BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

L’ecopass a Roncobello Turisti divisi: “Sceglieremo altro”

L’inedita tassa non sarà estesa proprio a tutti: sono infatti esentati i residenti di Roncobello, i titolari degli alpeggi a Mezzeno, i gestori dei rifugi Laghi Gemelli e Tre Pizzi e tutti i disabili.

Più informazioni su

Strada rovinata da traffico e ghiaccio? A ripararla ci penseranno i bergamaschi che ci transiteranno con le loro auto. Si può chiamare ecopass o pedaggio, quel che è certo è che da mercoledì scorso il comune di Roncobello ha introdotto quello che per la Valle Brembana è il primissimo esempio di strada ordinaria a pagamento.

A chi ci vorrà transitare serviranno due euro per percorrere quei sei chilometri che portano dalla frazione Capovalle alla Conca di Mezzeno, punto di partenza per diverse escursioni sulle Orobie occidentali.

Una mossa, quella che tanto sta facendo discutere, che il sindaco di Roncobello Andrea Milesi ha spiegato così: “Il traffico in estate è particolarmente elevato e la strada, anche a causa delle forti nevicate e del ghiaccio invernale, si deteriora facilmente. Da una parte – ha continuato il primo cittadino – si vuole cercare di ridurre l’afflusso delle auto a salvaguardia dell’ambiente particolarmente pregiato, dall’altra parte l’obiettivo è quello di raccogliere quei fondi che ci permetteranno di mantenere il tracciato in buone condizioni”.

Come detto, dalla Conca di Mezzeno partono ogni estate migliaia di escursionisti che, col bel tempo, non si vogliono perdere lo spettacolo offerto dalle Orobie. Da lì, infatti, si possono raggiungere alcuni degli itinerari più belli quali il rifugio e i Laghi Gemelli, il Passo di Mezzeno, il rifugio Alpe Corte, il pizzo Arera e i 2.153 metri dei Tre Pizzi con il vicino rifugio-bivacco sorto grazie alla collaborazione tra Isola di Fondra e Roncobello.

Recentemente il Comune di Roncobello ha concluso l’asfaltatura degli ultimi 700 metri della strada finita al centro delle chiacchiere. Un lavoro da 85mila euro per il quale è stato acceso un mutuo “che, a questo punto – spiega ancora Milesi –, contiamo di pagare con i soldi raccolti dal pedaggio”.

L’inedita tassa, però, non sarà estesa proprio a tutti: sono infatti esentati i residenti di Roncobello, i titolari degli alpeggi a Mezzeno, i gestori dei rifugi Laghi Gemelli e Tre Pizzi e tutti i disabili. Sul rispetto dei pagamenti vigilerà la polizia locale del paese e sono già state annunciate pesanti sanzioni per i trasgressori che saranno beccati a fare i furbi.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Montanara

    Mi sembra una cosa molto buona
    I turisti in montagna non spendono niente per usufruire dei percorsi in auto e a piedi e in cambio hanno tanti vantaggi.
    Lo disco da turista e montanara, appassionata di montagna.
    So bene che la gita domenicale costa solo il prezzo del carburante e ai comuni non rende niente.
    Si pagano le autostrade molto profumatamente, chi si lamenta per i 3 euro lo fa per partito preso.
    Se decidessi di andare alle baite di Mezzeno non sarebbero certo i 3 euro a farmi cambiare idea, sia che si sia in 1 o in 4 .
    Benfatto al comune di Roncobello. Montanara

    1. Scritto da tex

      giusto, io auscpicherei un pedaggio per entrare in bergamo, sono stanco di respirare l’inquinamento dei pendolari, inoltre per colpa dei pendolari che entrano in bergamo devo pagare l’asfaltatura, inoltre, sempre per colpa dei pendolari che vanno allo stadio, devo pagare i vigili, ambulanze ………praticamente il mio comune deve sobbarcarsi spese per i pendolari e questi sono solo acuni esempi

      1. Scritto da sleghista

        Ricordiamoci che siamo i più tartassati d’Europa ,e di balzelli ulteriori non ne abbiamo bisogno. Da quando governa in provincia (i resti della lega) abbiamo una viabilità da brivido ,erbacce che coprono segnaletiche e buche ovunque ,persino le gare ciclistiche si trasferiscono altrove.Cacciamo al più presto possibile pirovano e il resto della banda.

    2. Scritto da daniele

      Se decidessi di andare alle baite di Mezzeno non sarebbero certo i 3 euro a farmi cambiare idea, sia che si sia in 1 o in 4 ma neanche i 700 metri di strada asfatati in piu.Poteva benissimo risparmiare 85 mila euro il sidaco.

  2. Scritto da MAURIZIO

    Al truffandino project financing si aggiungono questi esempi. Il fallimento della pubblica amministr. italiana costringe la gente a pagare due volte le cose. Prima con le tasse e poi con i pedaggi. Amministratori della Val Brembana la colpa è tutta vostra. Non ha senso mantenere 18 comuni nell’alta valle. Andrebbero tutti accorpati in un unico comune capofila fortemente informatizzato. Questo è solo un piccolo esempio per ottenere risparmi veri. Il vostro campanilismo e la vostra ideologia ottocentesca ci impedisce di entrare nel XXI secolo. Con voi, in Val Brembana il turismo non diventerà mai una vera industria.

    1. Scritto da ex elettore

      Parole sante, la cosa piu ridicola è giustificare il pedaggio per la salvaguardia ambientale, se paghi l’ambiente si preserva c’è meno inquinamento c’è meno rumore? Ridicoli.
      Posti di lavoro 0, giovani 0 questa è la Valle Brembana…….

  3. Scritto da gigi

    meglio, so dove non andare, spero che quei comuni chiudano tutti i negozi e le attività e che cosi si svotino

  4. Scritto da me...doni

    Propongo un casello pedaggio inizio fine paese di ogni comune di tutta Italia…..ITALIA VERGOGNA, amministratori VERGOGNA

    1. Scritto da gigi

      guarda che per vergognarsi bisogna avere una coscienza, e credi chi i nostri politici, fatti alla mano l’abbiano ?

      1. Scritto da diversamenteabile

        contare sempre fino a 100 e poi ancora ma se le ritiene di essere migliore di questi signori perchè non si propone come alternativa allo sfascio e al degrado che abbiamo lei nei suoi post continua a ribadire che tutto dovrebbe essere a carico del governo cioè della collettività
        non lo sono ma diciamo che tutti siano concordi su questo fatto ma il governo che dovrebbe pagare queste strade i soldi dove li prenderebbe ci illumini con argomentazione seria grazie

  5. Scritto da Michele F.

    Complimenti! Sarebbe stato molto più lungimirante costruire un servizio bus navetta, a 2€ spiegando le giuste ragioni “ambientali” e tutti avrebbero capito (da anni fanno queste cose in località ben più blasonate e nessuno dice niente). Così invece si vuole solo far cassa per sistemare le strade

  6. Scritto da El Zoro

    Abbiamo fatto molti passi in avanti, ehhh ??!!
    Siamo : TORNATI AL MEDIO EVO ………..

  7. Scritto da perplesso

    la trovo la classica buffonata,altro modo per fare soldi.auspicherei allora che tutti i paesi della bergamasca adottassero tale tassa,della serie:perchè roncobello si e zogno no?ogni paese con casello,sai che spasso?

  8. Scritto da Ba.....

    Altro che federalismo siamo ai feudi…..e poi ci si chiede del perchè la Valle Brembana è morta.

  9. Scritto da oscar

    troppo poco, almeno 5

  10. Scritto da oscar

    e vietare certi tratti alle auto private, l’idea una navetta non è niente male

  11. Scritto da PIERO

    io farei un tesserino annuale x caccia funghi pesca e turismo 500€ annui .una favola.! ridicoli

  12. Scritto da Formica

    Voglio vedere come fanno a far Pagare il pedaggio meglio sarebbe far pagare il parcheggio con la possibilita’ di deposito rifiuti. Cosi’ il rischio e’ che il costo sia piu’ alto del riscosso. Dilettanti allo sbaraglio

  13. Scritto da gino

    Consiglio spassionato a tutti gli amministratori: cambiate sistema, nessun pedaggio ma fatte pagare il parcheggio che oramai è un balzello che è entrato nel nostro dna, lo paghiamo senza fiatare ma sopratutto senza fare polemiche gratuite. Stesse tariffe cittadine, 1,40 euro l’ora per una media di 5/6 ore fanno ben 7/8,40 euro contro i 2 del pedaggio. Oppure sono d’accordo con Oscar, almeno 5!

  14. Scritto da franco.averara

    RIDICOLO …. ma sono amministratori?

  15. Scritto da H724

    Negli anni futuri verificheremo se i soldi incassati verranno effettivamente utilizzati per il mantenimento e la cura della strada. come dichiarato dall’amministrazione, oppure se li spenderanno per qualcos’altro. Andremo a chiedere le delibere istitutive e verificheremo entrate e uscite registrate annualmente..
    Poi se qualcuno sbaglia … pagherà …..
    E’ finito il tempo dei furbetti …..

    1. Scritto da gigi

      ……negli anni futuri ? ma dove vivi controlleremo come vengono usati i soldi ? chiederemo, faremo , ? ma sin’ora cosa hai fatto ? hai sempre approvato e controllato tutto o ti sei svegliato solo per questa buffonata ? cmq il risultato ? spero che il paesello si isoli e scompaia del tutto, cosi avrete la tanto desiderata calma e tranquillità !!

      1. Scritto da H724

        Egregi Sig. Gigi lei sta prendendo un granchio… Io non sono residente a Roncobello e non ho alcun legame con il paese in questione … pertanto non tocca a me controllare la vita amministrativa di quel paese ..
        Però visto che il balzello, posto in essere da quel paese, tocca anche le mie tasche ritengo di avere il diritto in futuro di chiedere spiegazioni….
        La invito a fare altrettanto nel caso in cui si senta danneggiato dal provvedimento in parola …

  16. Scritto da Sère

    Citaz. dal film “Non ci resta che piangere”: < > Detta così, resta poco da aggiungere se non che: se il vigile costa attorno ai 24Euro/ora, le prime dodici macchine servono a pagare questo, dalla tredicesima il Comune inizia a lucrare, supponendo zero i costi x segnaletica, biglietti e sistemi di vendita. Se poi i vigili fossero due… Ma quanta gente ci va a Roncobello? IO: MAI STATO; ma la curiosità di vedere questo paese di Gioppini mi invoglia a far visita. Parlando seriamente: E’ BUONA L’IDEA DEL PAGARE PER L’AREA DI SOSTA ATTREZZATA (magari con fontanella, porticato, panchina e raccolta rifiuti). Il turista va coccolato, solo poi va TOSATO!

  17. Scritto da costumino

    andiamo al mare, spiaggia libera ! pagare per la strada, siamo tornati al medioevo, non ci posso credere.
    posso pagare in euro o devo cambiare in fiorini ?
    il turismo in montagna è già morto da tempo, seppelliamolo definitivamente.

    1. Scritto da diversamenteabile

      beh se tutti i soldi vanno a ROMA con il patto di stabilità da qualche parte questi soldi si devono trovare.
      ma quardi che in europa esiste gia da parecchi anni la tassa di soggiorno nessuno si lamenta
      ovvio non hanno tutte le ricorrenze che abbiamo noi con il nostro NAPOLITANO non ne perde una il 150esimo uitàITALIA è passato stà gia arivando il 151esimo e la festa della finanza e tutte le altre e caro lettore COSTUMINO chi paga? preferisco pagare per un’opera nostra che rimane sul territorio nostro e serve a noi non la festa dei finanzieri poi dicono 100cò 100 crape 100 cùi 200 ciape
      lei presumo sappia che la mamma di chi sappiamo è sempre gravida buona serata

  18. Scritto da Libero

    E’ ua buona idea, suggerirò alla nostra amministrazione di introdurre un ecopass per tutti coloro che dalla valle Brembana scendono per lavorare a Bergamo, il soldi raccolti serviranno per le asfaltature…. o forse no.

    1. Scritto da barac

      Perfettamente d’accordo con Libero!

  19. Scritto da pippo

    i 2 euri ci posso anche stare se fossero utilizzati bene, ma ridicole le motivazioni “ecologiche” visto che si vocifera di una strada che passa dal Branchino per andare in Valcanale!….

  20. Scritto da barac

    Queste iniziative mi fanno venire da ridere!!!!…..e poi si lamentano che non ci sono turisti e bisogna incentivare il turismo nelle valli !!! I turisti fanno bene a scegliere altre mete…non ve li meritate!

  21. Scritto da Emma

    Dai commenti che leggo sembra che nessuno dei commentatori sia mai stato sulle splendide montagne dell’Austria o della Germania, o Svizzera, dove le strade più panoramiche e difficile hanno tratti a pagamento. E nessuno si lamenta perché se vogliamo strade a 2000 metri e ben curate, dobbiamo pagarle! E da Capovalle a Mezzeno si può ben andare a piedi!!! Altrimenti uno che ci va a fare in montagna?

  22. Scritto da Giovanni

    I lavori per la sistemazione delle strade noi Lavoratori dipendenti li paghiamo gia’ con le tasse che ci trattengono dalle buste paga.Vorra’ dire che non passero’ mai piu’ dalle parti di Roncobello.

  23. Scritto da alessandro

    E’ dal 74 che bazzico per quei luoghi ma non ho mai soggiornato , devo dire che le cose sono sempre peggiorate , quella ferita nel bosco visibile dal satellite ha fatto contenti gli ambientalisti ? E’ una bariere tagliafuoco o un’offesa alla valle stessa ? Poi il permesso per i funghi , esosi , manco il mensile , ora la strada a pedaggio , potevate lasciare lo sterrato , quello si che era un deterrente per molti automobilisti che rinunciavano , e le moto su per i boschi , che ci fanno e chi le controlla , c’è qualche cosa che non quadra …. facciamo solo cassa , abbiate il coraggio di ammetterlo , il resto non vi importa , fate pagare anche l’aria fresca tanto siamo abituati alle gabelle .

  24. Scritto da alessandro

    Vergogna , tremenda vergogna