BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Caniggia torna in campo per un reality show con una squadra inglese

L’ex idolo dei tifosi atalantini a 45 anni ha deciso di infilarsi di nuovo gli scarpini per il Wembley FC, ambizioso club dilettantistico, con il quale mostrerà le sue gesta sul canale americano Espn: “Sono carico, voglio sorprendere tutti”.

“Non ho più la falcata di una volta, ma l’11 agosto voglio sorprendere e sorprendermi”. Claudio Paul Caniggia è pronto per tornare a volare, anche in diretta televisiva. L’ex idolo dei tifosi atalantini a 45 anni ha deciso di infilarsi di nuovo gli scarpini per il Wembley FC, club dilettantistico che milita nelle Combined counties league (l’equivalente della Seconda categoria italiana) e di mostrare le sue gesta sul canale americano Espn. La squadra sarà infatti seguita dalle telecamere dalle telecamere di Espn in ogni sua attività, per una sorta di reality show in stile “Campioni”, (il programma in cui la squadra del Cervia era allenata da Ciccio Graziani).

Ma non solo show, perché il prestigioso obiettivo della nuova dirigenza è quello di raggiungere la finalissima di F.I. Cup, la coppa nazionale, che si disputa all’interno del glorioso stadio di Wembley. Un progetto ambizioso (e abbastanza utopistico), che i dirigenti del Wembley sperano di realizzare grazie anche ad alcune vecchie glorie del calcio britannico, ingaggiate grazie ad alcune grosse sponsorizzazioni. Tra loro il portierone David Seaman, Ray Parlour, Martin Keown e Graeme Le Saux (12 coppe nazionali in tutto), oltre allo statunitense Brian McBride e a Caniggia appunto.

“Devo dire che mi sento brillante a differenza dei vecchi che giocano con me” – le parole di Caniggia ai microfoni di Espn- “Anzi, col tempo sono riuscito anche a capire la tattica nel calcio, cosa che da giovane non mi capitava: facevo un po’ come mi pareva, e gli allenatori me ne dicevano di ogni”. E l’attesa ora è tutta per l’11 agosto, quando la sua formazione deve giocare l’Extra preliminary round di Fa Cup. Il primo turno assoluto del torneo, a cui partecipano le squadre di livello più basso affiliate alla Football association. “Siamo carichi a puntino e vogliamo fare strada in questa competizione così blasonata. L’importante per noi però è divertirci, e far divertire”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da wow

    caniggia-evair.,la velocità e l’opportunismo,per me la più forte coppia di attaccanti atalantini dagli anni 70 ad oggi

  2. Scritto da John Locje

    Bravissimo Wow, concordo pienamente.