BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Torna la Festa della Dea: l’undicesima edizione tra ricordi e solidarietà

Prende il via il 12 luglio la manifestazione organizzata dalla Curva Nord, quest’anno dedicata alla commemorazione dei diversi lutti che hanno colpito l’ambiente atalantino nell’ultimo anno e alla beneficenza.

Torna anche quest’anno l’appuntamento estivo più atteso dai tifosi nerazzurri. Prende il via il 12 luglio l’undicesima edizione de “La festa della Dea”, la manifestazione organizzata dalla Curva Nord. Per sei giorni, fino a martedì 17 luglio, il parcheggio esterno dell’OrioCenter si colorerà di bandiere, maglie, striscioni rigorosamente nerazzurri. 

Quella di quest’anno sarà una kermesse dedicata in particolare alla commemorazione dei diversi lutti che hanno colpito l’ambiente atalantino nell’ultimo anno. Da Morosini a Magistrelli, passando per Angeleri e Previtali: a ognuno di loro sarà dedicata una serata. Ma non solo ricordi, perché la manifestazione avrà anche un risvolto benefico, con due serate a favore dei terremotati emiliani ed abruzzesi piuttosto che al Rwanda. E ovviamente non mancheranno gli ospito più graditi dai tifosi: i giocatori e i dirigenti dell’Atalanta, che si alterneranno nella sei serate, con il presidente Percassi che chiuderà con l’ultima serata.

Novità assoluta sarà la disposizione dei grandi tendoni e del palco: la festa, infatti, si terrà nel parcheggio esterno dell’Oriocenter e non più nel prato attiguo attualmente occupato da un  cantiere. Nessun problema per i posti auto: è disponibile il parcheggio interno del centro commerciale che, per l’occasione, resterà aperto tutta notte. 

Ecco il programma dettagliato delle serate:

GIOVEDI’ 12/7

Sarà ospite una delegazione della prima squadra (i giocatori ospiti verranno comunicati giorno per giorno) insieme ai grandi ex Ezio Bertuzzo, Zoran Mirkovic e Claudio Rivalta. Ospite speciale  l’alpino Rino Berlendis a cui verrà consegnata una donazione per l’ospedale pediatrico di Santa Maria di Riima in Rwanda; nello spazio musicale, il gruppo Letifica con un tributo ai Litfiba e di seguito blues con i Twister Mc Titty.

VENERDI’ 13/7

Serata dedicata alla solidarietà per i terremotati della provincia di Mantova. A una delegazione di sfollati del comune di Moglia, guidata dal parroco don Alberto Ferrari, verrà donata una raccolta fondi organizzata nell’ambito della festa. Con loro saranno presenti anche i giocatori e i dirigenti del rugby Aquila 1936.

Ospite ancora un altro gruppo di giocatori della prima squadra oltre agli ex, Adelio Moro, Zaccaria Cometti, Marino Magrin, Oliviero Garlini, Ulisse Paleni e Augusto Scala. Nello spazio musicale gli Aldo Ramonez e la Roll band. Alle 20,30 spettacolare esibizione di discdog (frisbee per cani) di sei cani “giocolieri” dell’istruttore Luca Felician

SABATO 14/7

Nel pomeriggio, dibattito dal titolo “Ultras, quale futuro?”: intervengono i familiari di Gabriele Sandri, Diego (Curva Nord Brescia 1911), l’avv. Giovanni Adani e un dirigente della società Atalanta.

In serata, oltre a un gruppo di giocatori della prima squadra, tra cui German Denis, saliranno sul palco gli allenatori che hanno cresciuto lo scomparso Piermario Morosini: Giancarlo Finardi, Alessio Pala, Emiliano Mondonico, Armando Madonna; con loro, la fidanzata Anna, don Luciano Manenti e una delegazione di tifosi del Livorno.

Spazio musicale con il tributo ai Queen eseguito dai Vipers.

DOMENICA 15/7

Serata dedicata alla storia con un ricordo speciale, insieme ai loro familiari, dei grandi Stefano Angeleri e Gianni Zavaglio, recentemente scomparsi. Ospiti della serata, le vecchie glorie dell’Atalanta degli anni 70 Bruno Divina, Giovanni Pirola e Raffaello Vernacchia e i campioni di domani, con una delegazioni di ragazzi e allenatori delle giovanili. Sul palco tributo a Ligabue con i Ligastory.

LUNEDI’ 16/7

Grande serata con il mister Stefano Colantuono e il suo staff; con loro Beppe Bergomi. Una dedica speciale sarà riservata al grande Luciano Magistrelli: a ricordarlo gli ex Walter Bonacina, Claudio Foscarini, Fulvio Simonini, Tom Astolfi, Alessandro Roccatagliata, Luciano Adami. Nello spazio musicale esibizione in bergamasco del “doppiatore” Ol Vava; di seguito l’afro del dj Pier Kuce.

MARTEDI’ 13/7

Grande finale con la presenza di tutta la dirigenza dell’Atalanta guidata dal presidente Antonio Percassi e dal direttore generale Pierpaolo Marino. Con loro Nedo Sonetti e l’ex dirigente Franco Morotti che insieme ai familiari ricorderanno il grande Franco Previtali.

Spazio musicale con amarcord anni 60 del gruppo The Shout Beatles Tribute.

 

 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da per chi non ha capito

    Traduco invidioso: dopo i confini di seriate, grumello, bottanuco, rovetta e san simone …la dea non se la fila nessuno! O meglio nerazzurro vuol dire inter.

  2. Scritto da skull88

    stasera?invidiateci!

    1. Scritto da ex nord

      ’88…eccoli li i novellini che seguono il pastore, nemmeno sai cosa fosse la curva prima dei SUPPOSTER

    2. Scritto da invidioso

      L’anno scorso vi hanno invidiato anche gli inglesi. Un amico mio londinese giunto a Bergamo a Luglio vedendo i manifesti nerazzurri mi ha detto: portami alla festa dell’inter stasera!

      1. Scritto da reds65

        da ciò che dici ho capito una cosa … siete due storditi

      2. Scritto da skull88

        non ho capito,puoi spiegarti meglio?ahhhhh era humor inglese?
        la prima media la dedico a te e al tuo amichetto ingese eheheh

  3. Scritto da paolo p

    Presente solo alla prima festa (pedrengo) poi basta, soldi al “re con gli zoccoli” non ne dò..come ho abbandonato la nord (a malinquore) ma son coerente, non come chi condanna tombini, schiaffi, risse, pestaggi, ecc..ecc.. e poi davanti ad una birra cancella tutto. Questi han preso a schiaffi gli stessi atalantini (pure quest’anno) boicottano trasferte e stadio e rompono a chi ci và, vogliono esser i padroni del tifo e non parliamo con vari inciuci con i giocatori (e nn aggiungo altro). Si schierano con i genitori di Sandri ma poi se prendono 1 tifoso (non solo ultras) di un’altra squadra lo conciano per le feste (vedi juventino in centro). schifato

    1. Scritto da Quore?

      Si scrive: ” a malincuore “.
      Forse prima di candidare Bergamo a Capitale Europea della Cultura, bisognerebbe insegnare la “Cultura” a chi ancora non la conosce.

      1. Scritto da ex nord

        e si..invece l’unto dla signore ha davvero una dialettica invidiabile, si attacchi pure alla grammatica, la sostanza (purtroppo) è quella e non la si può contestare o negare

    2. Scritto da Tonywka

      Completamente d’accordo su tutto…la curva senza quegli striscioni che l’hanno resa magica non è piu la stessa cosa e oggi è tutto lucro da parte di questi “capi”…la nostra curva non ha mai avuto un capo

    3. Scritto da gighellino

      nessuno sente la tua mancanza in Nord..

    4. Scritto da berghèm1907

      bla bla bla

      1. Scritto da basta_balù!

        questa e’ la cosa piu’ intelligente che ho sentito da un ultra’

  4. Scritto da giù dalla balconata

    eccolo qua il raduno dei seguaci al pastore, portate € forza, avvocati e pusher battono cassa.. non preoccupatevi una parte va in beneficenza, precisiamo io sono Atalantino da sempre ma non segui il pensiero unico del vostro capo (autoleletto a risse e sberle con igruppi storici) si voleva toglier la politica e invece si è arrivati alla monarchia, senza colore, assenti durante l’anno ma presenti a far cassa d’estate, certo ogni tanto metton qualche striscione autocelebrativo. Sapete dove è stata la vera beneficenza senza tanti proclami..come da 25anni a questa parte al torneo DEGLI AMICI SCOMPARSI x 2 mesi di ricordo, sport e amicizia, altro che la festa della cafonaggine

    1. Scritto da luca

      io stasera vado alla festa perchè è il raduno dei tifosi dell’atalanta e non perchè sono un seguace del pastore. facciamo così… mi porto la birra da casa così non spendo un euro. ok?

  5. Scritto da big-head

    come godo a leggere i troll nostrani…
    berrò una birra alla faccia vostra!!uhahahah

  6. Scritto da marino foletta

    non vi piace l’atalanta, odiate gli ultras dell’atalanta…. ma chi potreste criticare se non ci fossero?

  7. Scritto da solo dea

    forza magica facci sognare anche quest’anno…..

  8. Scritto da luca

    Svegli!!!.. non avete ancora capito?? lo faccio x il parco agricolo!!!!

  9. Scritto da Bruno

    E’ sempre uno spasso notare come l’ironia non abbia ancora fatto la tessera del tifoso.

  10. Scritto da reds65

    rosicate meno, camperete di piu’…

  11. Scritto da Boccia

    Peccato manchino serate dedicate ad altri scomparsi, come l’occhio del tifoso aggredito in 5 contro 1, oppure il tombino dalla curva, magari le auto ad alzano, infine il coraggio di affrontare un giornalista vicino al tribunale… Beh, vorrà dire che le terremo comunque bene in mente, anche senza celebrazioni

    1. Scritto da Matteo

      Scusate se mi arrabbio… io sono fiero di essere bergamasco, peccato che un difettto della mia cara terra di bergamo è quello che c’è tanta gente che non vuole bene all’Atalanta!

      1. Scritto da Fiorenzo

        sono bergamasco e non me ne frega niente dell’Atalanta, è un problema ?

      2. Scritto da Mauro

        Io invece, come molti altri, mi vergogno di essere bergamasco quando vedo che certa gente violenta si difende dietro l’invito del don di turno (meglio se di una parrocchia terremotata, fa ancora più scena) e un po’ di beneficenza. Tipica schizofrenia cattolica: basta che reciti quattro avemaria e puoi anche andare a casa a menare la moglie. Che schefe, che ergogna.

      3. Scritto da Boccia

        Toglimi un dubbio, Matteo. Chi non vuole bene all’Atalanta? Quelli che la penalizzano con gesti violenti (tanto poi fanno beneficenza…) o quelli che condannano quei gesti? Posso voler bene all’Atalanta e non a certi soggetti della curva? E’ forse vietato?

      4. Scritto da Tone

        Bravo, quindi ti sei arrabbiato con i finti tifosi che hanno fatto quei casini. O quei casini, secondo te, sono un modo bizzarro di voler bene all’Atalanta?

    2. Scritto da Laura

      Hai dimenticato i due recentissimi scomparsi: il sindaco in pectore Cristiano Doni (lalalalalalà…) e, dulcis in fundo, lo stadio nuovo.

      1. Scritto da riccardo

        Constato che su questo sito molti commenti, sull’Atalanta e dintorni sono per lo più acidi e fatti da chi, come la Sig.ra Laura dimostra di non essere né competente calcisticamente né tifoso. Rivangare Doni e gli errori fatti è oggi un gioco troppo facile e anche inutile. E’ Doni ad essersi smascherato per quello che è e rinfacciare ai tifosi di avergli creduto mi sembra abbstanza meschino perché già doloroso per loro; MI pare che ci siano motivi ben più gravi per vergonarsi in questo Paese e forse anche per Bergamo, C’è solo l’imbarazzo della scelta.

        1. Scritto da Laura

          Questa è proprio bella, io non sarei competente calcisticamente e non sarei tifosa. E come fai a dirlo? Perchè sfotto quattro esaltati? Rispondi a questo, allora, e vediamo chi è il vero tifoso (anche se, dalla vicenda scommesse io non metto più piede allo stadio): contro quale squadra Magnocavallo si buttò platealmente in area, sotto la curva nord, conquistando un rigore? Quel rigore fu realizzato? Fu decisivo per il risultato? A te la palla, sapientino.

          1. Scritto da riccardo

            Se c’è qualcuno qui che ha dimostrato di fare la maestrina che corregge gli errori con la biro rossa sei tu, cara Laura, è documentato. Quindi rimando al mittente il “sapientino”. Non so se tu sei tifosa o meno e certo non è un quiz fatto su ciò che si sa a documentarlo. Te ne potrei fare altri cento, ma non significa nulla. Magnocavallo me lo ricordo bene alo stadio e cadeva spesso in area a sproposito. Puoi tranquillamente scrivere senza essere tifosa o competente di calcio, ma sfottere un tifoso che è felice di far festa per la sua squadra e per la sua buonafede, solo per aver creduto a Doni o per gli errori di grammatica è solo atto più che snob semplicemente meschino. Saluti.

        2. Scritto da Pippo

          Benaltrismo: i problemi sono ben altri. Se io rubo, c’è chi ammazza, se io ammazzo, c’è chi fa le stragi, se faccio una strage, c’è chi fa le guerre. Quindi io posso rubare tranquillamente, voi dovete preoccuparvi della guerra in Afghanistan.

          1. Scritto da riccardo

            Caro Pippo, Pluto o Topolino che dir si voglia, mi pare che si esageri e si voglia fare della provocazione abbastanza gratuita, degna di miglior causa. la Festa della Dea è una festa e per tale va presa e a quella festa non vanno solo esagitati ma anche gente tranquilla solo tifosa di una squadra di calcio e che forse ha bevuto frottole in perfetta buonafede. C’è chi forse si ritiene più intelligente a farsele raccontare dai politicanti cui dà il voto da anni, il che è ben peggio. Star qui a fare le maestrine che bacchettano gli errori grammaticali o far la morale non si sa da quale pulpito autoeretto, lo trovo francamente sterilmente sciocco. Il benaltrismo non c’entra niente.

      2. Scritto da greatguy

        ragazzi se proprio non riuscite a venire non fà nulla…ce ne faremo una ragione…sappiamo che avete un sacco di impegni culturali

        1. Scritto da Laura

          Infatti,giovedì abbiamo giusto un incontro sull’abuso dell’accento nella declinazione del verbo fare.

          1. Scritto da reds65

            fà fà fà fà fà fà fà fà fà fà fà fà fà fà fà fà fà fà …… ??????
            CORREGGA ! “maestrina”

          2. Scritto da greatguy

            magari a quell’incontro vi danno alcune dritte su come uscire dalla pesantissima crisi in atto…mi raccomando state attente e poi fateci sapere

          3. Scritto da greatguy

            buon incontrro allora…

          4. Scritto da anna

            Brava Laura, certi errori non li fanno più nemmeno alle elementari!

        2. Scritto da luca

          che peccato…. ci mancheranno……..

          1. Scritto da Laura

            Venerdì invece andiamo ad un animato dibattito su “Usi e abusi: i puntini di sospensione creano dipendenza?”.

          2. Scritto da ElleA69

            Sabato invece al convegno “Il punto dopo una sentenza. Necessario? Superfluo?”

          3. Scritto da Laura

            Sì, e domenica tutti all’incontro “Il punto di domanda: una metafora virile”.

          4. Scritto da luca

            ci squsi signora maestra è che noi siamo un po”” gnoranti!! perche non viene alla festa ha fare dei corsi di gramatica solo per noi!!! GRAZIE 1000 MAESTRA!!!!

          5. Scritto da Laura

            Verrei volentieri, ma ho una serie di incontri di beneficenza con raccolta fondi per finanziare i dopocena del covo. Gli incontri si intitoleranno “Sopra le righe”.

          6. Scritto da ElleA69

            A questo punto Laura ti invito ad una cena dal tema: “La grammatica e la punteggiatura della lingua italiana: queste sconosciute. Se le conosci non le abbandoni più” :)

  12. Scritto da diversamenteabile

    che SCHIFO non hanno permesso a noi di vendere biglietti della lotteria allo stadio per le varie associazioni serie sul territorio BERGAMASCO tutte verificabili.
    ora dicono che fanno beneficenza ai terremotati e al Rwanda
    ma per cortesia

    1. Scritto da melu87

      è da anni che fanno beneficenza in rwanda…

      informati!

  13. Scritto da Narno Pinotti

    Quest’anno chi andrà a casa del Bocia a portargli le nuove maglie? E parleranno, come lui e Doni l’anno scorso, di cucina e francobolli?

    1. Scritto da Luca

      Penso che si parlerà molto del futuro del parco agricolo…..

      1. Scritto da Enrico

        Anche dello stadio nuovo…

        1. Scritto da luca

          no quest’anno si parla del palazzetto… forse l’anno prossimo si parlerà dello stadio nuovo!!

          1. Scritto da Enrico

            Quindi l’abbonamento lo fai per il palazzetto?

          2. Scritto da angelo

            Secondo me, lo fa per le terme di S.Pellegrino.