BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Una chitarra sulla lapide Il Comune si oppone, la madre vince il ricorso

L’amministrazione ha deciso di pagare un avvocato per difendersi al tribunale amministrativo di Brescia contro il ricorso di una mamma a cui era stato obbligato di togliere l’immagine di una chitarra dalla lapide del figlio.

Più informazioni su

Ci sono molti modi per spendere i soldi pubblici, specialmente in un momento di crisi economica. A Paladina l’amministrazione ha deciso di pagare un avvocato per difendersi al tribunale amministrativo di Brescia contro il ricorso di una mamma a cui era stato obbligato di togliere l’immagine di una chitarra dalla lapide del figlio (foto a sinistra di Repubblica.it). Era l’ultimo desiderio di Gianbattista Masper, musicista, morto nel 2011 a 49 anni a causa di una malattia: sulla lapide voleva qualcosa per ricordare la sua passione per la musica. La compagna e i familiari hanno deciso di incidere una semplice chitarra. A quattro mesi dalla sua morte, quando ancora il ricordo è vivo tra i parenti più stretti, arriva la comunicazione shock da parte dell’addetto comunale. Il disegno non è autorizzato dal regolamento comunale, quindi la chitarra va tolta. La famiglia prova a rivolgersi in Comune per trovare una soluzione, ma l’amministrazione è inflessibile: la lapide va cambiata. La mamma del musicista decide quindi di ricorrere al Tar, che le dà ragione. Il Comune ha perso il ricorso pagando anche un avvocato con i soldi pubblici per far rispettare il regolamento comunale. “Appare ragionevole ritenere che il Comune sia incorso in un eccesso di potere laddove ha ritenuto che – si legge nella sentenza -, nella riproduzione sulla lapide, il previsto portafiori stilizzato non potesse avere la forma di una chitarra”. E l’indignazione nei confronti del sindaco e dell’amministrazione corre anche sul web, dove centinaia di persone hanno criticato l’inflessibilità del primo cittadino Oscar Locatelli. Che non è deciso a mollare la presa. Vuole consultare il segretario comunale per vedere se ci sono gli estremi per far rispettare a tutti i costi il regolamento. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Luca

    Ciao sono un padre che due anni fa a perso un figlio in un incidente il comune ci fa togliere la lapide perché nera anche se per religione i ragazzi russi vengono sepolti sempre con lapidi nera abbiamo provato a parlare con il sindaco ma non ci da una soluzione l’unica e spostare la tomba in un altro punto del cimitero anche se non capisco cosa cambia

  2. Scritto da Moky

    Sono senza parole. La musica fa parte della vita e ci accompagna anche nell’ultimo viaggio. Perchè ritenere non consono un portafiori a forma di chitarra?? Ma poi, io mi chiedo, ma chi è quella persona che è andata a lamentarsi di questa cosa?? Non ha altro da fare nella vita?? Persone strane che si aggirano nei cimiteri…

  3. Scritto da des

    Giamba ha fatto una morte orrenda come tutti quelli che muoiono di cancro. una morte che distrugge anche chi gli sta accanto. Invece di cominciare a domandarsi perchè in questo schifo di posto il cancro sta facendo una strage senza precedenti e cercare di dare delle risposte alla gente, il problema della politica paesana è una chitarra sulla lapide. Manco fosse il busto di Satana. Ormai non è più nemmeno una questione di parte, è una questione di cultura, che a Bergamo e provincia rimarrà questa per sempre.

  4. Scritto da MARILENA

    AL SINDACO chiedo lei non ha mai provato un simile dolore??? le auguro MAI !!!!! e poi oltre al risarcimento CHIEDA SCUSA!!!!!!!!!!!!

  5. Scritto da fabri667

    In quel comune le amministrazioni sono state brave a “buttare via soldi”. Vedi cementificio ….

  6. Scritto da cittadino bergamasco

    non bastavano i politici di roma ora ci si mettono anche quelli di paese. VERGOGNATEVI. Siete sempre più lontani dal popolo, dal Cittadino. ANDATEVENE.

  7. Scritto da Luciano Avogadri

    Mettigli il cappello in testa, e si sentirà un capostazione.
    E per far sentire la sua presenza dovrà costruire ostacoli invece che aiutare il Cittadino.
    Sembra l’epigrafe da mettere a certi “Servitori dello Stato”.

    1. Scritto da Piero

      E pensare che é un sindaco del PD.
      Non ci sono piú i comunisti di una volta.

  8. Scritto da Simone da Sorisole

    è affatto sostenibile. Non contrasta col decoro, né con l’estetica generale. Dai Sindaco, ‘sta volta devi applicare il buon senso anche se di discosta lievemente dal tuo Regolamento: usa il tuo potere di deroga!

  9. Scritto da giulietta

    Penso che sia giusto rispettare la volontà del musicista di mettere sulla lapide il disegno della chitarra,che che sono la sua passione per la musica.La musica,la poesia ,l’arte rappresentano la massima espressione della creatività,Solo chi ha uno spirito libero da qualsiasi pregiudizio può comprenderne l’importanza.

  10. Scritto da Stefano

    Il Giamba io lo conoscevo, una chitarra…la sua vita. Che ci sarà di male? invece di combattere la delinquenza si spendono soldi nostri per questo? pazzesco!

  11. Scritto da mario59

    Potrei capire se fosse un immagine che offende gli altri cittadini… ma per una chitarra…la prima cosa che mi viene da pensare, è il dolore dei famigliari dello scomparso…con un simile atteggiamento il sindaco glielo fa sentire anche più forte… non riesco a dare una spiegazione logica a tanto accanimento…mi chiedo se quel sindaco non abbia per caso dei rancori personali nei confonti di quella famiglia…ribadisco… mi chiedo..diversamente non riesco a trovare una spiegazione logica all’atteggiamento del sindaco…il bello per modo di dire..che dopo aver sperperato un sacco di soldi dei cittadini, per una causa persa.. pare non essere ancora soddisfatto..unitevi e mandatelo a casa.

  12. Scritto da MAURIZIO

    Vorrei sapere dal Sindaco per quale ragione il regolamento comunale non autorizzerebbe l’incisione di una chitarra su una lapide funeraria. Grazie.

    1. Scritto da ambrolion

      semplice perchè vogliono decidere loro cosa possiamo o non possiamo fare sentendosi superiori

  13. Scritto da formica

    non é più semplice cambiare il regolamento? In alcuni comuni si é fatto così

    1. Scritto da ambrolion

      la risposta del comune è ( ormai il regolamento è così da tanto tempo e non vogliamo fare torto a chi l’ha seguito cambiandolo ) però non parla delle tante persone che si sono rassegnate a seguire il loro rigido regolamento per non avere problemi

  14. Scritto da ANTONIO

    siamo alle solite quando lei sig sindaco e i sui compari avrete
    come succedera’ di sicuro perso la causa essendo cosi ligi abbiate almeno il coraggio di pagare di persona per le fesserie che state facendo .
    con i vostri soldini enon con quelli dei contribuenti.

  15. Scritto da il polemico

    la cosa più assurda,è che comune intenta causa con soldi pubblici,avvocato del comune perde causa e comune paga avvocato,e per che motivo poi?una chitarra?allora togliamo pure i libri.e adesso lo zelante sindaco vuole opporsi alla decisione del tar,altri soldi da buttare. gia comune di paladina se non ricordo male anni fa aveva perso causa milionaria verso una ditta privata…..forse è un comune ricco?’mahhhh

  16. Scritto da fulvia

    Sig. Sindaco,prima di essere così ligio ai regolamenti, si fermi e riscopra la propria umanità: dietro una chitarra stilizzata, vi è il dolore di una intera famiglia. va solo rispettato.
    Ha figli Sig. Sindaco?
    e allora rifletta, nella vita accade di tutto ….e a tutti, indipendentemente dalle cariche politiche e dal numero degli zeri sul conto corrente

    1. Scritto da aldo

      qui non è questione di essere ligia ai regolamenti, ma di ottusità e ristrettezze mentali. Chi fa certi regolamenti lo è

  17. Scritto da ugo

    Si preoccupi invece di far cessare il baccano che fanno fino a notte tarda. ( è quello che chiamano musica)

  18. Scritto da marco

    soldi pubblici !!!! abbiano almeno la decenza di rimetterceli di tasca propria !!!!!!!!!!!!!!!!

  19. Scritto da Luca Lazzaretti

    Siamo alle solite..quando la m…la monta n’scagna ecc ecc…
    Magari nel territorio amministrato da quel sindaco ci sono capannoni ignobili,ecomostri,strade malmesse e maltenute,ma una chitarra al cimitero disturba i sonni..si, ma degli stupidi.

  20. Scritto da Marco56

    il sindaco e gli assessori dovrebbero chiedere scusa e pensare al loro ruolo nella comunita’.un consiglio al sindaco,si immedesimi prima di prendere certe decisioni.

  21. Scritto da omar

    Che razza di sindaco!!!

  22. Scritto da GIGI

    avesse scritto o disegnato chissà cosa capirei, ma qui ci sono personaggi che cercano notorietà o si credono censori e arrogano a sè il diritto di decidere per gli altri. in questo caso le spese le deve pagare di tasca sua, troppo comodo fare i grandi con i soldri altrui