BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Greta e Marta salutano Londra Americane troppo forti

Finisce ai quarti di finale il sogno olimpico della bergamasca Greta Cicolari che, in coppia con Marta Menegatti, non è riuscita a superare il proibitivo ostacolo delle americane May e Walsh.

Hanno provato a regalarsi e a regalarci un sogno la bergamasca Greta Cicolari e Marta Menegatti ma sul loro cammino hanno trovato la fenomenale coppia americana formata da May e Walsh, bi campionesse olimpiche in carica. Un accoppiamento proibitivo che si è ben presto trasformato in impossibile perché le nostre avversarie non hanno avuto mai un cedimento e hanno chiuso i giochi con un doppio 21-13 che lascia ben pochi dubbi.

Nel primo set Cicolari e Menegatti rispondono colpo su colpo alle americane fino al 5-5, poi un parziale di 4-0 lancia May e Walsh. Greta Cicolari prova a fermare l’emorragia con il punto del 10-6 ma le atlete a stelle e strisce scappano via sul 17-11 per poi chiudere con un pesantissimo 21-13.

Nel secondo set non calano le percentuali in attacco e in difesa delle bi campionesse olimpiche che al primo cambio campo sono avanti 5-2. Le implacabili May e Walsh non sbagliano mai e le azzurre si lasciano prendere anche da un po’ di sconforto per l’incapacità di chiudere il gap con le americane: anche il secondo parziale va così in archivio sul 21-13, qualificando la coppia americana per le semifinali.

Si chiude dunque ai quarti di finale l’avventura olimpica della coppia azzurra che è stata comunque in grado di regalare momenti di grande emozione: di questa avventura londinese ricorderemo di Greta gli attacchi e le esultanze a denti stretti mentre di Marta, oltre che le sue difese acrobatiche, ci resterà sicuramente negli occhi il pianto a cui si è abbandonata al momento dell’eliminazione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.