BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

L’ultima idea di Maroni Un referendum su Europa ed Euro

Il segretario del Carroccio, sulla propria pagina di Facebook, svela il grande progetto leghista: "Una proposta di legge popolare per tenere un referendum sull’Europa e sull’Euro”.

Più informazioni su

Questa Europa è troppo pericolosa, serve un nuovo referendum. Parola della Lega Nord, parola di Roberto Maroni. Mentre il suo “rivale” Umberto Bossi gira in cerca di consensi tra una sagra e l’altra, il Bobo nazionale si concede a stampa e fan solo attraverso Facebook. Sul social network più famoso d’Italia, infatti, Maroni ha spiegato l’ultima idea del Carroccio: “Una proposta di legge popolare per tenere un referendum sull’Europa e sull’Euro”.

Il perché è presto detto: “Questa Europa, in mano ai banchieri, sta diventando troppo pericolosa – ha spiegato ancora il segretario della Lega Nord – e i vecchi stati-nazione non sanno come farci uscire dalla crisi economica”. E non manca un attacco, il solito, al governo di Mario Monti, “capace solo di aumentare le tasse ai cittadini”.

Secondo Maroni è arrivata "l’ora di compiere gesti coraggiosi, di aprire la strada alla nuova Europa, quella delle Regioni e dei Popoli, della Libertà e della vera Democrazia”.

Infine, il segretario del Carroccio ha messo nero su bianco una vera e propria tabella di marcia, per far capire una volta per tutte quanto lui e il suo partito facciano sul serio: “In autunno lavorerò per costruire attorno al nostro progetto un vasto consenso politico in Europa, unendo le forze dei partiti eurocritici dei principali Paesi. Mentre a Roma – chiude ancora polemico – i partiti litigano su tutto, noi costruiamo il nostro futuro”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da rodolfo pandolfini

    La proposta è una specie di certificazione che la Lega è alla canna del gas.

    1. Scritto da BICI

      …questa la vedo buona. Azzeccata. direi. La propone a referendum? =)

  2. Scritto da Genio

    Il governo Monti avrà anche aumentato le tasse, voi invece ve li sieti magnati i soldi degli Italiani e solo per scopi personali ! VERGOGNA ! Nemmeno zitti siete capaci di stare !

  3. Scritto da Canna del gas?

    É la proposta piú seria che la lega potesse fare.
    Finalmente si coinvolge il popolo su una scelta che il popolo non ha fatto.
    Il sig. Rodolfo Pandolfini sa che cosa é la democrazia e l’autodeterminazione dei popoli?
    Non certo quella che la finanza nomini il capo di governo.
    Quí qualche cervello é alla canna del gas

    1. Scritto da ExLega

      Si bella proposta, come la penultima, quella di non pagare l’IMU poi è stato il primo a pagarla, mettendolo in quel posto a chi l’ha seguito. Se hai del tempo vai a vedere le altre proposte e vedi che fini hanno fatto, vedrai che è ora di passare alle cose serie.

    2. Scritto da E facciamolo

      E facciamolo questo referendum.
      Gli italiani non brillano per coraggio, altrimenti non saremmo ridotti così, voteranno per per l’Europa e per l’euro.
      Magari non con entusiasmo, ma lo faranno.
      Anche perché chi propone il contrario non è più credibile.

    3. Scritto da mario59

      Ma anche i trota… I belsito e compagnia bella.. Con tutti gli scandali annessi, sono una lezione di democrazia ?

    4. Scritto da pitansì

      si ce ne sono molto di cervelli alla canna del gas.sono quelli che dopo che hanno avuto conferma di cosa è la lega ,continuano a credere a tutte le baggianate irrealizzabili di questi anni.se usciremo dall euro sara per il tracollo dell italia non per il referendum di questi burattini verdi e bugiardi.drammatico che date retta a maroni pensando che agitando le scope si siano rinnovati e adesso siano pure seri.staccate la canna del gas perche è quello che vi fa male…..

    5. Scritto da gigi

      tempo scaduto e l’ennesimo tentativo dei soliti politicanti che temono di perdere la poltrona poi l’autoderminazione dei popoli ? che str*** stai sparando ? a me non frega nulla della vostra pseudo autodeterminazione, sono solo frasi per giustificare certe ignobili azioni , cmq no problem alle prox elezioni lega a casaaaaaaaaaaaaa !!

      1. Scritto da il polemico

        e se la lega non va a casa,ci va lei?e se il pd perde si fa frate?e se il berlusca risbaraglia tutti,va a vivere in lapponia?e se il pd al contrario vince,diventa più ricco? che bello poter leggere che l’italia è piena di veggenti che sanno gia come finiranno le elezioni,si fa prima a non farle,sai quanti soldi si risparmierebbero?e poi il risultato vedendo le precedenti elezioni sembra scontato,vince pd e dopo qualche anno tutto salta perchè tutti vogliono comandare,vince il pdl e dal giorno dopo si leggerà del pd che chiede elezioni anticipate urlando alla dittatura… dai,fai qualcosa di giusto dammi i numeri vincenti del super enalotto ,sfrutta le tue doti per utilità mia

    6. Scritto da Ennio

      Bisognerebbe informare il popolo su quale sarebbe il prezzo da pagare , dal forum non mi pare si abbiano idee chiarissime. Ma la cosa più difficile in quest’italietta di poor marter sarebbe fargli capire che non si può per motivi di pancia ed elettorali rovinare una nazione , perchè questo sarebbe il risultato.

  4. Scritto da antonio melis

    Sono perfettamente d’accordo con lui, per una volta, e se mi sarà consentito, sosterrò il suo progetto con forza, è l’unico modo per uscire da questo tunnell di decadenza sociale.

  5. Scritto da rodolfo pandolfini

    Faccio ammenda: non ne so molto di democrazia e di autodeterminazione dei popoli ma prometto di studiare così da tentare di preservare il mio cervello da nocive liquefazioni.
    Senza scomodare i massimi i sistemi il mio post precedente voleva solo mettere in evidenza che la proposta leghista secondo la costituzione italiana (perché pare che le democrazie in genere ne abbiano sempre una) la proposta del segretario Maroni è irrealizzabile perché non previsto a meno di una modifica della costituzione stessa. Dunque quella di Maroni sarebbe da registrare tra le sparate estive, o meglio come un grido di impotenza di qualcuno costretto a fare qualcosa per scongiurare la scomparsa del suo partito.

  6. Scritto da mario59

    Ma cosa intende Maroni con un referendum … Devono votare tutti gli italiani o solo i padani…?

    Certo che bisogna riconoscergli che sta facendo di tutto per salvare le poltrone dei leghisti quando nel 2013 torneremo a votare.
    Del resto con gli scandali che hanno coinvolto la lega, hanno poco da stare sereni… Se poi i cittadini che li hanno eletti per oltre 20 anni pensassero a cosa hanno fatto per loro… Credo che la lega scomparirebbe in un secondo.

  7. Scritto da cipo

    Stai in Sardegna a farti un giro con la tua vela….ah, ricordati di pagare il posteggio!!!

  8. Scritto da bolso

    non vi crede piu nessuno.solo i vostri parenti equalche amico faccendiero che deve avere qualche interesse.le persone intelligenti hanno capito chi è la lega,le altre no………vi battono ancora le mani pensando che vi siete “rinnovati”……ha ha ha ha ha ha

  9. Scritto da La verità fa male

    Innanzitutto qui non si propone “un referendum” che, allo stato dei fatti e in una materia come questa, è costituzionalmente inammissibile, ma si propone di raccogliere le firme per una proposta di legge di iniziativa popolare per poter celebrare, una volta approvata la legge, di poter celebrare una votazione sull’euro. Non c’è nulla di male: se vinceranno i SI all’euro avremo una moneta pienamente legittimata e saremo consapevoli dei nostri doveri, se vinceranno i NO vadano a casa i Van Rompuy e i Monti perchè il popolo italiano non li vuole. E’ ora di finirla con le scelte calate dall’alto e con le intromissioni dall’estero, da persone non elette dai cittadini italiani

    1. Scritto da rodolfo pandolfini

      A dire il vero Maroni non ha parlato di una legge fare approvare (primo problema: chi la vota?, ma andiamo avanti) per poter celebrare una votazione sull’euro ma facciamo finta che sia così. Comunque preso alla lettera neppure questa soluzione è proponibile perché il referendum è uno strumento regolato dalla Costituzione e pertanto per celebrare il referendum sull’euro proposto da Maroni si dovrebbe approvare una modifica costituzionale.

      1. Scritto da La verità fa male

        Nulla vieta a un politico di raccogliere firme per presentare un’iniziativa di legge popolare di modifica della Costituzione e poi di depositare la proposta in Parlamento dove si apre la discussione. Un voto sull’euro avrebbe tre decisivi vantaggi 1) costringerebbe le parti a una discussione seria, per convincere gli elettori, nella quale sviscerare vantaggi e svantaggi dell’euro 2) se vince il SI avremo la forza di una moneta gradita alla maggioranza degli elettori e un popolo consapevole dei DOVERI che comporta restare nell’euro 3) se vince il NO gli euroburocrati vanno a casa e noi dai nostri guai ne dovremo uscire da soli, senza più alibi, e con decisioni finalmente drastiche

        1. Scritto da rodolfo pandolfini

          “Il popolo esercita l’iniziativa delle leggi, mediante la proposta, da parte di almeno cinquantamila elettori, di un progetto redatto in articoli”, dice l’articolo 71 della Costituzione. Come è evidente l’articolo parla di “leggi” non di leggi di revisione costituzionale. Infatti sempre la costituzione all’art.138 dice:
          “Le leggi di revisione della Costituzione e le altre leggi costituzionali sono adottate da ciascuna Camera con due successive deliberazioni ad intervallo non minore di tre mesi, e sono approvate a maggioranza assoluta dei componenti di ciascuna Camera nella seconda votazione”. E’ chiaro dai due articoli che le leggi di revisione costituzionale sono prerogativa del parlamento.

          1. Scritto da La verità fa male

            Caro Rodolfo, scusami se mi permetto una considerazione, ma secondo me sbagli. Ti propongo la mia interpretazione. L’art. 71 parla di “iniziativa di legge” non precisando se le 50.000 firme possono dare inizio solo alle proposte di legge ordinaria o anche a quelle di legge costituzionale: secondo me per “proposta” si intendono tutte le leggi. L’art. 138 regola solo le maggioranze (qualificate) che servono per approvare le proposte, il numero di deliberazioni occorrenti per l’approvazione, e lo spazio di tempo che deve trascorrere tra la prima e la seconda deliberazione, ma non dice chi e come prende l’iniziativa in merito alla proposta di legge. Se mi sbaglio, correggimi

    2. Scritto da Andermatt

      Se avevano in odio le “intromissioni dall’estero ” non dovevano farsi prestare quasi metà del debito pubblico DALL’ESTERO. Le fesserie da bar sport le possono raccontare ai trogloditi che li hanno sostenuti in questi anni , all’estero non funziona ed hanno tutti gli strumenti per metterci con il c… per terra . Perdoni il francesismo e me ne consenta un’altro : se qualcuno pensa che in queste condizioni debitorie i van rompuy si mandano a casa gratis, l’unica definizione possibile è quella di grandissimo pir…..

      1. Scritto da La verità fa male

        Bene, e allora sappia che ieri 1) il ministro degli esteri finlandese ha ammesso che la sua nazione si prepara per l’eventualità di uscita dall’euro 2) Juncker (ex commissario europeo) ammette che esiste la “possibilità tecnica, sia pur remota” (che bel francesismo, come direbbe lei) dell’uscita della Grecia dall’euro. Se questa è la fiducia che nutrono gli euroburocrati nell’euro, siamo in una botte di ferro. Le assicuro che queste dichiarazioni non sono state rilasciate al bar sport di fronte a dei trogloditi ma in conferenza stampa. E comunque noi italiani non decideremo nulla: sarà come sempre la forza ineluttabile degli eventi a decidere per noi

    3. Scritto da PerCarità

      Poi passa lei alla cassa ? O ci fa passare anche noi ed il futuro dei nostri figli ?

  10. Scritto da il polemico

    di pietro propone di fare un referendum postumo,cioè che arriva solo dopo che si è sollevato un gran polverone,tipo l’ultimo sui tagli stipendi ai parlamentari,e tutti a dirgli bravo,è così che si fa ecc ,un altro propone di fare un referendum sul constatare se effettivamente il popolo italiano avrebbe voluto l’euro,perchè non ci si deve dimenticare che l’italia ha adottato ugualmente l’euro senza che chi lo ha fatto abbia mai chiesto il parere del popolo,anche se la lega aveva sollevato diversi dubbi,e la gente che scrive?a lega è alla canna del gas,ecc.il motivo è solamente perchè l’idea è venuta ad un esponente della lega,o il referendum sarebbe sbagliato a prescindere chi lo promuove?

  11. Scritto da sergiopelato

    Devo ammettere che la mia vita e’ abbastanza piatta/monotona….ma fortunatamente non sono mai arrivato al punto di documentarmi in certi siti/profili immondizia……

  12. Scritto da Riccardo

    Il comune di Paperopoli è entusiasta di questo progetto e ha deciso che anche la nazione di Topolinia deve aderire al referendum: sono stanchi dei dollari di Paperon dei Paperoni e vogliono adottare la lira padana come loro moneta ufficiale.

  13. Scritto da Carlo Pezzotta

    Cosa c’era all’epoca di quello da Giussano, il Tallero?. Ok, va bene il tallero. Ma mi faccia il piacere, Maroni, vai fora dai maroni che è meglio per tutti. Prima ce l’avevano coi terroni, poi si sono seduti con loro a Roma a fare i magna-magna, poi ce l’hanno avuta con gli extracomunitari, ma si sono accorti che questi hanno occupato il posto di lavoro schifosi nelle acciaierie di Brescia, nelle conciature di Treviso e negli allevamenti della ns. pianura, posto portato via ai loro “trota”. Ma piantatela, bidoni!!!!

  14. Scritto da sleghista

    Se vuoi tornare al medioevo,portaci i barbari dei tuoi sostenitori!

  15. Scritto da Giuseppe

    Cari Comunisti non siete in Ferie, sembra proprio di NO.
    vi volevo dire che la bella putt…ata chiamata EURO
    non e’ stata la LEGA ma il vostro amato PRODI con la
    complicita’ di Carlo Azeglio Ciampi, se abbiamo avuto
    speculazioni estreme e’ colpa vostra, mettetevelo in TESTA (NEL CO’). passo e chiudo.

    1. Scritto da Joseph De Sciules

      L’euro (è solo una moneta) non è mai stato un problema , abbiamo invece avuto un problema di DEBITO e il colpo di grazia lo hanno dato Bossi (lo conosci ?) e Berlusconi. Se proprio, l’unico problema di euro e stato il malgoverno del passaggio dalla lira all’euro fatto da Bossi (lo conosci ?) e Berlusconi , dove in una nottata le pizze sono passate da 5 mila lire a 5 euro raddoppiando il prezzo e senza controllo alcuno ed è ovviamente solo un esempio . B&B in 10 anni ci hanno letteralmente rovinati .

      1. Scritto da Giuseppe

        quello che hai scritto mi ha fatto venire la grignarola, e sto ridendo
        anche adesso, allora e’ stato berlusconi ha stimare 1 euro
        pari a 1936.27 lire. ho capito bif de meno.

        1. Scritto da BICI

          A me non fa ridere. Perché il raddoppio dei prezzi lo abbiamo pagato e lo paghiamo noi tutti.
          A me sembra de Joseph… (il cognome è un’esortazione abbastanza chiara) parla di “Controlli non fatti” nel passaggio lira-euro. Il cambio poteva anche essere diverso…

          1. Scritto da il polemico

            cosa vuol dire controlli non fatti?vuol direi imporre nel libero mercato delle imposizioni dovute per legge?però se ci sono imposizioni,poi non è più libero mercato,diventerebbe un monopolio dove lo stato stabilisce il prezzo,se il cambio era 1 euro=1000 lire,non ci sarebbe stato nessun sballamento dei prezzi,ma invece qualcuno ha stabilito che 1 euro valeva 2000 lire,e tutte le cose che costavano 1000 lire sono diventate per magia 1 euro

          2. Scritto da BICI

            Controlli vuol dire controlli. Vuol dire, banalmente, obbligare per tot tempo al doppio prezzo….(lira ed euro) non vuol dire “imprigionare” il libero mercato, ma semplicemente dare regole che tutelino commercianti onesti e consumatori. Se poi si cerca ogni occasione per polemizzare…

          3. Scritto da il polemico

            commerciante onesto non raddoppia il prezzo,c’è qualcuno che non l’ha fatto?e poi non capisco,se un prodotto viene fatto pagare 5 euro,cosa cambia mettendoci vicino il 10mila lire,il prezzo rimane sempre 5 euro,e se la gente lo compera ugualmente,per quale motivo deve diminuire?non mi sembra che il mercato sia stato imprigionato,l’elettronica costa meno di quando cera la lira,le abitazioni,avendo subito una forte aumento di domanda e dell’euro,sono più che raddoppiate.per mio parere,tutto sto caos,che è successo pure negli altri paesi,è stato generato dall’euforia della moneta unica,una moneta che ci doveva rendere più stabili e forti,ma che invece ci sta portando nella direzione opposta

          4. Scritto da BICI

            Concordo. E non mi sembra in contrasto con quanto ho detto. Lei vorrebbe dire che…non c’è, non c’è stato nessun responsabile, tutti responsabili, forse?

          5. Scritto da il polemico

            si,per me tutti responsabili,si è voluto copiare l’esempio degli usa,ma loro si sono uniti con guerre patriottiche,la nostra unione si è basata all’inizio per contrapporsi ai pese ex-comunisti, e successivamente per cosa?si continua a dire che senza l’euro l’italia sarebbe stata spazzata via,ma nell’unione altri paesi non hanno l’euro,pure la gran bretagna è fuori ,non sembra siano alla canna del gas.per me si sono fatti errori di valutazione,ma quando il carro si è mosso con tutti i suoi enormi interessi,si sono fatti entrare tutti,e i risultati si vedono adesso,conti truccati,debiti spaventosi,è sempre risaputo che quando uno perde il cammino,cerca sempre di tornare al punto di partenza

          6. Scritto da Lee Mortacci

            Teoria osè ma leggermene antistorica , che diavolo centra l’opporsi ai paesi ex comunisti ? I tempi storici sono totalmente sfasati. Quando si parla di controlli ci si riferisce a quei paesi che hanno reso obbligatorio il deposito dei listini o l’esposizione del doppio prezzo . Far fare al mercato in italia ? Ma quando mai , basta il passaparola tra le organizzazioni di categoria, fare cartello ed il gioco è fatto. Nelle economie di mercato serie è una pratica illegale, da noi lo sport nazionale. quindi mancato controllo vuol dire MANCATO CONTROLLO

          7. Scritto da il polemico

            beh,per il cosiddetto cartello dei carburanti ci sono state alcune multe,come è pure vero che poi le suddette multe sono state scaricate sui cittadini con piccoli aumenti.per mio parere,la concorrenza è valida solo per prodotti utili,ma non indispensabili,come avevo citato l’elettronica,per i prodotti irrinunciabili non ci sarà mai concorrenza,e che controllo vuole fare?vorrebbe accusare uno che vende ad un prezzo che lei giudica eccessivo?altri che non possono farne a meno,lo comperano ugualmente,e fino a che c’è gente che compera,il prezzo non scenderà di certo.tutti sanno che la birra è raddoppiata,anche senza cartello esposto,però tutti la bevono ugualmente

        2. Scritto da paolo

          Quando è entrata in vigore l’euro al Governo siedeva Berlu-Bossi e dovevano vigilare se il cambio era come dici 1/1936,27 ed invece hanno lasciato che tutto intorno degenerasse.Quando sei al Governo devi governare e non aspettare che gli eventi ti travolgano scansando la responsabilità.Maroni da fiato alla polemica per cambiare aria ai polmoni ma per recuperare l’Italia ci vuole ben altro e oltre tutto rimarremmo ai livelli della Tanzania che alla lega piace tanto

        3. Scritto da Joseph De Sciules

          Io sono sotto la scrivania dal ridere , pensa che la favola del cambio dell’euro (che è un fatto tecnico ) dopo essere stato usato da bossi per dare in pasto ai suoi salamellari un po di putt….te , è stato abbandonato persino da lui per evidente fessacchiaggine , ma i giapponesi rimasti isolati sull’isola del pacifico ….. lo citano ancora !

      2. Scritto da Sergio

        caro fascista (visto che dividi il mondo tra comunisti e fascisti) per vent’anni abbiamo avuto solo un problema o due: bossi e berlusconi…si; i tuoi amici, proprio quelli che hanno sputtanato l’Italia senza cambiare una virgola dei nostri parassiti, dell’evasione fiscale, delle pensioni privilegiate, dei parenti serpenti e succhia denaro italiano, degli statalisti mantenuti, della mafia, dei ladri in parlamento, delle tasse più alte del mondo per lavoratori e pensionati, degli extracomunitari che hanno riempito la tua padania e non solo, ma anche di trote e badanti del capo come consiglieri regionali o vice presidenti del senato…ecc ecce ecc

        1. Scritto da il polemico

          20 anni,solo 2 problemi,bossi e berlusconi,fini invece esentato?,cavolo,che considerazione pari al nulla ha lei dell’altra coalizione che ha governato per 8 anni,come se non sono mai esistiti….e c’è chi spera che ritornino in sella…

      3. Scritto da La verità fa male

        La frase “l’euro è solo una moneta” dimostra quali sono gli effetti di una mancanza, in Italia, di una seria discussione sull’euro, che non è mai stata fatta (anche per colpa di Berlusconi e Bossi). La moneta per funzionare ha bisogno di una Banca Centrale dotata di alcuni poteri: la B.C.E. ha questi poteri? gli Stati che battono moneta devono avere economie e bilanci omogenei: la Grecia quando fu ammessa all’euro aveva un bilancio sano e un’economia omogenea a quella tedesca? invece di partecipare ai vertici internazionali in ordine sparso sarebbe più credibile presentarsi con il solo presidente della Commissione che parla a nome di tutta l’Unione Europea: perchè ciò non avviene?

        1. Scritto da Joseph De Sciules

          Quei poteri diventano necessari quando sei nel fango più nero , che è il posto dove ci hanno portato bossi e berlu. Per quanto riguarda la grecia, fu aiutata a truccare i dati da consulenti di primaria banca americana ….. di questo si trattò e di spensierata gestione successiva , lassissmo assoluto con gli evasori, di conseguenza debito in costante aumento …. le ricorda niente ?

          1. Scritto da La verità fa male

            “Quei poteri diventano necessari quando sei nel fango più nero” altra frase e altra dimostrazione che chi ha messo in piedi il baraccone EURO lo ha fatto con superficialità: mi sembra il minimo, quando ci si imbarca in una simile avventura, quello di prevedere come bisogna agire in caso di emergenza. In quanto alla primaria banca americana che ha aiutato la Grecia a taroccare i conti, prima ci rendiamo conto che “l’amico americano” spesso ci frega e meglio è per tutti, magari dotare la B.C.E. dei pieni poteri servirà, in futuro, anche a proteggerci dalle crisi finanziarie scatenate da primarie banche americane (Lehmann Brother) certificate da primarie agenzie di rating

    2. Scritto da luca

      Maroni in questi anni in parlamento non ha fatto altro che votare tutto quello che passava l’europa!

  16. Scritto da Arianna

    Dovremo abituarci a sentire ancora chissà quante proposte da parte dei partiti, prima delle prossime elezioni, per farsi ascoltare chissà cosa ci proporranno e quanti veleni verranno sparsi verso i nuovi partiti di cui hanno paura !, Non riescono a rassegnarsi al fatto che il loro tempo sta finendo!!

  17. Scritto da Kurt Edram

    Se Maroni potesse promettere a nome della sua lega la sconfitta del tartaro dei brufoli e della forfora lo farebbe subito e ci sarebbero tanti”ciula” che ci crederebbero.Qui,come sempre,ci sono i menatori di torrone che nei loro pentoloni mettono il referendum,la determinazione del popolo e tante belle palle.Lira o Euro,mettetevelo bene in testa,finché ci sarà chi evade le tasse non risolveranno problemi di nessuno.La speranza di andare avanti passa attraverso una più equa distribuzione delle ricchezze e una casse dirigente che sappia fare e faccia il suo lavoro.Mi spiego meglio niente 1000 stupendi a Marchionne e se col progresso occorre meno gente non creare solo baby pensionati

    1. Scritto da il polemico

      bene,abbiamo capito che la lega gli stà qua,come il belusca e il formigoni,quindi lei chi proporrebbe per risolvere tutto questo caos vero o presunto?basta sparare alle tortore,ci dica per filo e per segno chi si deve votare,ha dimostrato che lei ha visto e sa più cose che gli altri esseri umani non immaginano nemmeno,quindi tagliamo corto,fuori nomi e cognomi di chi sono gli uomini di sua fiducia,il tempo di girarci attorno è finito,è ora di tirare diritto al centro

      1. Scritto da E alùra ?

        Rispetto a quei due chiunque va bene, chiunque farebbe meglio dello scempio che hanno fatto. Ad es tra Bersani e quei due figuri non c’è certo paragone , la differenza tra una persona seria e l’opera dei pupi.

      2. Scritto da Kurt Edram

        La sua è una risposta sciocchina,come faccio a fare dei nomi se non so ancora chi sono i candidati,come saranno legge elettorale e schieramenti?Lei se proprio vuole darmi contro deve dirmi:”LEI NON CAPISCE NIENTE,PER USCIRE FUORI DAI PROBLEMI CI VUOLE UN GOVERNO CHE NON PERSEGUA,ANZI AIUTI,L’EVASIONE FISCALE.E CHE FACCIA IN MODO CHE LA MAGGIOR PARTE DELLE RISORSE DISPONIBILI SIA ASSOLUTAMENTE NELLE MANI DI POCHI IN MODO CHE LA MAGGIOR PARTE FATICHI A SOPRAVVIVERE MA CI SIA QUALCUNO CHE SI DIVERTA ANCHE FACENDO CANTARE STING AL COMPLEANNO DI SUO ZIO.INOLTRE SE COL COMPUTER SERVE MENO GENTE NON SI PENSI A DAR LORO QUALCOSA DA FARE MA LICENZIARE SUBITO SENZA ARTICOLO 18″Così mi può dare torto.

        1. Scritto da il polemico

          nel suo elenco ci manca solo che il candidato moltiplichi il pane e i pesci,e guarisca dai mali al solo tocco con la mano.praticamente impossibile,non c’è nessuno che rispetta i suoi requisiti,ma non perchè non c’è ne siano,ma perchè per avere pieno potere ci vorrebbe un dittatore che dice io pretendo,e nessuno possa obbiettare,qui invece uno propone,poi va in senato,poi in parlamento,poi uno modifica,l’altro non firma,rimodifica bla bla bla.però dai,è bello sognare a volte,fa tornare bambini.dimenticavo:nel pd nessuno si avvicina alle sue richieste,perchè gli uomini di adesso erano al governo prima e sono stati già trombati per inettitudine,quindi…..

  18. Scritto da fermate quest'uomo

    Caro Maroni, in politica è importante differenziarsi certo, altrimenti si sparisce ma piuttosto che uscire dall’euro e piombare tutti in miseria (i risparmi di tutti di colpo varrebbero la metà; la benzina pagata 4 milioni di nuove lire al litro etc… etc…) forse è meglio che sparisca la Lega… no?

  19. Scritto da smemorato

    ma Costui non ci ha governato otto degli ultimi dieci anni? E a cosa pensava?