BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Carissima colazione due caffè e due brioche sul Sentierone: 9,90 euro

In una lettera si denuncia il caro-colazione in uno dei salotti di Bergamo: il Sentierone. Due caffè, due brioche e una bottiglietta d'acqua costano 9,90 euro.

Più informazioni su

Riceviamo e pubblichiamo la lettera di Micheal Andersson in cui racconta il caro-colazione in uno dei salotti di Bergamo: il Sentierone. Per due caffè, due brioche e una bottiglietta d’acqua ha speso 9,90 euro.

 

Colazione sul Sentierone di domenica mattina. Vi propongo un breve resoconto. Ci dirigiamo prima al Balzer dove ci sediamo direttamente in un tavolino sporco in attesa che ci venga presa l’ordinazione. Inutilmente però: dopo più di dieci minuti non si era visto ancora un cameriere nonostante i nostri continui affacci verso il locale.

Ripieghiamo allora sul Nuovo Nazionale dove veniamo subito invitati ad accomodarci in un tavolo di cui, rispetto al Balzer, solo le sedie erano sporche, però di cacca di piccione. Senza appoggiarci allo schienale ordiniamo due caffé, due brioche e un bicchiere con un goccio d’acqua del rubinetto per prendere una medicina.

La risposta del cameriere è stata: "Non serviamo l’acqua di rubinetto ma solo bottigliette in vetro da 0,25 litro". Insomma conto per una colazione rapida di questo tipo 9,90 euro (di cui 2 euro per un goccetto d’acqua con cui prendere una compressa) consumata mentre nei tavolini a fianco venivano lasciate briciole e resti di altre colazioni piluccati da simpatici piccioni accovacciati sui portatovaglioli.

In sottofondo, musica pop a medio volume del locale mischiato alla banda che suonava nel loggione tra Piazza Dante e il Sentierone.

Insomma, dei due salotti di Bergamo solo quello di Città Alta pare essere rimasto quello buono.

Cordiali saluti. 

Michael Andersson

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Luca

    Uheeee…non e’ che hai fatto colazione in un posto qualsiasi…. Il sentierone e’ il salotto della Bergamo bene!!! E’ già bello che si sono degnati di servirti… Ahhhhh….
    Chiudiamo questo bar per furto aggravato

  2. Scritto da roberta

    Avete rotto, voi lamentosi di professione. Avete voluto l’economia di libero mercato? E adesso ve la tenete. Hai voluto fare colazione di domenica in pieno centro cittadino e ti lamenti dei prezzi? La prossima volta fai colazione a casa. Come facciamo io e la mia famiglia.

    1. Scritto da Il Naggio

      “la lamentosa di professione” qui pare essere lei. Sacrosanta la segnalazione del Sig. della lettera. Se questo è il nostro biglietto da visita siamo messi veramente male…

      1. Scritto da 081

        Concordo con “Il Naggio”. Cara Sig.ra Roberta lei quando è in giro come turista torna a far colazione a casa tutte le mattine…? Il problema di fondo è che oltre a scrivere lettere di denuncia, bisogna farlo presente al gestore del locale anche solo per il gusto di vederlo annaspare per dare una giustificazione per i tavoli sporchi…almeno uno rovina la giornata anche a lui.

        1. Scritto da giobatta

          a farlo presente al gestore gli si rovina dieci minuti, a dichiararlo in internet, lo si fa rosicare molto di più. in un corso di economia mi hanno insegnato questa regola: per il fornitore è buon cliente chi si lamenta -a ragione- con lui, è cattivo cliente chi invece tace, ma poi ne parla male agli altri. io, sovente, faccio entrambe le cose. ma se il servizio è buono, mi complimento con lui e lo dico anche agli altri.

          1. Scritto da 081

            Sono d’accordo con lei e mi permetto di aggiungere che basterebbe il buon senso, oltre al corso di economia.

          2. Scritto da giobatta

            purtroppo spesso non ci arrivo da solo…

    2. Scritto da Mat

      Chi l’ha detto che bisogna passare la vita in periferia come fate voi?
      Se uno vuole godersi la vita ha diritto ad essere servito e riverito, pagando un prezzo maggiore ma non certo spropositato come quello imposto a chi ha scritto la lettera.

    3. Scritto da anna

      a questo livello si merita che magari per un caffè al bar le chiedano un occhio della testa e alle sue lagnanze rispondano “ha voluto un caffè al bar e non le sta bene il prezzo?bene, la prossima volta esca di casa gia bevuta””

    4. Scritto da non fare solo la colazione a casa...

      hai proprio capito tutto dell’articolo tu..brava..
      Magari, mentre fai colazione a casa con la tua famiglia, fai degli esercizi di comprensione del testo, così forse poi sarai in grado, rileggendo l’articolo, di capire che il problema non è il prezzo (chi scrive sostiene che avrebbe dato pure la mancia al cameriere), ma un servizio scadente, considerando quanto è costato.

  3. Scritto da 081

    Caro Michael Andersson, questi posti li evito da anni, anche perchè quando andavo ho sempre avuto la sensazione che mi facessero un favore (loro a me!!!): camerieri troppo sufficienti, titolari (o presunti tali) supponenti.

  4. Scritto da carlo

    Quando si dice accoglienza turistica. Rimandati a settembre (se non addirittura bocciati).

  5. Scritto da monica

    Mi sono trovata anche io a fare colazione in questo locale. da fuori non sembrerebbe un locale supermegalussuoso, e mi sono seduta al tavolino interno…con briciole ovunque, sul tavolo, sedie e per terra e piccioni DENTRO il bar. Due cappucci e due microbriosche piu’ di 7 euro. Ovviamente non mi vedono piu’.

  6. Scritto da igiene pubblica

    se ci sono questi problemi igienici(guano di piccione sulle sedie),non sarebbe male che l’ufficio igiene,
    facesse un controllo.poi per il prezzo basta consumare al banco

  7. Scritto da Coppa Italia 62/63

    Il locali sono entrambi abbastanza sporchi e da Balzer pure maleducati.Circa un mese fa sono entrato da Balzer appunto, alle 22 e non mi hanno servito,nonostante il cartello dicesse chiusura ore 24.Alle mie rimostranze, in modo sgarbato una signora mi ha risposto che loro “chiudono all’ora che vogliono”.Comunque,secondo me,il prezzo pagato per una colazione seduti in pieno centro, è corretto.

  8. Scritto da De lana caprina

    Scusate, ma mi sembra un falso problema: bar caro? Camerieri supponenti? Briciole e piccioni? Fate a meno di frequentarlo: un po’ alla volta, resteranno solo i camerieri a giocare coi piccioni tra le briciole…Mi sembra singolare montare una geremiade per un locale di scarso appeal: fate cinquanta metri e sedetevi a far colazione in un altro bar. Oppure, meglio ancora, fatevela a casa e sul Sentierone andateci per fare due passi e quattro chiacchiere: è più sano per lo stile di vita e anche per lo stile tout court.

  9. Scritto da franca perletti

    a bergamo ci sono tantissimi latri bar per fare colazione…ma per tutti vale la stessa regola: se non ti trovi bene…NON CI VAI PIU’.
    in merito a briciole e piccioni vale la lamentazione diretta col proprietario e , in casi estremi, la telefonata all’asl o guardia di finanza!

  10. Scritto da H724

    9 neuri per una colazione?
    Volete la bicicletta bella ?
    PEDALATE !!!

  11. Scritto da andrea

    9.90€ il prezzo giusto, anzi scontato!
    caffe €1 x 2 =€2
    brioches €1,5 x 2 =€3
    acqua €2 x 1 =€2
    TOTALE =€7
    ma siccome c’è il servizio al banco, il prezzo può raddoppiare, quindi fino a €14.
    l’esercente quindi non ha applicato i prezzi massimi.
    e come scrivono in tanti, se non vi piace, cambiate bar ce ne sono cento in centro!
    ciao andrea

    1. Scritto da L76BG

      io la faccio al bar del paese.. cappuccio+brioches+succo.. 2.50€ (un pò come i menù accorpa il prodotto e fa buon prezzo)) al banco o seduto il prezzo non cambia, quando ci sono queste ingiustizie il modo di contrastare è uno solo, boicottare!! cosa che ormai faccio anche per tante feste della birra sparse in provincia, sono più care di un pub, dove mi “servono” e mi danno il bicchiere di vetro di una pinta al prezzo di uno di plastica, facendo la fila e che normalmente non supera lo 0.4l ..è il cliente che regola il prezzo!!!

      1. Scritto da Simone

        Ecco bravo,falla al bar del paese!

      2. Scritto da Angelo

        Sono pienamente d’accordo sulla birra servita nei bicchieri di plastica alle varie feste.Dove poi non fanno nemmeno lo scontrino.

    2. Scritto da Roberto

      Smettetela di considerarvi dei paladini del commercio,siete semplici bottegai, se non fosse per la semplicità dei cittadini di sceglirvi anche per un semplice caffè avreste già chiuso da anni considerando le tasse che avete evaso con gli scontrini non fatti, cambiare bar ? ma dillo ai gestori che chissà dove ti mandano per una affermazione stupida come questa.

  12. Scritto da Basta non entrare

    il principio dello spennamento recita così:
    all’avvicinarsi del centro i prezzi aumentano proporzionalmente
    unica eccezione i saldi, ma questo non vale per i bar
    ergo nutritevi a casa e/o sappiate che il corpo umano ha una certa resistenza.

  13. Scritto da claudio

    Non sarebbe stato meglio fare due conti e capire la differenza tra il servizio al banco ed i prezzi maggiorati con servizio al tavolo?

    Questo fantomatico Sig.Andersson mi piacerebbe sapere quanto spende in patria per un’identica colazione come questa e quanto LORO chiedono ai turisti.

    Bergamonews prima di pubblicare una lettera con un titolo denigratorio del genere avrebbe potuto al massimo fare un sopralluogo per appurare la questione e farla pure presente ai titolari dei locali.

    Il dare spazio ad un turista deluso dal trattamento è corretto, ma ci sono altri modi più eleganti, anzichè “remare contro” esercizi commerciali bergamaschi.
    Distinti saluti
    Corti Claudio

    1. Scritto da 081

      Giusto Sig. Corti…e di preciso dove si trova il suo esercizio commerciale???

      1. Scritto da claudio

        Gentile 081 non ho alcun esercizio commerciale e non volevo passare per il difensore dei commercianti bergamaschi ma solo puntualizzare un atteggiamento poco elegante anche nel dare spazio al fantomatico turista Sig.A.
        Purtroppo persiste, visto che continuo a leggere cattiverie ed invidie di alcuni, l’accanirsi contro i gestori dei bar.
        In un mio recente week-end a Oslo in Norvegia ho pagato per 2 birre e 2 tranci di pizza 26 euro e non ho certo scritto una lettera al giornale locale!
        Saluto distintamente
        Claudio

  14. Scritto da Luca

    Basta farla a casa la colazione, una scodella di latte e qualche biscotto… meno di 1 euro.
    Senza dover aspettare il cameriere, senza aver schifo del tavolo e delle sedie, senza dover essere obbligati a comprare una bottiglia di acqua per prendere una pastiglia.

    Il balzer, per conto mio, è già fallito

    1. Scritto da ah bè..

      che ragionamenti…pure io la colazione la faccio a casa, non per questo tutti devono fare lo stesso.
      Tra l’altro nell’articolo non si critica il prezzo, ma la relazione prezzo-servizio..e lamentarsi è più che lecito.
      Ok che basta non andarci in determinati posti, ma se ci si incappa, non ci vedo nulla di male a manifestare la propria opinione e il proprio dissenso.

  15. Scritto da nemo

    Il problema qui mi par dir capire è la sproporzione tra ciò che si è pagato e il servizio ricevuto…..mercato libero con libera scelta

  16. Scritto da maria

    credo che il prezzo possa essere giusto,,lo sporco e i piccioni no!! per lo sporco si deve pulire . non capisco perche i piccioni non si possono abbattere!.hanno rovinato monumenti e chiese.in ogni paese.. nonostante si siano spesi soldi per vari sistemi di dissuasione ,mantengono comunque il loro domicilio..

  17. Scritto da gigi

    La parola d’ordine è “boicottare”. Boicottare tutti coloro che, nonostante i tempi di crisi, continuano a pascersi il ventre sazio. Anche a causa di tasse evase in passato, tanto per essere chiari. Non andiamoci più e mettiamoli alle strette. Che sentano anche il mal di pancia, come la maggior parte di noi.

    1. Scritto da diversamenteabile

      penso lei sia stato o è un operaio comunista o pd da come scrive boicottare è un termine sindacale
      boicottavano gli perai che facevano 2 giornate una in una grande azienda esempio DALMINE,SAME,BREMBO,ECC che facevano turni lavorativi si sono fatti le loro castte belle tutte in evasione fiscale.
      perchè BOICOTTARE una libera scelta nessuno la obbliga se ha soldi se lo può permettere e lo gradisce lo faccia altrimenti no
      allora andrebbero boicottate tutte le vacanze? se vado in sardegna sicuramente spenderò di più che a cattolica allora dobbiamo boicottare la sardegna? idem l’abbigliamento firmato
      ma che faccia quel che vuole
      sicuramente avrei criticato il servizio e la pulizia spendendo cosi

      1. Scritto da gigi

        pensiero un po’ confuso. penso che lei sia un po’ confuso, da come scrive.

        1. Scritto da diversamenteabile

          io ho motivazioni serie per essere confuso essendo diversamente abile
          mentre lei è molto arguto anzi direi una cima.
          buona giornata.

  18. Scritto da Ezio

    Non vedo il problema. Se finora il locale ha potuto applicare quei prezzi, è evidente che ha tanti clienti che non si preoccupano di pagare quei prezzi. Sicuramente il servizio al tavolo va pagato, i camerieri hanno un costo.
    Io non frequento quel genere di locale, non me li posso permettere. A volte ne frequento altri che mi servono lo stesso prodotto e forse anche migliore ad un prezzo decisamente più basso. E’ il cliente che deve cambiare, il locale si adegua se non ha clienti. Lamentarsi in questo modo è ridicolo.

  19. Scritto da Alberto

    Poi non lamentiamoci se gli stranieri non vengono più in Italia in ferie: oltre a spennarli, li prendiamo pure per i fondelli…

    1. Scritto da diversamenteabile

      potrebbe anche aver ragione ma guardi che la germania,francia,svizzera,inghilterra,ecc,ecc hanno ancora convenienza a venire in ITALIA per loro non’è cambiato nulla perchè quando avevamo la lira eravamo comunque più deboli con il cambio valutario tale è rimasto.
      lei pensi che essendo in crisi la Grecia DICO GRECIA,SPAGNA,ECC gli operai Percepiscono dal 20 al 30% in più dei nostri e noi dicono siamo messi meglio non diamo responsabilità che non esistono
      se mi dice L’ITALIA nazione balneare turistica non all’avanguardia per soddisfare il turismo ha ragione.
      mi dice piena di sporcizia,ladruncoli,scippatori,clandstini,extracee
      ha ancora ragione
      le persone in vacanza vogliono la vacanza.

      1. Scritto da SANDRO

        ERO IN SPAGNA A CAPODANNO ED IL GOVERNO SPAGNOLO AVEVA FISSATO EL SUELDO (STIPENDIO) MINIMO A CIRCA 600 EURO INOLTRE SE UNO PROVA ANDARE A MILANO IN PIAZZA DUOMO 2 CAFFE’, 2 BRIOCHE ED UNA BOTTIGLIETTA D’ACQUA HO DEI DUBBI CHE SE LA CAVA CON MENO DI 20 EURO, BISOGNA CALCOLARE ANCHE IL COSTO DEGLI AFFITTI IN DETERMINATE ZONE

      2. Scritto da Alberto

        Dico solo che si sente troppo spesso di turisti stranieri che vengono raggirati da taxisti, ristoratori, baristi, con conti esorbitanti e ingiustificati. Non è certo questo il caso, ma come sappiamo fa molto più rumore (e cattiva pubblicità a tutto il Paese) un singolo caso negativo che centinaia positivi. Se poi in generale, in Italia e a livello turistico, si abbassasero i prezzi e si aumentasse la cortesia e l’accoglienza sapiente, ne gioveremmo tutti.

        1. Scritto da diversamenteabile

          ma si parla di locali lussuosi se si pagano certe cifre io e molti altri non entriamo

          quello che lei scrive è un vizio italiano fare i furbetti ma è lo stato che ci invita a farlo,quando lei vede un Valentino Rossi sui giornali accusato di frode dalla finanza per aver evaso 100 milioni di euro
          e ne vogliono solamente il 15% del totale che deve si immagini
          valentino era un esempio tomba anche zanardi,IL GRANDE PAVAROTTI,ECC persone che hanno frodato il fisco.
          bene tu freghi non rispetti le leggi paghi CARISSIMO le leggi ci sono vanno applicate non interpretate come purtroppo fanno UN VECCHIO DETTO DICEVA CHI SBAGLIA PAGA OGGI NO

  20. Scritto da ORI

    settimana scorsa parcheggio Piazza Libertà 5 minuti d’orologio ho pagato 1 euro, non potevo prendere l’autobus ho pagato ma ….

  21. Scritto da domenico

    IMPARATE A CHIEDERE QUANDO ORDINATE IL LISTINO PREZZI CARI SIGNORI, EVITERETE BRUTTE SORPRESE…….

  22. Scritto da il polemico

    germania a garmish 2001,3 bottiglie di acqua frizzante s.pellegrino da 1/2 litro pagate in totale 19,5 marchi,che fanno al cambio odierno circa 10 euro,
    agosto 2010,2 caffè espresso in autogrill tedesco,pagato 5,4 euro in totale
    ok che i prezzi a bergamo sono alti,ma nemmeno da altre parti si è messi cosi bene

  23. Scritto da Mirko

    Ma che discorsi sono “anche in Germania si paga tanto!”?
    Sembra quelli che si facevano a scuola….
    Se ci sono commercianti ladri in Germania (sono stato a Berlino e ho mangiato benissimo con meno di 10€ nel 2009, per cui basta guardare non sono tutti esosi) non è che dobbiamo imitarli e comportarci nella stessa maniera… Sul sentierone ormai stanno esagerando perchè 2 € per nemmeno 1/2 litro d’acqua è davvero fuori da ogni logica.
    Detto questo anche i turisti sbagliano ad ordinare senza aver visto il menu dei prezzi (che i bar sono obbligati ad esporre), non si può fare gli scandalizzati post. Tra l’altro c’è una splendida fontanella li vicino se serviva un goccio di acqua.

    1. Scritto da francesca

      benone!poi i signori gestori si lamentano della mancanza di clienti…bisogna boicottare e basta.comunque la gentilezza di offrire un bicchier d’acqua del rubinetto ,un tempo era scontata, il senso civico ,anche del Barista,ormai è roba vecchia!

  24. Scritto da anna

    approfittiamo del’occasione per parlare degli orari di apertura di questi bar (servizi pubblici?)::alle nove di sera tutti chiusi…….
    Poi organizzani la movida il giovedì per portare gente in centro.,

  25. Scritto da Michael Andersson

    Ci tengo a fare alcune precisazioni:
    1. sebbene di nome scandinavo sono italiano e conosco Bergamo;
    2. la mia lettera non era finalizzata a denunciare una colazione cara, ma un disservizio (avrei dato anche la mancia al cameriere se nel primo locale mi avessero servito e se nel secondo mi avessero offerto un servizio migliore);
    3. non era mia intenzione denigrare un singolo locale (ho parlato di entrambi i locali riportando i fatti senza giudizi di merito), ma desideravo sollevare un piccolo dibattito su una testata locale circa la situazione in cui versa il “salotto” dei Bergamaschi;
    4. spero che questa lettera possa aiutare ad offrire un servizio migliore.
    Ringrazio Bergamonews

    1. Scritto da voltaire

      Ringrazio ed apprezzo chi come lei sente la necessità di rilevare una situazione che purtroppo contraddistingue da tempo il salotto buono(ma quale?) di Bergamo.
      Non è comunque che la nostra città si distingua per l’offerta al turista:orari d’apertura o se preferite di chiusura ridicoli, servizio pessimo e prezzi alti sono ormai la consuetudine.
      E sotto il tappeto della qualità la polvere della Malpensata,Piazzale degli Alpini,Via Quarenghi,dove le almeno le pretese non sono da salotto buono,di Bergamo?

  26. Scritto da andrea

    senza tanti giri da parole , senzsa tante scuse diciamo pure che è una VERGOGNA, dopo che nelle altre città sia uguale, cioè se ne approfitti, non è una scusante

  27. Scritto da DIFFICOLTA'

    noto con piacere che tre quarti dei lettori non hanno capito il senso dell’articolo: il problema non è il prezzo, ma un servizio scadente ad un prezzo elevato!!!!!!!!!!!
    quindi: IL PROBLEMA PRINCIPALE è IL SERVIZIO!!!!!!!!

    1. Scritto da Massy

      Siamo sempre punto e a capo non abbiamo più professionisti in questo campo solo avventurieri ho gente che fino ha ieri a fatto dell’altro ed oggi facciamo queste figure. Non e il prezzo che conta e accoglienza,sorriso,ed coccolare il cliente.

      1. Scritto da Pietro

        Una volta qualsiasi lavoro veniva fatto con passione e responsabilità,dove sono finite queste due caratteristiche fondamentali???.Oggi chi lavora così ha sicuramente una marcia in più rispetto a qualsiasi altro al di la del prezzo pagato.

  28. Scritto da gino

    Anno 2005, a Venezia Piazza San Marco, un cappuccio e due caffe’…che luogo romantico con la mia ragazza, e il violinista che ci suona accanto dolci melodie, conto finale 20 euro, pensavo peggio, insomma in pratica leggere i prezzi all’ ingresso, si e’ in centro, non in Val di Scalve, l’ iniziativa privata e’ libera, non siamo in Corea del Nord, quando volete vendere la vostra casa o la vostra auto il prezzo chi lo fa ? eppure la vostra stessa auto o la vostra casa magari a meno si trovano…

    1. Scritto da difficoltà

      caspita ma siete veramente duri di comprendonio……
      qui si tratta di comprensione del testo, mica calcoli astronomici..