BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Stadio, niente clausola “Progetto avviato, l’area non tornerà parco agricolo”

Non avrà alcun effetto l’ordine del giorno presentato dalla maggioranza, approvato nel 2009, in cui si esortava il reinserimento nel parco agricolo nell’area di 34 ettari stralciata per fare spazio a stadio, palazzetto, superfici commerciali e parcheggi.

Più informazioni su

Niente parco agricolo, l’area destinata dal piano di governo del territorio alla cittadella dello sport non tornerà verde. Non avrà alcun effetto l’ordine del giorno presentato dalla maggioranza, approvato nel 2009, in cui si esortava il reinserimento nel parco agricolo nell’area di 34 ettari stralciata per fare spazio a stadio, palazzetto, superfici commerciali e parcheggi. La scadenza era fissata a due anni dalla pubblicazione del piano di governo del territorio, solo in caso di mancato “pieno soddisfacimento” del progetto denominato “parco dello sport”. Il mese X è appena iniziato, ma l’assessore all’Urbanistica Andrea Pezzotta non è intenzionato a ritornare sulla questione. Non verrà chiesta nemmeno una proroga, il documento non ha più alcun effetto. “Il procedimento è avviato, il progetto è stato presentato – spiega – un gruppo di lavoro lo sta esaminando quindi credo che il problema non si ponga. Non si è verificata l’indicazione data dall’ordine del giorno”.

Secondo i documenti ufficiali quindi l’amministrazione sarebbe “pienamente soddisfatta” del progetto della cittadella dello sport: era infatti questa la dicitura contenuta nell’ordine del giorno. Il tutto nonostante il sindaco Tentorio abbia più volte ribadito che il presidente dell’Atalanta Antonio Percassi al momento non possa permettersi un investimento da 150 milioni di euro. Eppure il consigliere delegato al Parco dello Sport, Angelo Fassi, era stato chiaro nel giorno dell’approvazione dell’ordine del giorno da lui presentato: "Stiamo cercando di creare le premesse e se questo sogno si concretizzerà sarà una grande vittoria per Bergamo. In caso contrario il progetto dovrà obbligatoriamente rientrare nel PLIS e a tal fine riteniamo sia assolutamente necessario indicare una scadenza di due anni, che possa garantire i giusti termini per verificare l’eventuale fattibilità. Sicuramente questo nostro obiettivo, per svariate ragioni, non sarà certo di facile realizzazione, anzi il percorso sarà difficilissimo e non sarà certo aiutato da un’opposizione che, oltre a sobillare ad aizzare gli animi per creare malcontento, sarà costruttiva solamente negli interventi mirati a minare le fondamenta del nostro progetto”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Luca

    FINALMENTE!!! Non tanto x lo stadio che io vorrei con tutto il cuore ( abito a stezzano) ma che so che difficilmente si riuscira’ a fare con questa crisi infinita!! Son contento x tutti quelli che hanno spacciato un campo incolto come il polmone verde della regione Lombardia…. Ahhhh

    1. Scritto da Narno Pinotti

      Luca abita vicino all’ipotetico nuovo stadio e spera sia soddisfatto questo suo interesse personale. Ma è ancora più soddisfatto che sia stato ignorato o calpestato l’interesse di tutti a lasciare libero – per la vista, per la natura, per lo spirito – un po’ di spazio in una zona già invasa dal cemento. (Poi magari Luca va a camminare in montagna, dove c’è un sacco di prati incolti.) Conta il mio comodo, gli altri s’impicchino. Più chiaro di così… Comunque si consoli: il progetto rimane a livello di slide powerpoint, e prima di dirsi «pienamente soddisfatte» e scucire milioni le banche saranno un po’ più esigenti dell’amministrazione. Vedasi San Pellegrino Terme.

      1. Scritto da greatguy

        Narno,accusi Luca di voler solo soddisfare un suo interesse,credo tu faccia la stessa cosa quando hai la pretesa di dire che lasciare libero il “campo incolto” è un interesse di tutti….forse il tuo, sicuramente non il mio!!!

        1. Scritto da Narno Pinotti

          Ah già, ma Greatguy è quello che si esalta a ogni nuovo centro commerciale e che quanto a fondamentali di economia si ferma a «se li aprono un motivo ci sarà». Bene, allora La informo che esistono interessi collettivi che sono tali, e come tali tutelati, anche se qualcuno non riesce nemmeno a riconoscerli. Per esempio, la scuola è un bene pubblico da promuovere, anche se è evidente che a Lei non ha dato granché: non ha imparato nemmeno a scrivere il Suo nome e cognome nei commenti.

          1. Scritto da GREATGUY

            complimenti x l’eleganza! se le fa piacere la prossima volta dirò che è sicuramente come dice lei e a differenza di lei non commenterò il suo grado/livello di istruzione solo perchè la pensa diversamente da me complimenti ancora sig. Narno Pinotti

          2. Scritto da luca

            e’ la dittatura ecologica!! o la pensi come loro oppure sei un demente…

          3. Scritto da Narno Pinotti

            In una delle zone più cementificate, più urbanizzate e popolose d’Italia, e quindi d’Europa, vivevamo sotto una dittatura ecologica. E non ce n’eravamo accorti! E gli impresari edili erano tutti dei martiri della libertà di mattone! Stupendo. «Demente» in effetti è una parola utile in questa situazione.

          4. Scritto da Narno Pinotti

            La prima eleganza è avere il coraggio delle proprie idee, ad esempio mettendoci il proprio nome e cognome. Quanto a sapere: non dipende dal livello d’istruzione, ma dall’essere disposti a tener conto degli argomenti altrui e, quando sono validi, a impararne. Invece di fare l’offeso smonti il mio argomento con uno più forte. Gliene sarei grato.

          5. Scritto da greatguy

            sapere che mi chiamo gennaro o calogero non cambia l’esito della discuussione,a meno che lei non voglia inviarmi una spedizione punitiva da quelli del paci paciana…x il resto rilegga i suoi post,a chiunque non la pensi come lei da dell’ignorante attaccando la persona piuttosto che l’idea, esattamente ciò contro cui dice di battersi…..

          6. Scritto da Narno Pinotti

            Se non cambia, allora tanto vale metterli, nome e cognome, giusto? Ma chissà come mai i leoni da tastiera non li mettono mai. Ho riletto anche i Suoi post, ma non c’è un argomento che sia uno. La povertà dei Suoi passati ragionamenti sui centri commerciali, anche quelli che chiudono in pochi anni come a Cortenuova, si trova in rete. Poi, quando saltano fuori storie di corruzione, Lei e quelli come Lei siete i primi a esigere le forche in piazza. Il Pacì Paciana lo tira fuori ogni volta che vuol cambiare discorso, per appiccicare alle persone etichette politiche e screditarle, invece di rispondere con argomenti.

      2. Scritto da Luca

        Il fatto che lei paragoni i prati di montagna al campo della grumellina mi fa sorridere… lei invece magari abita vicino al parco della trucca ed e’ fra quelli che si lamentano x grida dei bambini… anzi no lei forse ha votato x quelli che alla grumellina volevano farci la nuova guardia di finanza…

        1. Scritto da Renzo

          Luca ha in testa un unico concetto di natura: le rotatorie delle tangenziali. Oltre, purtroppo, non riesce ad andare.

          1. Scritto da Luca

            Nooo… alle rotatorie preferisco i vecchi incroci semaforici!! Si inquina di più!! Sai che sgasate prima del verde!!!!

          2. Scritto da Cos

            Sgasa, sgasa, che i tuoi amici arabi son contenti che consumi il loro petrolio.

    2. Scritto da GREATGUY

      brao Luca!!! la pense come te!!!

      1. Scritto da Enrico

        Direi due grosse sorprese: 1- la politica che non mette ostacoli a PP (Piccolo Presidente) e 2- greatguy che ne gioisce. Coriandoli a Natale.

  2. Scritto da Marcus

    Macchè “Cittadella dello sport”, chiamiamo le cose con il loro nome:

    CITTADELLA DELLO SHOPPING !
    E se i cittadini avranno meno verde, potranno godere di ampi negozi, centri commerciali, centri sportivi (a pagamento), con aria condizionata e beni di ogni genere da acquistare.

    Avanti così !

    1. Scritto da PIL

      Ma il verde non produce l’ aumento del PIL. Che gli vai a dir a mortimer Monti, salvatore della patria? Lui vuole solo centri commerciali per spendere, per consumare, per creare posti di lavoro, insomma per crescere ed aumentare il PIL.
      Vi piace Monti? Allora godetevelo.

      1. Scritto da Enrico

        Ecco il migliore: la colpa è di Monti. Applausi.

    2. Scritto da Elementare

      Ma se non si fa shopping, non si consuma, se non si consuma, non c’é lavoro, se non c’é lavoro non si fa shopping.
      Tutti a casa, a coltivare la terra sui terreni giustamente non edificati, per un sacco di patate. Come facevano i nostri nonni, poi non lamentatevi
      Elementare watzon, no?

      1. Scritto da Yuri

        ma i nostri nonni possedevano un concetto che oggi tronfi della tecnologia e della scienza – e del bosone di Higgs – non vogliamo considerare: IL LIMITE !

      2. Scritto da Laura

        Questo vive sulla luna. Ma la crisi che stiamo vivendo ancora non gli ha aperto gli occhi? Ma non lo sa che una recente ricerca americana ha stabilito che per ogni posto di lavoro (precario e malpagato) creato dai centri commerciali ne scompaiono due tra artigiani e commercianti. Faremo tutti la cassiera all’iper?

        1. Scritto da paolo p

          é qualcun’altro che vive di slogan e favole, NON C’è IL CENTRO COMMERCIALE nel progetto.. lo si vuol capire oppure no?? Percassi mica è stupido, che fà a fare un CC se poi nn guadagna (xchè l’area ne è satura e …guarda caso nessuno si è strappato le vesti, anzi..primi i sindaci dei paesi vicini) ci sono ristoranti, bar e negozi sportivi (atalanta, foppapedretti, ecc) tutto a servizo dell’impianto e per la settimana, visto ci saranno eventi (concerti ad es) altri sport (pallavolo, basket,) ed una SPA.. ma voi continuate a credere agli SLOGAN dei soliti NO, che nascondono la paura (infondata) di aver lo stadio vicino.

          1. Scritto da Laura

            Un aggregazione di negozi con bar e ristoranti (parole sue), in italiano si chiama centro commerciale. Non ho nessuna paura di avere uno stadio, ma sono sicura che sia solo una scusa per cementificare un centro commerciale, anzi no, un insiema di negozi con bar e ristoranti (parole sue). Tanto per non passare per fessi.

          2. Scritto da Amedeo

            E come tanti, o tutti, anche tu vai a fare la spesa in questi brutti posti che si chiamano Centri Commerciali…
            Meno chiacchiere farebbero bene, visto che sono sempre pieni, vuol dire che a moltoi vanno bene…

          3. Scritto da paolo p

            ma chi ha parlato di aggregazione di negozi? Guradi l ostadio della jUventus (o qualsiasi modermo in europa) e capirà.. ma forse lei è ancora ancorata alla vecchia città mercato, che poi cmq sfrutta.. bgon, mi son rotto di parlare, spiegare a chi non vuol capire cmq..

          4. Scritto da Laura

            Lo stadio della Juve l’hanno costruito demolendone un altro, e i negozi sono all’interno dello stesso. Qui a bergamo invece si cementifica un parco agricolo, e il centro commerciale sarà esterno alla struttura sportiva (che chissà quando si farà, tra l’altro). E’ inutile che continui a girare la frittata, così poi ti stufi solamente (sempre parole tue).

          5. Scritto da Ecologia

            Lasciate il parco agricolo per Laura che non vuole fare la cassiera, ma la mondina stile Albero degli zoccoli: tanta natura e poco smog

        2. Scritto da Albero degli zoccoli

          No, prenderete tutte la zappa e, con gli zoccoli ai pidi, tornerete nei campi a mondare il riso.
          Meglio della cassiera, no?

  3. Scritto da Yuri

    Commento con altra vostra notizia:

    L’ex Ministro dell’Ambiente, il trevigliese Edo Ronchi, presidente della Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile spiega perché Bergamo deve investire nella green economy.
    Edo Ronchi: “L’ecologia
    sarà il futuro delle imprese bergamasche”

  4. Scritto da bava alla bocca

    Evviva! Finalmente! Evvai! Siamo tutti qui con la bava alla bocca nell’attesa della realizzazione di questo rivoluzionario progetto.

  5. Scritto da pavel

    azzeccagarbugli.

  6. Scritto da luigi nappo

    Si vede che il mondo è cambiato. La materia urbanistica è di competenza esclusiva del consiglio comunale e solo da questo organismo può provenire un giudizio positivo o negativo. Il parere della giunta o dell’assessore conta poco.

  7. Scritto da Uno di Grumello al Piano

    A casa di politici voltagabbana non ne possiamo più,PdL e Lega hanno toccato il fondo. Con questa farsa questa amministrazione ha toccato il fondo, non hanno nemmeno pudore….
    Cacciamoli a pedate!

    1. Scritto da paolo p

      FARSA? scusi ma era ben presente nel programma politico di questa amministrazione, stanno solo cercando di mantenere una promessa che la gente ha votato, ma sappiamo per alcuni la democrazia vige solo se è sulla posizione richiesta e non quando va accettata in modo democratico appunto. Ma daltronde c’è chi vuol far credere che la struttura della Gdf sarebbe stata fatta in sterco e paglia :-/

      1. Scritto da Alida

        Ma se avevano detto due anni e se no nulla. Ogi dopo due anni ci dicono abbiamo scherzato, sono dei buffoni. Sterco e paglia saprei io come usarli al meglio con questi venditori di fumo, si vergognino.

      2. Scritto da il ciuco

        Era nel Programma? E pensare io che li ho vvvotati perche’ per anni ci hanno ammorbato con la propaganda contro “Bruni il cementificatore”, a suon di ubiqui manifesti con la pachera vorace che si pappava la citta’!

  8. Scritto da Fabio

    Sinceramente Narno mi dispiace ma la stai facendo fuori dal vaso…non dirmi che sei anche tra quelli che si lamentano dei parcheggi selvaggi alla domenica durante le partite dell’Atalanta, naturalmente se così fosse si capirebbero tante cose…

    1. Scritto da Narno Pinotti

      Invece del Suo commento non si capisce proprio niente (forse perché non c’è nessun argomento). Anzi no, una cosa si capisce: che Lei non sa nemmeno che cosa vuol dire la locuzione «farla fuori dal vaso». Ma del resto, testone io che mi metto a discutere con quelli che marciavano per Doni e tre mesi dopo lo trattavano come un appestato. Accadrà così anche a Percassi, appena pesterà i piedi agli ultrà.

      1. Scritto da paolo p

        dopo 1 anno ancora non ha capito (o fa comodo non capire) che la marcia non era pro-Doni, lo si è spiegato, bastava anche sol leggere uno strisicone (e li hanno fotografati anche qui) era una marcia che voleva giustizia (ed è stata fatta) invece che chiacchiere e speculazione dei media, che anno riempito giornali, telegiornali e quant’altro con il nome di Doni e dell’Atalanta senza nessun processo o prove certe (in italia sbaglio o c’è la presunzione di innocenza?) come vede ora che riguarda Buffon, Bonucci e la Juve le cose son ben cambiate.. Questo giusto per chiarezza, altrimenti facendo populismo (e cambiando argomento) per forza avrà (sempre..come i mac) ragione

        1. Scritto da Tone

          La marcia non era pro-Doni? Che barzelletta. Come se gli striscioni “Io sto con Doni” ce li fossimo inventati. Alà, fiaba.

          1. Scritto da paolo p

            riguardatevi..o meglio, RILEGGETE gli articoli dell’anno scorso. I giornali hanno trattato tutti come Doni? La gazzetta l’ha avuto in prima pagina per 1 mese, Buffon lo invitano (ed elogiano) al quirinale.. se siamo a questio livelli è colpa di gente poco obiettiva, come voi qui sopra. Per usare parole di uno più diretto di me “prostituzione intellettuale” ..sarà antipatico ma almeno è obiettivo

          2. Scritto da Tone

            Non sapevo che la gazzetta dello sport invitasse i giocatori al quirinale, ma il sempre attento paolo ci racconta anche questo. Inoltre, non ho alcun interesse a difendere Buffon, sono atalantino anch’io, ma sinceramente Buffon è stato sbattuto su tutte le pagine per un bel po’ di tempo. ma se vuoi continuare a raccontarti la storiella del complotto dei marziani contro l’atalanta, fai pure. Continui solo a farci fare una brutta figura, come atalantini. Mei fa sito.

          3. Scritto da reds65

            sig. Tone, Lei ricorda quello che le fa comodo, io a quella marcia c’ero, e ricordo gli striscioni “giu le mani dall’Atalanta” e “i processi si fanno nei tribunali” e “io sto con Manfredini” e altri ancora; in merito al “io sto con Doni” non nego di aver riposto la mia fiducia (come tanti altri) nella persona sbagliata, ma appurato il suo coinvolgimento x me (x tutti) è come non sia mai esistito…

          4. Scritto da Tone

            Eravate tutti lì a fagli il coretto, poi “appurato il suo coinvolgimento…” come volevasi dimostrare: avete fatto una figura di menta.

        2. Scritto da Dannone

          Paolo, quando si fa una figura di menta, è sempre meglio non cercare di far passare per scemi gli altri.La marcia non era pro-Doni? Ma facci il piacere: cos’era? Pro-Vercelli? Pro-Sesto? O magari probiotica (aiuta ad andare in bagno). Voto per quest’ultima.

          1. Scritto da paolo p

            reds le ha spiegato..ma è inutile x chi strumentalizza qualsiasi cosa x aver ragione.. e pensa un pò, anche oggi sui giornali si parla tanto di calciomercato e poco di scommesse, al contrari odi un anno fà.. ma voi continuate cosi, ci vorrebbe cosi poco a dire di aver paura di quei cattivoni dei tifosi e invece..si cercano le scuse (xchè tali sono) più becere..

        3. Scritto da Boccia

          Direi che non ci siamo proprio. I giornali hanno trattato ogni accusato di scommessopoli come trattarono l’anno scorso Doni e l’Atalanta. Quella che è cambiata è la reazione dei tifosi delle altre squadre che, memori della vostra figuraccia, si guardano bene dal difendere questo o quello a prescindere. A cercare di far passare gli altri per tonti, caro Paolo, poi per tonto ci passi tu.

        4. Scritto da moose1

          riguarda la juve.. cosa??

      2. Scritto da Fabio

        Con la sua risposta capisco che non avrebbe potuto capire non c’è problema l’importante è pensare che i tifosi atalantini siano schiavi di ultras doni percassi e compagnia bella…

  9. Scritto da "Non col vento"

    Pezzotta non dice che le aree di Grumello servono per far “atterrare” le nuove superfici previste sull’EX PN 16, Centro Servizi Aeroportuali, soprattutto ora che il Piano dei Rischi le ha praticamente depotenziate.
    Di fatto la previsone viene matenuta in piedi solo per questo.

  10. Scritto da Giorgio

    Tutti i posti invivibili dove non c’è più un metro quadro di verde sono nati così . Anche per eliminare l’ultimo vaso di gerani ci sarà una “giustificazione” .

  11. Scritto da angilberto

    Bene, se il tutto verrà realizzato, credo sia per Bergamo un passo in avanti. Il verde sarà comunque maggiore e fruibile contrariamente a quanto lo è ora. L’unica incertezza è che non venga fatto comunque nulla vista l’atuale situazione economica drammatica.

    1. Scritto da Mario

      Non si illuda. Il verde promesso con il Parco dello Sport è uno specchietto per le allodole. Con la scusa dello stadio sarà una operazione immobiliare di grande e negativo impatto ed inoltre non a servizio dei cittadini, perchè i servizi sportivi che eventualmente verranno creati saranno dati in gestione a privati e a pagamento.
      Purtroppo ho imparato sempre piu’ a credere nel detto: “a pensa mal ‘fa pecat ma se sbaglia mia”.

      1. Scritto da Luca

        Eccolo.. un altro fenomeno che prevede il futuro…

      2. Scritto da Eugenio

        Scusi Mario, lei per caso conosce un qualsiasi paese che ha servizi sportivi gratuiti? Mai vista una piscina gratuita, come neppure un campo di calcetto. I comuni li dan sempre in appalto ai privati. E quindi si pagano. ma se lei conosce qualche posto dove i servizi sportivi sono gratuiti la prego di informarci tutti. Penso saremmo tutti felici di poter andare in una piscina confortevole gratuitamente. Suvvia non sia egoista e condivida con tutti noi questa bella mèta!
        EVVIVA lo stadio nuovo!

      3. Scritto da Rivogliamol'Euroschool

        Non penso che la gestione sarà peggiore di quella della GDF, conngli impianti in Santa Lucia.

  12. Scritto da W lo sport

    Ottima notizia. Forse (e ripeto FORSE) riusciremo a dare una casa adeguata a due delle tante realtà sportive nostrane che altrimenti sarebbero costrette ad emigrare. Se penso a quante città farebbero carte false pur di avere una foppa, un’atalanta o un albino……

    1. Scritto da carla

      Forse non hai capito. Lo stadio non si farà, il palazzetto nemmeno, ma il non ritorno a parco agricolo significa che potranno costruire quel che vogliono…

      1. Scritto da W lo sport

        Questo si vedrà, nessuno può saperlo con certezza (e infatti ho scritto e ripetuto il forse). Di certo ci sono più possibilità ora che con un ipotetico ritorno di quel campo di patate a parco agricolo. Come è anche certo che se dovessero costruirci altre cose che non siano stadio/palazzatto & co non ci sarà alcuna opinione contraria (vedesi accademia)

      2. Scritto da "Non col vento"

        Esattamente così, anzi si potranno sfruttare le volumetrie previste sul PN 16, Centro Servizi Aeroportuali, che il Piano di Rischio ha di fatto sterilizzato e Sacbo col consenso del suo socio Comune, non ha voluto acquisire con l’area(risparmiando un pochino magari). Vedrete nelle prossime puntate….

  13. Scritto da raider

    il discorso è semplice: chi è contro la cittadella dello sport è contro lo sviluppo sia in tema di crescita della città che di salvaguardia di realtà sportive che nessuna città può vantare:Atalanta, Foppa, Lions. Si nascondono tutti dietro lo spauracchio del centro commerciale, ma non cè mai stata nessuna sollevazione popolare nel momento in cui ne è stato costruito uno. Tutti si riempiono la bocca parlando di “polmone verde” ??? ah ah ah un campo incolto e rinsecchito che non frequenta nessuno !!! Tutti si lamentano della collocazione dello stadio attuale ma nessuno vuole spostarlo, Abbiate il coraggio di dire le cose come stanno: non volete lo sport a bergamo !!!!!!

    1. Scritto da alberto

      Ragionamenti vergognosi, ma lei dove cavolo vive? Facciamolo nel suo giardino sto centro commerciale mascherato da stadio.

      Ps. lei per caso è dipendente di Percassi?

    2. Scritto da enrico

      Diffidare sempre da chi parte con “il discorso è semplice”. E’ semplice perchè ha le fette di salame sugli occhi.

    3. Scritto da Poraitalia

      Vedo che lei non è mai stato in una qualunque città mitteleuropea dove sono pieni di verde e parchi , evidentemente sono così sciocchi da non capire cos’è lo sviluppo. In compenso ad andare in fallimento siamo noi , quelli che capiscono sempre e tutto, strano , neh ?

  14. Scritto da poveretti...

    siete così capre che tra un pò,per vostra stessa colpa,non troverete più nemmeno l’erba da brucare. Bravi,giù cemento!per cosa poi,l’Atalanta e il suo presidente che raderebbe al suolo pure il cimitero pur di costruire e guadagnare?

    1. Scritto da GIAN55

      magari sei un di quelli che quando l’ atalanta gioca al comunale sbraiti per il traffico e via dicendo, ma fammi il piacere dai.

      1. Scritto da poveretti

        pensa un pò…abito a 200 metri dallo stadio e non mi lamento affatto quando c’è l’Atalanta.E per di più sono tifoso della Dea ma a me qsto progetto di Percassi non convince affatto.vedo solo negozi su negozi e uno solo che ci guadagna:lui(e la società) non di certo i cittadini a cui dello sport non gliene frega nulla.

      2. Scritto da Marcus

        Perfettamente d’accordo con Poveretti. Tifoso della DEA, ho abitato a due minuti a piedi dallo stadio e non mi lamentavo del traffico e sostengo l’idea che la cosa migliore sia quello di ricostruirlo nello stesso posto dove c’è l’attuale. Non si tratta nè di essere bucolici, nè di sinistra ma di guardare un poco piu’ in là dell’immediato.

  15. Scritto da No parco agricolo

    Ma questo parco agricolo cosa è??? L’ennesimo progetto campato per aria dove sprecare denaro aiosa per correr dietro ai sentimenti bucolici della sinistra salottiera??? Ricordo che nemmeno gli agricoltori lo vogliono ….

    1. Scritto da bucolica

      …una colata di cemento ci seppellirà…che bello!

      1. Scritto da luca

        consolati… non sarà il cemento a seppelirci ma i maya.. il 21/12/2012

      2. Scritto da mario 2

        Perche’ ti seppellira? Hai per caso la panchina dove getteranno il calcestruzzo per lo stadio? Da noi non si puo’ fare mai nulla.povera Italia che resta indietro alle altre potenze occidentali che quando decidono una cosa la fanno.

        1. Scritto da bucolica

          e una colata di luoghi comuni ci sta già seppellendo

  16. Scritto da cua de paja

    Date un’ occhiata a questo link http://www.grandstadeol.com/projet/projet-amenagement/. Progetto dello stesso studio, Populos Londra, è simile al progetto di Bergamo ma con capienza di 60mlia posti e con la differenza che da noi si occupa 13,6 mq/posto loro i francesi 8,3 mq/posto. Perchè? Perchè visto che anche loro hanno 2 hotel, 5 campi d’allenamento, ristoranti, golf indoor ecc.? Perchè il loro studio prevede che il 75% dei tifosi arrivi con i mezzi pubblici e da noi invece si prevedono grandi parcheggi? Attendo risposte (serie) dagli economisti, progettisti e sostenitori del “parco dello Sport”

  17. Scritto da Dante

    L’investimento era di 250 milioni di euro e non 150 come scritto nel vostro articolo. In merito alla scadenza dei due anni se ciò non vale più significa che questa maggioranza prima dice una cosa e poi ne fa un’altra prendendo in giro consiglio comunale e i paesi vicini interessati. Lo stesso Fassi sollecitava l’Atalanta a fare presto con i progetti altrimenti non c’erano i tempi tecnici per dar seguito al Parco dello Sport,quindi pure lui raccontava oltre al Sindaco, Pezzotta e altri cose non vere. Ma noi cittadini da chi siamo governati? da incompetenti? o sanno fare solo la mivida il giovedi per mettere fumo negli occhi alla gente.Cittadino molto deluso.

  18. Scritto da giuan de ghisa

    Pezzotta e Fassi siete di una tristezza incredibile.
    Speriamo che i soldi manchino così il vostro sogno finisce nel nulla!
    E salveremo il Plis dalla speculazione Percassi.

    1. Scritto da Luca

      Okkio che se mancheranno i soldi verranno a chiederli personalmente a te!! Ahhhhh

  19. Scritto da Goisis

    Una cosa è evidente: lo stadio ed il palazzetto erano solo una scusa per costruire negozi (centro commerciale).