BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Troppo caos sul trasloco Stato di agitazione ai Riuniti di Bergamo

Lunedì 19 novembre oltre 400 lavoratori degli Ospedali Riuniti di Bergamo e la Rsu aziendale si sono riuniti in assemblea per discutere di alcuni punti che destano parecchia preoccupazione e al termine dell'incontro hanno proclamato lo stato di agitazione.

Più informazioni su

Lunedì 19 novembre oltre 400 lavoratori degli Ospedali Riuniti di Bergamo e la Rsu aziendale si sono riuniti in assemblea per discutere di alcuni punti che destano parecchia preoccupazione e al termine dell’incontro hanno proclamato lo stato di agitazione.

Al primo punto della lista ci sono i continui rinvii delle date del trasloco, a cui si aggiungo il comportamento dei vertici aziendali che “pensano di disporre del personale a proprio piacere senza tenere conto delle legittime aspettative e senza la necessaria e adeguata preparazione allo stesso”, il blocco delle ferie “che di fatto subisce il personale da tre mesi e mai sottoscritto da nessun dirigente”e la confusione circa la questione del parcheggio “che al momento ha l’unica certezza di ridurci lo stipendio”.

Lavoratori e Rsu hanno approvato all’unanimità un ordine del giorno che prevede di concordare con la Daz la data del trasloco solo dopo aver accertato l’adeguata formazione e definito l’organizzazione di ogni singolo servizio e Unità Operativa del nuovo ospedale, di creare commissione di valutazione degli organici necessari al funzionamento qualitativo del nuovo ospedale, di ricercare la possibilità di recuperare risorse economiche al fine di eliminare il costo del parcheggio per i dipendenti e la garanzia delle ferie del personale secondo la normale turnazione.

“I lavoratori – si legge in un comunicato emesso al termine dell’assemblea – sono ben consapevoli dell’importanza dell’attivazione del nuovo ospedale, e non faranno mancare la loro imprescindibile collaborazione, a partire dalle assemblee di reparto, che si svolgeranno nei prossimi giorni, che individueranno le problematiche sul tappeto e le comunicheranno alla Rsu per la ricerca delle possibili soluzioni. Tutto ciò a garanzia della sicurezza dei pazienti e della qualità delle cure che non vogliamo far mancare alla cittadinanza, come abbiamo dimostrato di saper ben fare in tutti questi anni. A tal fine viene proclamato lo stato di agitazione di tutto il personale e data comunicazione agli organi istituzionali e di stampa”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da lazanzara

    Nella vicenda nuovo Ospedale stupisce l’assordante silenzio dei progettisti Pippo e Ferdinando Traversi.

  2. Scritto da mauri

    Non conosco nel dettaglio tutti i problemi che son causati dal trasloco,ma è quantomeno curioso,per non dire vergognosomche un dipendente di un’azienda paghi il parcheggio per il tempo che sta in ospedale.Io metterei l’accento sul fatto che ancora una volta i lavoratori si svegliano solo quando è troppo tardi.

  3. Scritto da verità

    CHIARIAMO, E’ STATA SOLO UNA RIUNIONE SINDACALE DOVE I LAVORATORI CERCANO DI RIVENDICARE LE LORO ESIGENZE O EGOISMI

  4. Scritto da giuliano

    bha stadio nuovo NO ospedale nuovo NO che bergamo meriti veramente di essere la Catania del NORD ?

  5. Scritto da ELLEKAPPA

    TRASLOCO A DICEMBRE, SI, DELL’ANNO PROSSIMO,L’OSPEDALE A TUTT’OGGI E’ UN CANTIERE APERTO A MENOCHE S.LUCIA FACCIA UN MIRACOLO…PER FORTUNA IAMO IN MANO A INFERMIERI E DOTTORI CHE DAL VECCHIO,SI FA PER DIRE,OSPEDALE, HAN COMUNQUE IMPARATO MOLTO IN PRMIS,VENGONO I PAZIENTI E POI FORSE LA DIREZIONE OSPEDALIERA,CHE DI AGLI NE STA FACENDO A IOSA,NON ULTIMO SULLE SALE OPERATORIE !!! BUONA FORTUNA AL PERSONALE !

  6. Scritto da Tuditanus

    Hanno ragione da vendere. L’abbandonare un polo di eccellenza per andare in un brutto punto interrogativo, gestito con la massima reticenza, non costituisce buona amministrazione.

  7. Scritto da lodovico

    E per fortuna che all’audizione in consiglio comunale il direttore generale dott Nicora aveva dichiarato che con il personale ed i sindacati non c’era nessun problema. Tutta un’armonia !

    1. Scritto da aldo

      l’esigenza e la necessità sono dei CITTADINI. I lavoratori guardano solo ai loro interessi e basta I sindacati sappiamo cosa sono e cosa fanno.

  8. Scritto da carlo

    mi sembra che il personale sanitario sia molto più consapevole dei rischi che si fanno correre ai pazienti per un forzato trasloco che Nicora deve fare per motivi politici.Meno male che ci curano medici ed infermieri e non la direzione aziendale , anzi, nonostante la direzione!

    1. Scritto da h

      concordo

  9. Scritto da lombardi?

    E’ vero che il parcheggio sarà a pagamento inevitabilmente per tutti, lavoratori dell’ospedale, pazienti e parenti? E che è anche CARO?!?
    Se così fosse è davvero un bel regalo quello della Regione e del suo mirabile presidente!! Da elettore ne terrò molto ben conto. Se così sarà questa è solo una cosa: un’altra TASSA sulla salute.

    1. Scritto da gigi

      a parte il fatto che anche oggi il parcheggio è a pagamento non capisco perchè i lavoratori dell’ospedale debbano avere il parcheggio gratis ? milioni di lavoratori usano i mezzi pubblici o pagano il parcheggio ! i pazienti non credo che paghino il parcheggio se sono degenti in corsia.

      1. Scritto da RUDY

        Userei volentieri i mezzi pubblici se gli orari fossero congrui con i nostri turni ( talvolta capita di finire alle 22 per urgenze invece che alle 21.15 cosa faccio vado a casa a piedi ? )
        NB i posti auto sono inferiori ai dipendenti e il parcheggio sara’ in comune con gli utenti

      2. Scritto da g.gianni

        Il parcheggio all’interno dei Riuniti è sempre stato gratuito, sono a pagamento quelli esterni. Gran parte del personale è femminile, viene dalla provincia ed è sottoposto a turni notturni e festivi ed è quindi praticamente impossibile utilizzzare mezzi pubblici.Tutti gli ospedali della provincia di Bergamo hanno parcheggi gratuiti per i dipendenti come molte aziende pubbliche e private.

      3. Scritto da costi

        Ah si? Mi spiace, si vede che lei – per sua fortuna – non ha mai avuto amici o parenti in ospedale. Ad oggi se uno vuole il parcheggio senza pagare c’è. Poi certo, c’è anche quello a pagamento. Per altro quelli Atb hanno costi accettabili.

  10. Scritto da Luciano Avogadri

    Sono queste cose che talvolta mi fanno pensare che la sanità pubblica si preoccupi prima dei dipendenti, e poi dei cliente.

    1. Scritto da rr

      nel nostro caso la sanità lombarda è preoccupata solo della facciata. Siamo una barzelletta. In queste condizioni il parcheggio non basterà nè ai dipendenti nè ai “clienti”.

    2. Scritto da Non doveva esser già li?

      me sembra che lei voglia leggere quel che preferisce leggere. Sono per l’appunto i dipendenti che hanno fatto questa assemblea, non “la sanità pubblica”. E dopo tutti questi giri di valzer su un’inezia come questo trasloco, mi sembra strano che si riuniscano a mettere a punto alcuni punti chiari solo ora…

  11. Scritto da Donato Carrara

    Erano decenni che non si vedevano assemblee così partecipate in ospedale. Finalmente i lavoratori hanno deciso di contare e far valere le loro ragioni. In fondo, saranno loro, con la loro professionalità, a far funzionare in futuro la macchina del nuovo ospedale.

    1. Scritto da gigi

      lei è coinvolto di prima persona visto che partecipa ma i lavoratori devono solo eseguire le disposizioni, non hanno le capacità e la professionalità per organizzare un traslocco, è come pretendere che un infermiere esegua un trapianto, che un contabile diriga una banca ecc ecc 2-vuol dire che la loro professionalità è legata al nuovo ospedale ? ma mi faccia il piacere, la professionalità è a prescindere dal contesto ! basta manie di protagonismo !!

      1. Scritto da giorgo

        tutto il personale sanitario è responsabile delle cure ai pazienti pur con compiti differenti. Il personale infermieristico ha un ruolo fondamentale.Se la nuova struttura non è perfettamente funzionante, se esistono parti incompiute e non idonee, tutto ciò può danneggiare il paziente. Se il personale non conosce perfettamente la nuova struttura, i nuovi percorsi ed i materiali è una tragedia !

        1. Scritto da gigi

          una frase in perfetto stile politichese. anche il personale sulle ambulanze ha un ruolo fondamentale ma non gli chiedono che ambulanza vogliono, gliela forniscono punto e basta.poi per conoscere la struttura basta iniziare ad andare a lavorare.non è che non si sa dove sia il tal reparto ! . inoltre l’assemblea era per polemizzare in special modo sui parcheggi