Forse a Yara?

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Paolo

    Ma cosa si aspettava ad analizzare i peli sul corpo di Yara?
    Li hanno trovati solo ora?
    Magari tra un anno salterà fuori qualche altra traccia…….

  2. Scritto da luca

    Invece di fare proclami e smentirli il giorno dopo basterebbe aspettare un attimo prima di fare certe dichiarazioni…si eviterebbero figuracce. Questa ansia da prestazione non la capisco.

  3. Scritto da mario59

    L’auspicio di tutti o quasi..credo sia quello che si arrivi il più presto possibile a una soluzione di questo tragico giallo.
    Auguro al Bossetti, ma più che altro ai suoi figli e a sua moglie, che le possibili ulteriori tracce di materiale organico, non complichino ulteriormente la posizione dell’attuale indagato…se invece verranno trovate prove ulteriori che lo incastrano, spero che un giorno quando saranno adulti, possano perdonarlo per il male fatto a Yara e a loro.

  4. Scritto da Benita

    e te cre do co gente come er marito de alessandra mussolini che va co le minorenni.

    1. Scritto da adolfo

      Ognuno guardi al proprio di marito,o moglie,o figlio/a…