BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

“Solito cliché bergamasco” Il Vava rifiuta l’ospitata da Maria De Filippi video

Dopo Fiorello, anche Maria De Filippi avrebbe voluto il Vava, esilarante doppiatore bergamasco, in una sua trasmissione. Milioni di spettatori, un’occasione imperdibile per qualsiasi show man. Invece il Vava ha rifiutato.

Dopo Fiorello, anche Maria De Filippi avrebbe voluto il Vava, esilarante doppiatore bergamasco, in una sua trasmissione. Un autore di “C’è posta per te” ha chiamato Daniele Vavassori per concordare una comparsata durante una puntata della prossima stagione: milioni di spettatori, un’occasione imperdibile per qualsiasi show man. Invece il Vava ha rifiutato. “Avrei dovuto fare un minuto del solito cliché bergamasco a base di mattoni e polenta, per intrattenere il vip di turno – scrive sul suo profilo -. Disprezzo le strumentalizzazioni e l’utilizzo dei fenomeni da baraccone per fare spettacolo…go dicc dè sircà ergü d’oter! A me la televisione piaceva quando erano i professionisti a farla”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Pintogroupb

    Caro il mio Vava, ok sulla motivazione e le strumentalizzazioni ma Fiorello al momento è il nr. 1 indiscusso della televisione italiana, mentre Maria nonostante una trasmissione discutibile (uomini e donne) è però senza ombra di dubbio una gran conoscitrice del mondo della televisione, non a casa ha in mano il sabato sera Mediaset da settembre e giugno e con risultati invidiabili.
    Insomma, libero di fare quello che credi sia giusto, ma la considerazione sui professionisti te la potevi anche evitare.

    1. Scritto da gino

      la Signora Maria De Filippi negli anni 80 era una anonima impiegata di Mediaset, conosciuto Costanzo Maurizio si e’ trovata catapultata improvvisamente a conduttrice di vari programmi, non conoscendo percio’ il significato della parola gavetta. Condivido pertanto il pensiero del Vava, la considerazione professionale sulle persone di tv andrebbe fatta a parita’ di opportunita’ , senza aiutini e raccomandazioni varie

    2. Scritto da Vava

      Fiorello è un figo e sarei stato onorato di partecipare alla sua trasmissione. Mi ha chiesto di fare un lavoro per lui che ho fatto molto volentieri.
      L’altra faccenda è ben diversa. Semplicemente non mi andava di svuotare tutto quello che faccio per 1 minuto di gloria…
      Mi piace fare qualcosa quando posso dire la mia.
      Si può dire ancora di no? Penso di sì.

      1. Scritto da Samuele

        Bravo! Concordo pienamente, quello che fai va compreso anche se in una zona più limitata, almeno ti capiscono. Già quando si parla di noi bergamaschi ci sfottono perché siamo lavoratori duri di comprendonio. E se poi, come dici giustamente tu, per un minuto di pubblicità in tutta Italia, va a finire che quanto hai fatto finora si perde. Bravo, continua così, mantieni alto il nostro onore orobico. A noi basta così!!!

      2. Scritto da santo de potranga

        Semplicemente grande!
        Solo il fatto di riuscire a dire di no per non sminuire la tua voglia di fare, é sinonimo di attaccamento alla nostra terra bergamasca e quindi pensando bene benvenuto fra i “terroni” amanti della propria terra di origine. Attraverso una conoscente so egnit a saì che a te la politica la tà ‘nteresa mia, quindi spöl gna pensà che a te refüdat per chel.
        BRAVO DUE VOLTE.

  2. Scritto da Giovanni

    Brao, i giupinade a noter i ga pias mia…

  3. Scritto da Luporobico

    Questa cosa ti fa onore.
    Perchè prestarsi al solito teatrino della televisione italiota a trazione romano-meridionale?

  4. Scritto da Simo

    Valorizziamo chi va valorizzato! bravo.

  5. Scritto da abramo

    sinceramente vava ….brao!!!!! non sò, ma certi spettaccolini della televisione fanno fatica a reggere un confronto con un semplice spettacolo da fine anno scolastico o da oratorio, se poi paragoniamo i costi…..

  6. Scritto da A.z. Bg

    Bravissimo!!!

  7. Scritto da Borghe

    Grande VAVA!,
    si è liberi di scegliere no? Lui ha scelto e ha fatto la scelta migliore. Perchè “snaturarsi” e rinuciare a quello che si fà con piacere e passione, SOLO per andare a fare la marionetta per “eseguire” quello che gli altri ti impongono?!?!?
    Per me il VAVA è Artista TANTO quanto quelli che si vedono n TV e quindi è giusto che fà i suoi pezzi e “non si venda” agli altri per fare ciò che gli dicono.
    Se la De Filippi apprezzava il VAVA, gli avrebbe fatto fare uno dei suoi pezzi …e non l’avrebbe chiamato solo per fare il pagliaccio/comparsa da TV usandolo per 5 minuti e rimettendolo poi via, a suo uso e consumo (come fà con tutti i suoi “talenti”).

  8. Scritto da Il Conte

    Un grazie al Vava da parte dei Bergamaschi!
    La televisione italiana è ancora ferma allo stereotipo del bergamasco muratore, sempliciotto e semianalfabeta. E’ un’immagine nata negli anni del boom a causa della forte affluenza a Milano di mratori dalla Bergamasca (sia chiaro perchè i milanesi e i meridionali giravano i cacciaviti in fabbrica). Proporre la macchietta del muratore bergamasco nel 2012 denota la pochezza di idee degli autori televisivi.
    Speriamo che il gesto del Vava dia un messaggio ai creatori dei programmi tv, sperando che la smettano di propinarci simile sbobba.

  9. Scritto da piero66

    Grande Vava… se prima farti pubblicità era un piacere, ora diventa OBBLIGO!!!! continua così!!

  10. Scritto da tempus fugit...

    Bravo, Dani (io ti chiamo così, lo sai!). Bacio e in bocca al lupo dalla tua “amica” tempus fugit :)

  11. Scritto da Andrea Lazzarini

    Ha fatto benissimo!

  12. Scritto da Federica

    Finalmente c’è qualcuno che difende la propria professionalità!
    evidentemente bisogna averla per farlo.
    non condivido i commenti relativi “l’onore bergamasco”
    mi sembra che chi li ha scritti non abbia compreso la maotivazione
    del rifiuto.
    complimenti un vero artista

  13. Scritto da 081

    C’è qualche volontario che vuol creare una pagina di Wikipedia su Daniele Vavassori…???

    1. Scritto da reds65

      tempo perso, tutti sanno che i veri artisti stanno solo a Napoli !!!
      IAMME IAMME IAMME IAMME IA…

      1. Scritto da 081

        Chi ha scritto questo? Il solito attacare…tipico. Ho solo lasciato intendere che sarebbe interresante saperne qualcosa di più che non sia il sito ufficiale dell’artista…USSIGNUR che permalosità!!!

  14. Scritto da Lvca

    Bravo Vava, complimenti due volte, la prima per aver tutelato l’immagine di noi bergamaschi contro una televisione che ormai si nutre solo di stereotipi e macchiette. (che poi sapessero la grave situazione dell’edilizia nella bergamasca oggi ci sarebbe poco da ridere).
    Sopratutto complimenti perche’ hai saputo dire no in un epoca in cui pur di apparire qualche secondo in tv c’e’ gente disposta a svendere pure la propria dignita’ la tv ne e’ piena. Grazie Vava

  15. Scritto da misteri

    Famoso sul web per doppiaggi in bergamsco sui piu’ variegati temi (flatulenze, mal di pancia, puntate alla ritirata, mangiare e bere e poi andare, etc) viene invitato in tv per fare la solita macchietta bergamasca, invece che piu’ raffinati intermezzi comici. Mistero.

  16. Scritto da Mirko

    Non esageriamo..pagine di Wikipedia…su su…un po’ di serietà.

  17. Scritto da dadasdaasdasddas#

    In televisione non si può dire quello che si pensa, ma quello che ti dicono gli autori…vale per i comici, per presentatori e per tutti quanti. Non si può pretendere di andare in tv per la prima volta e dire quello che vuoi

  18. Scritto da Mafy

    Per chi attacca i bergamaschi……..se noi “sempliciotti ignoranti e polentoni” non ci fossimo fatti …, il sud adesso sarebbe una landa desolata!