BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Borsa: crollano le banche Ubi ferma a -7 per eccesso di ribasso

Venerdì nero a Piazza affari. Giù i titoli e spread invece all'insù fino a quota 500. Ubi banca è bloccata dalle 16.17 per eccesso di ribasso: è sotto del 7 per cento.

Più informazioni su

Venerdì nero a Piazza affari. Giù i titoli  e spread invece all’insù fino a quota 500. Il Mib alle 17 era a meno 4.51.

La peggio sembrano averla i titoli bancari e tra questi proprio la Banca Popolare di Bergamo e Ubi banca. Quest’ultima è bloccata dalle 16.17 per eccesso di ribasso: è sotto del 7 per cento. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Il giacobino

    Chiudere tutte le banche per fallimento. Non rifinanziatele. finanziate Direttamente le imprese che producono lavoro. Le banche producono usura con il loro parassitismo.
    É ora di cambiare questo sistema, dopo il default.
    Se non lo fa la politica presto lo farà il popolo con altri mezzi

    1. Scritto da Ideona

      Se chiudiamo le banche , poi le imprese con cosa le finanziamo ? Ah, sì , con una cosa che raccoglie i soldi e valuta se prestarli o meno (perchè se sbaglia ci fa fallire) , ma non la chiamiamo “banca” , la chiamiamo “giuseppe” , e così siamo a posto.

      1. Scritto da Tontolotto

        Ideò ha, fai andare il cervello. Chiudere questi tipi di banche, che sono gruppi privati di usura legalizzata che speculano sui tontolotti.
        Il denaro serve alle imprese, non le banche. Per erogarlo questo denaro ci vuole un nuovo sistema, non l’attuale che Sto arrivando! Solo speculare con un semplice passaggio di moneta. Lo ricevo all’1% da chi lo stampa (BCE) e lo riciclo al tontolotto al 6%.
        Capito IDEONA? No, non hai capito se no ci arrivavi da solo

  2. Scritto da Ivan 1976

    Quanti sacrifici dovremo ancora fare x il ”Dio spread” ??
    Inizierei a chiedermi se una massacrante Riforma delle Pensioni, se una indegna Riforma del Lavoro che rende tutti a rischio licenziamento, se una stangata alla Sanità, se una tassa come l’IMU e chissà quant’altro, siano servite a qualcosa! visto che questa speculazione si sta mangiando tutto e si è tornati ai livelli della scorsa estate..
    Siamo tutti con meno diritti e tutele, carichi di tasse all’inverosimile, con disoccupazione e cassa integrazione record, con pensione e lavoro che sembrano miraggi..
    Cos’altro vorranno tra un mese, il sangue??
    Nessuna nostalgia di Berlusconi e Bossi, anzi..
    Ma questi tecnici appoggiati dal PD ??

    1. Scritto da Rupert

      Alla tua analisi manca essenzialmente una cosa fondamentale : tu stai guardando alla situazione attuale come al “peggio”, mi spiace dirti che ti sbagli in maniera CLAMOROSA. Ci stiamo difendendo dal peggio ed evidentemente non immagini quanto sia devastante , e per anni, questo peggio.

  3. Scritto da perplesso

    beh,produrranno pure usura,però se un operaio deve comperare qualcosa di costoso,dove li prenderebbe poi i soldi?diciamo che le banche servono,però non trovo giusto scaricare sui cittadini anni di gestioni allegre e investimenti spregiudicati,i tanti titoli tossici spersi per vari paesi,sono stati fatti solo perchè si suppone che uno stato non possa fallire,altrimenti se erano più accorti,ci sarebbero stati meno acquisti di titoli statali a rischio,e nel frattempo lo stato incassando meno liquidi,forse avrebbe speso meno e non ci si ritroverebbe a questi livelli…

    1. Scritto da sergiopelato

      Concordo al 99%…in piu’ aggiungerei i soldi che sono stati rubati dalle casse dello stato negli ultimi 20 o magari 30 anni dai loro rappresentanti…….siamo alla frutta purtroppo

    2. Scritto da Nazionalizzare le banche

      Lo stato deve avere a sovranità di battere moneta, distribuirla, far pagare gli interessi ed usare gli interessi per lo stato. Semplice, no?
      Invece gli interessi rimangono ai privati, perché le banche sono private. Poi quando falliscono, lo stato deve aiutarle, come spesso avviene. Siamo tutti giocondi?
      Ma ritorniamo alla lira, battiamo la nostra moneta e nazionalizziamo le nostre banche. Usciamo da questo sistema che ci affossa. Una pedata a Monti e a tutti gli speculatori che lo sostengono, e via.

      1. Scritto da Insolazione

        Semplice ? Semplicissimo direi , come siamo stupidi ! Basta pagare la quota estera di debito , pagare chi possiede azioni delle banche ed accollarsene il debito. Che ci vuole ? In fin dei conti bastano quei 1200 miliardi o poco più. Non li vogliamo pagare ? Se riusciamo ad evitare che vengano qui con i carri armati (dietro ci sono i fondi pensione, le banche estere ecc.), basta dimezzare (un pò di più) tutti gli stipendi e pensioni , dimezzare il welfare (sanità ecc) , rinunciare ai crediti delle ns aziende con l’estero, non pagare i 100 miliardi a chi ha lavorato per lo stato e sospenderne gli investimenti (che tegono in piedi, malandrinamente, mezza italia). CHECCEVO’ ? Avanti savoia.