BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Tribunale di Treviglio accorpato con Crema Il Senato dà il via libera

C’è il matrimonio nel futuro del tribunale di Treviglio. La commissione Giustizia del Senato ha detto sì al mantenimento se accorpato con Crema. A votare a favore dell’accorpamento Crema-Treviglio i senatori di Lega Nord, Pdl e Idv.

Più informazioni su

C’è il matrimonio nel futuro del tribunale di Treviglio. La commissione Giustizia del Senato ha detto sì al mantenimento se accorpato con Crema. A votare a favore dell’accorpamento Crema-Treviglio i senatori di Lega Nord, Pdl e Idv. Astenuti invece quelli del Partito Democratico. Ad annunciare il sì di Palazzo Madama la senatrice Cinzia Fontana ed il presidente del consiglio comunale di Crema, Matteo Piloni entrambi soddisfatti per il risultato ottenuto da territorio unito. «Accogliendo la proposta dell’intero territorio cremasco, – annuncia soddisfatta la senatrice Fontana – il parere espresso dalla commissione Giustizia del Senato, propone il mantenimento del tribunale di Crema accorpandolo con la sezione distaccata di Treviglio. Esprimo – prosegue la senatrice grande soddisfazione, perchè l’impegno profuso in queste settimane nei confronti dei componenti della Commissione Giustizia per far comprendere le giuste ragioni per la salvaguardia del presidio giudiziario di Crema ha prodotto un primo positivo risultato a favore del territorio». Forte la soddisfazione anche del presidente del consiglio comunale di Crema Piloni che a meno di 15 giorni dal voto in sala degli Ostaggi dell’ordine del giorno relativo all’accorpamento tra Crema e Treviglio vede accolta la richiesta cremasca. «Questo è il frutto positivo di un lavoro portato avanti nel modo giusto: è la dimostrazione che quando si lavoro uniti si ottengono i risultati. Era il 19 luglio quando abbiamo approvato l’ordine del giorno ed oggi 31 luglio è arrivato il primo parere favorevole alla nostra richiesta: questo significa che anche in ciò siamo stati tempestivi. Un grazie va alla senatrice Fontana e al suo lavoro svolto in questo ultimo periodo, spero che lo stesso facciano i rappresentanti locali alla Camera per arrivare allo stesso risultato», commenta Piloni.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Luciano Avogadri

    Quando queste cose succedono al sud si parla di sperpero di denaro pubblico in favore del clientelismo.
    Qui da noi invece si chiamano “giuste ragioni per la salvaguardia…”
    Nomina sunt consequentia rerum, o viceversa? Come si passa da Gorgia a Socrate per arrivare a Fontana.