BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Minacce e insulti Parte da Facebook l’attacco a Carobbio

I legali del calciatore bergamasco: "Si è creato un clima surreale attorno al nostro assistito e alla sua famiglia, fatto di insulti, aggressioni e minacce". E su Facebook i tifosi juventini pubblicano il numero di cellulare, l'indirizzo e la mail privata dell'ex AlbinoLeffe.

Più informazioni su

"La misura è colpa, adesso è ora di finirla con questo clima surreale". Non usano mezzi termini Riccardo Donzelli e Simone Giuliani, i legali di Filippo Carobbio – il grande accusatore di Antonio Conte -, finito negli ultimi giorni al centro delle critiche (e non solo) di molti tifosi juventini che vedono nell’ex AlbinoLeffe la causa principale della lunga squalifica che rischia ora il tecnico pugliese: "Il nostro assistito ha deciso di rompere quel muro di omertà che, purtroppo, ancora oggi c’è nel mondo del calcio – hanno spiegato i due alle telecamere di Gazzetta.it -, e per questo sta pagando tutte le sue colpe. Ma è inaccettabile che debba continuare a subire gravi minacce, reiterate calunnie e aggressioni a sé e alla sua famiglia. Filippo sta pagando un prezzo troppo alto: basta andare sul suo sito e su diverse paginde di Facebook per vedere quello che sta succedendo. Minacce e offese sono all’ordine del giorno, tant’è che Filippo si è già dovuto rivolgere più di una volta ai carabinieri".

Gli avvocati, senza accennarlo chiaramente, hanno voluto sottolineare l’ultimo gravissimo episodio che ha visto protagonista il calciatore bergamasco: sulla pagina Facebook "Alessandro Matri In Bianconero" sono infatti stati pubblicati il numero di telefono (già bloccato), l’indirizzo di residenza e la mail privata di Carobbio, con lo sconcertante invito di scrivere, chiamare e andare a trovare l’ex AlbinoLeffe per esprimere tutta la rabbia del popolo juventino. Una mossa che, ovviamente, non è andata giù al bergamasco, che si sarebbe già rivolto alle forze dell’ordine per denunciare la cosa.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da pedoronn

    sicuramente hanno esagerato perche la famiglia e il privato non va toccato.ma neanche portagli i fiori a casa mi sembra giusto,per uno che ha truccato le partite e chissa quanti soldi facili si è messo in tasca.poi se la gente vede che nessuno va in galera allora s arrabbia un pochino

  2. Scritto da nino cortesi

    Carobbio è un pentito che secondo me è stato bravo a vuotare il sacco dicendo solo la verità. Sono i giudici che dovrebbero colpire in maniera bel più pesante.

  3. Scritto da Alberto

    Non è questione di juve o non juve.Questo dopo essrsi venduto qualsiasi cosa agli zingari,per ricevere un grosso sconto di pena ha infamato appositamente il grosso nome che palazzi gli chiedeva:conte.Si è insultato da solo con il suo comportamento.

    1. Scritto da John Locke

      Che Carobbio non sia sto gran personaggio concordo; che abbia fatto il nome di Conte così per…. no, amico mio,mi spiace. Il vice di Conte 2 anni e mezzo!! E lui innocente? Dai… Sai qual’è il problema? In Italia son tutti bravi a chiedere giustizia quando si deve colpire qualcun altro, ma quando riguarda noi.. E siccome (purtroppo perchè è proprio triste) 1/3 di paese tifa Giuve…

      1. Scritto da cartesio

        é già 1/3 tifa juve,ma gli altri 2 terzi quandio vengono battuti sul campo dalla juve pensano bene di rifarsi d’estate con processi farsa senza uno straccio di prova…vero amico prescritto?

        1. Scritto da Gobbo di Notre Dame

          Ma battuti da chi da Moggi e i suoi sistemi? Se proprio volevate evitare casini, dovevate cambiare allenatore, ma siccome come Presidente avete unnrampollo arrogante, adesso siete con l’acqua alla gola. Come sempre….

    2. Scritto da Pippo1907

      Come mai conte sarà convocato a Bari ancora colpa di Carobbio !!!!

    3. Scritto da tac zac

      Bravo, giusto quella dietrologia che mancava.

    4. Scritto da riccardo

      Ha proprio ragione, non è questione di Juve o non juve è questione di collegare il cervello prima di scrivere.
      La Juve comunque si è tirata la zappa sui piedi da sola con la sua arroganza reiterata utilizzando un profilo più basso come ha fatto la dirigenza atalantina, ad esempio. La cosa si spiega razionalmente solo con la ricerca voluto dello scontro con la FIGC, in corso da tempo, e quando si fa la guerra bisogna sapere che ci saranno morti e feriti, altrimenti si sta zitti e si rispettano le regole, giuste o sbagliate che siano, come han dovuto fare tutte le altre squadre, evitando certa ottusa arroganza del potere.

    5. Scritto da maccabeo

      Carobbio è stata ritenuto attendibile da due diverse procure,e solo successivamente le sue dichiarazioni sono state accolte da Palazzi.Perchè gli iuventini pensano che tutto il mondo ce l’abbia con loro?Oltretutto a Conte,Bonucci ecc vengono contestati comportamenti illeciti commessi quando erano in altre squadre.Davvero non capisco.

      1. Scritto da giuda?

        Perchè ranocchia non è ancora stato deferito?Perchè palacio non è ancora stato deferito?perche Mauri(arrestato) non è ancora stato deferito?Perchè questi e moltri altri giocatori cominceranno regolarmente la stagione mentre quelli della juve saranno condannati a breve in pochi giorni?Perchè palazzi ha aspettato a fare rapporto all’inter proprio quando i reati erano andati in prescrizione?e ci sarebbero altri centinaia di perchè….capisci?

        1. Scritto da birichino73

          credo che tutti i nomi che hai fatto tu facciano parte del terzo filone d’inchiesta, qui siamo solo al secondo.I – in classifica per genoa, lazio, chievo ,etc etc arriveranno, voglio però ricordare che a oggi l’unica e ripeto l’UNICA società che si è presa 6+2 punti di penalizzazzione è stata l’ATALANTA . w la parità della pena e l’uguaglianza nel giudizio.

    6. Scritto da cl

      E invece è proprio questione di Juve ogni volta che un qualsiasi scandalo questa società o direttamente o indirettamente c’è sempre , non può essere sempre un caso, il sig, Conte è colpevole perchè lui stesso l’ha ammesso cercando i patteggiamento , gli è andata male e adesso deve pagare come hanno pagato tutti,

  4. Scritto da calcio pulito

    Cari juventini, sono almeno 10 gli scudetti rubati, altro che 30,dai tempi delle denunce di Zeman…….quindi non fate le vittime ora che il sig.Conte è stato pizzicato….e attenti…. già è stato graziato essendo stato accusato solo di omessa DENUNCIA….
    quindi calmini….quando si sbaglia si paga!
    Vedi un pò che quando hanno coinvolto l’Atalanta…tutti pronti a dire che chi sbaglia deve pagare ora quindi……………

    1. Scritto da Andrea Ottolina

      Ma tu leggi solo i titoli in neretto dei giornali….faresti meglio ad informarti e poi se non sbaglio Conte se ne andato da Bergamo ( unico campionato non vinto sugli ultimi 5a cui ha partecipato ) perche’ non faceva giocare un corrotto che guarda caso scommetteva…..!

  5. Scritto da Massimiliano

    Da quello che leggo qui sopra si evince che NESSUNO ha letto le carte processuali e che NESSUNO sa quale sia il problema REALE. Continuate a fare discorsi di parte e non capite che chi muove i MILIARDI di euro è libero nei paesi dell’est per conto di organizazzioni crminali potentissime.Anche se Conte dovesse fare 10 mesi , la juventus vincerà lo stesso.. mettetevi il cuore in pace. E le partite vendute ( il ritorno in eruopaleague dell’Inter a s.siro!) continueranno.. Alla FIGC e alle istituzioni non interessa la verità perchè se si scoprisse il calcio farebbe la fine dell’ippica. Ma tanto della verità non interessa a nessuno. Carobbio è in pericolo, ma non per i tifosi, ma per gli zingari!