BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bergamaschi e Nazionale, “C’è solo l’Atalanta, l’Italia non dà emozioni”

Atalantino e tifoso della Nazionale italiana, ruoli compatibili? Il dibattito si è acceso sul sito atalantini.com, punto di riferimento dei sostenitori nerazzurri. Dai commenti si può notare come i tifosi siano quasi tutti completamente indifferenti nei confronti degli Azzurri.

Più informazioni su

Atalantino e tifoso della Nazionale italiana, ruoli compatibili? Il dibattito si è acceso sul sito atalantini.com, punto di riferimento dei sostenitori nerazzurri. Dai commenti si può notare come i tifosi siano quasi tutti completamente indifferenti nei confronti degli Azzurri. Quello che conta, che dà le vere emozioni, è l’Atalanta. Ecco la lettera da cui si è scatenato il dibattito.

L’Italia, sia pure a fatica e con molta sofferenza, si è qualificata per i quarti di finale del Campionato Europeo di calcio ed è entrata quindi tra le prime otto squadre continentali: un’impresa non da poco, considerando che in questo momento il nostro calcio non sta esprimendo giocatori di qualità media tali da permetterci di sognare traguardi importanti. Poi è vero che nel calcio tutto può succedere, in particolare in un torneo breve dove conta molto la condizione psico-fisica che un gruppo di atleti riesce ad ottimizzare nell’arco di due/tre settimane, ma oggi come oggi già l’aver superato il girone di qualificazione mi sembra un buon risultato di cui Prandelli può andare giustamente orgoglioso. Al di là di queste considerazioni, mi piacerebbe però aprire un piccolo dibattito tra gli amici del sito sul tema: “Perché alcuni bergamaschi tifano contro la Nazionale?”. Premetto che non nutro particolari simpatie per alcuni degli azzurri, ma quando giocano per l’Italia cerco di dimenticare atteggiamenti sicuramente un po’ discutibili e penso che ci rappresentino e scendano in campo per tutti noi. Il tifo per la Nazionale poi non si interseca minimamente con quello per l’Atalanta: sono su due piani diversi che si possono incrociare solo nel momento in cui un atalantino indossasse la maglia azzurra, ma questo purtroppo accade raramente. Nella nostra realtà inoltre è giustamente molto diffusa l’esecrazione per i bergamaschi che snobbano l’Atalanta (quanti esempi ci sono stati anche recentemente!) e per quelli che tifano per altre squadre. Bene, non ho esitazioni a sostenere che un atalantino che snobba e disprezza la Nazionale o che addirittura tifa contro si comporta esattamente come un bergamasco che snobba la nostra meravigliosa realtà o che tifa per la Juventus, l’Inter o il Milan. Possiamo e dobbiamo essere bergamaschi che amano visceralmente l’Atalanta e che sostengono con passione la squadra di Prandelli. Il calcio, che rappresenta una delle nostre ragioni di vita, ci può e ci deve far gioire ed emozionare su entrambi i fronti.

Nerazzurrodoc

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da LUCA

    COME ON ENGLAND!!!
    BERGAMO NAZIONE!!!

    1. Scritto da Illusion ah ah...

      Sapesse come ci considerano gli Inglesi, secondo me, smorzerebbe un tantino i suoi entusiasmi filobritannici: per loro, noi Italiani siamo tutti terroni, indistintamente, dalla val Venosta a quella del Belice. Altro che Bergamo nazione…

      1. Scritto da Luca

        La considerazione degli inglesi verso l’Italia e’ di sicuro migliore di quella che ho io nei confronti di questo schifo di paese!!!

  2. Scritto da nino cortesi

    Ora si parla di nazionale e poi si parlerà di Atalanta. La nostra è una nazionale con parecchi problemi, se vince la finale vuol dire che quest’anno tutte le nazionali erano di secondo livello. In mezzo al campo sono bolsi. Manca Nocerino. I terzini della difesa sono di secondo livello. Davanti basta una punta ma spalleggiato da Giovinco. Poche speranze anche se ci sarà l’esplosione di Balotelli.

  3. Scritto da anacleto

    La maggior parte dei nerds-atalantini.com dice così ma poi appena l’italia va in finale… tutti in centro a sventolare il bandierone e a buttarsi nelle fontane. E’ un classico. Sono gli stessi che sfilavano per Doni.

    1. Scritto da pier solo atalanta

      che duro dietro la tastiera.
      chissa se saresti un leone anche in piazza.

      1. Scritto da rocco

        pure gli sbruffoni da tastiera ci sono LOL purtroppo l’atalanta si trova questi tifosi qua poverina ;_;

    2. Scritto da simona

      Anacleto, un uomo, un saggio…..della serie CHI non ha peccato, scagli la prima pietra….ahaha saputello!

  4. Scritto da Stefano

    ma almeno nel tifo, si può essere liberi? Per gli atalantini no evidentemente, considerati i pestaggi agli interisti e juventini! Razzismo sportivo!

  5. Scritto da Mario

    Prima viene l’Atalanta e poi la Nazionale. Non c’è da meravigliarsi se poi nel caso di un successo la città si riempisse di gente festante.Il pallone suscita ancora qualche emozione.

  6. Scritto da andrea

    Luglio 2006…. citta’ piena e festante per la vittoria della nazionale ai mondiali in Germania… poi c’e’ sempre chi va controcorrente o chi non vuole condividere con altri la propria passione per uno sport…e cmq vedrete…se magare ghe sara’ de fa burdel.. i riera’ tucccc!!!

  7. Scritto da Carlo Salvioni

    Sono un vecchio tifoso atalantino, ma per me la nazionale è tutt’altra cosa. Rappresenta ( lo so che c’è della retorica) l’Italia, che ha mille difetti, ma è il mio paese. Dal punto di vista meramente sportivo poi non si possono fare paragoni : quattro titoli mondiali e un europeo contro una modesta coppa Italia de 1963!

    1. Scritto da Tifoso azzurro

      E una medaglia d’oro alle Olimpiadi del 1936 … Ma come si fa a paragonare una squadra di Club a una Nazionale? Solo nel calcio si propongono simili scemenze … e scemo pure io a rispondere!

  8. Scritto da pullko

    Solo Atalanta??? Bisogna essere scemi bene al mondo, eh?

  9. Scritto da Bergamasco

    da Bergamasco mi dissocio da quanto scritto nell’articolo! Tifo Italia e la tiferò sempre! Meglio di tutti gli scandali che si sentono in campionato! Altro che togliere i punti…a zappare la terra! O meglio come diceva la bandiera che ha voltato le spalle “IL BEPI” sòla tèrà i ga mèt zo al parquet…già con i soldi delle scommesse!

    1. Scritto da Reginalda

      Il Bepi non è mai stato la bandiera di nessuno, tantomeno di una squadra di pallone. E’ e resta tifoso dell’Atalanta ma non si vuole mischiare con certi personaggi che anche qui si vedono e che scrivono cose da alieni.
      L’Atalanta è una squadra che gioca al pallone, non è una fede o un dio. Chi lo pensa credo abbia qualche problema di scala di valori.
      Questi non li scalfisce nemmeno lo scandalo scommesse, le partite truccate, ecc. Atalanta e solo Atalanta. Oppure, peggio ancora, “bisogna tifare Italia”.
      Il calcio deve restare un gioco con la palla, come le bocce, il biliardo o il ping pong e non l’oppio del popolo bue come lo è adesso.

      1. Scritto da silvano

        cara reginalda il Bepi detto da lui all’epoca è tornato allo stadio dopo parecchi anni guarda caso quando faceva spettacoli anche grazie alle feste atalantine e si è tirato fuori quando ha perso concerti fuori provincia xchèveniva associato all’atalanta..altro che tifoso……

      2. Scritto da paolo p

        Come la tua fede non è scalfita da pedofili, arraffoni corrotti, gente che vive nella riccchezza e predica povertà.. guarda che son ben più grandi certi scandali.

        1. Scritto da Bergamasco

          a me il calcio non interessa proprio! ho altri valori nelal vita! Mica la dea o la magica..

  10. Scritto da Aladin

    La nazionale dei mondiali del ’78 e dell’82 mi diede sensazioni paragonabili a quelle di una grande impresa della Dea, ma bisogna capire che la Dea è parte della famiglia del bergamasco, quindi anche quando va male le siamo vicini e la sosteniamo “contro tutti”. Non la metterei in politica dicendo che per forza la nazionale deve esprimere tutti i mali dei nostri politici, anche se non vedo affinità tra un Bonucci o un Buffon e un galantuomo come Prandelli, il quale invece anche quest’anno mi motiva a tifare Italia (tra l’altro possiamo di nuovo gridare liberamente ForzaItalia…)

  11. Scritto da H724

    Voglio vedere cosa succede a Bergamo nel caso in cui la Nazionale approdi alla finale …
    Coerenza per favore …

    1. Scritto da MM

      succederà che gente che non ha mai messo piedi in uno stadio riempirà le strade

      1. Scritto da paolo p

        esatto, e questo non centra con l’Atalanta.. ma l’articolo è chiaramente fazioso, o meglio strumentalizzato visto che..è stato preso da un sito di tifosi atalantini e qui è diventata una questione politica, invece che di puro tifo calcistico. Che vinca l’Italia fa piacere, ma veder giocare l’Atalanta a me da emozioni, che ci posso fà.. La “fede” calcistica non rispecchia il territorio altrimenti a BG tutti Atalanta, a Milano solo Inter e Milan, ecc..

  12. Scritto da per teo

    “…senza partita cosa rimane nella vita”. Questa affermazione e’ di una tristezza ragazzi abbiamo toccato il fondo.

  13. Scritto da melu87

    tifo sfegatato per entrambe.. anche se ad onor del vero ci rimango male(ma solo per qualche minuto) di più se perde l’Atalanta…

  14. Scritto da Luporobico

    Ognuno è libero di tifare quello che vuole……si tifa quello che ci da emozioni,nessuno può imporci cosa ci emoziona o cosa no…
    La nazionale a me è totalmente indifferente.

    1. Scritto da Guido

      Magari ti emozioneranno le partite della rappresentativa della “Padania”??????????

      1. Scritto da 081

        in un bel quadrangolare Padania/Tanzania/Albania/Cipro

  15. Scritto da 1907/b

    certo meglio l’emozione del -6, un capitano radiato ed altri giocatori che imbrogliano i tifosi

    1. Scritto da reds65

      ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah … 1907/b continua a rosicare

      1. Scritto da Carlo

        certo è un fatto che si è scoperta una squadra con parecchi giocatori “truffaldini” (per usare un termine leggero); ma si sà “l’ignoranza chiude gli occhi anche alle talpe” e allora….forza atalanta !!

        1. Scritto da Luca

          Come dici??… Con parecchi giocatori truffaldini??? Ahhh ok… parlavi dell’albinoleffe

          1. Scritto da Carlo

            ..parlavo delle squadre di calcio bergamasche in generale…ce n’è per tutti i gusti….mai vista tanta porcheria tutta in una unica provincia…

  16. Scritto da L76BG

    Almeno la tessera dello stadio posso strapparla o decidere di non rinnovarla.. a differenza della politica, della benzina e delle tasse.. La differenza è che qualcosa mi viene imposto altro lo scelgo, e se permettete per lo svago (perchè tale è) spero di aver ancora la libertà di scegliere..a differenza di quanto soppra detto

  17. Scritto da TEO

    Purtroppo la squadra del cuore conta più di ogni cosa. Il lavoro va male, a scuola rischio la bocciatura, il governa aumenta le tasse e la benzina, la famiglia fatica ad andare avanti: SCEMENZE. La mia squadra del cuore va male: allora si sono dolori. Quando dico che molti anni fa ho stracciato la tessera dell’Atalanta che avevo (ma vale per qualsiasi squadra) perchè mi son sentito preso in giro da giocatori che fingevano di giocare, dall’arbitro che non ha visto un rigore che l’aveva visto anche il venditore di bandierine fuori dallo stadio mi sento rispondere: “MA SE MI TOGLI LA PARTITA DELLA DOMENICA COSA MI RIMANE NELLA VITA”. Un brivido freddo mi corre lungo la schiena