BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Incubo “biscotto” come 8 anni fa: L’Italia si qualifica se…

L’ombra del pareggio accordato tra Spagna e Croazia si allunga minacciosa sull’Europeo della Nazionale di Prandelli. Ecco tutte le possibili combinazioni che permetterebbero agli azzurri di passare il turno e raggiungere i quarti.

Più informazioni su

Otto anni dopo l’ombra del biscotto si allunga minacciosa sull’Europeo azzurro, esattamente come era accaduto nel 2004 ai tempi di Trapattoni. Allora fu tra Danimarca e Svezia, questa volta potrebbe essere tra Spagna e Croazia. A farne le spese oggi come allora sarebbe la nazionale italiana. In caso di arrivo di due o più squadre a pari punti, per determinare l’ordine di classifica il regolamento della manifestazione prevede come prima discriminante il ricorso alla classifica avulsa, poi si deve considerare la differenza reti nella classifica avulsa e quindi il maggior numero di reti segnate sempre in questo ambito.

In caso di parità persistente si ricorre prima alla differenza reti e poi al maggior numero di reti segnate nella fase a girone. Ultima discriminante è il ranking Uefa. Ma vediamo cosa può succedere lunedì sera nelle due partite della 3a giornata del girone eliminatorio. Croazia batte Spagna I croati si qualificano ai quarti di finale come primi in classifica. Se l’Italia batte l’Irlanda accede alla fase successiva come seconda in classifica altrimenti è eliminata ed è la Spagna ad andare avanti. Spagna batte Croazia Gli spagnoli si qualificano ai quarti di finale come primi in classifica. La situazione ricalca la precedente: se l’Italia batte l’Irlanda accede alla fase successiva come seconda in classifica altrimenti è eliminata ed è la Croazia ad andare ad andare avanti. Pari tra Croazia e Spagna – Se l’Italia non batte l’Irlanda è fuori Spagna e Croazia accedono ai quarti come prima e seconda del girone, la differenza reti premia gli spagnoli. – Se l’Italia batte l’Irlanda Croazia, Spagna ed Italia si trovano a pari punti a quota 5 e decide la classifica avulsa.

Se Croazia-Spagna finisce 0-0 passano l’Italia (come prima) che ha segnato due reti negli scontri diretti (le altre due squadre uno) e la Spagna che vanta una migliore differenza reti nel girone rispetto alla Croazia. Se Croazia-Spagna finisce 1-1, l’Italia (se batte l’Irlanda con almeno tre reti di scarto o da 4-2 in su) passa insieme alla Spagna. Azzurri qualificati anche vincendo per 3-1 (lo stesso punteggio ottenuto dalla squadra di Bilic contro quella di Trapattoni) perché quarti nel ranking Uefa mentre la Croazia è dietro.

Se Croazia-Spagna finisce 2-2, 3-3 ecc. passano Spagna e Croazia perché a parità di punti e di differenza reti, hanno segnato più reti negli scontri diretti rispetto alla squadra di Prandelli. E proprio in seguito allo 0-4 subito dalla squadra di Trapattoni, il peggior punteggio di sempre dell’Irlanda in una fase finale di una manifestazione, c’è il primo verdetto: l’Irlanda è eliminata. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da marco

    Spagna e Croazia faranno il biscotto perche’ sono peggio di noi…anche gli scandinavi facevano i corretti e gli sportivi per poi rivelarsi peggiori…non e’ vero che se fanno il biscotto noi comunque meritiamo di uscire perche’ le partite del girone sono 3 e merita chi le vince sul campo…non seduto a tavolino…vergogna Spagna..il tuo mega debito lo paghera’ la Croazia…ahah..così vediamo se le vostre banche riusciranno ancora a finanziare senza limiti i vostri squadroni…

    1. Scritto da me...doni

      Bello il tuo sarcasmo, Spagna sta per Italia no?

  2. Scritto da gigi

    certo che detto da calciatori italiani, alle prese con non pochi problemi di giustizia sportiva, fa un pò ridere.ma probabilmente la loro paura non ispirata ad un desiderio di lealtà e correttezza sportiva ma solo di tornaconto personale

  3. Scritto da mario59

    mah…sempre a dover sperare nel risultato degli altri per passare il turno…se la nostra Nazionale di calcio non è all’altezza della situazione…meglio essere eliminati e iniziare a pensare di presentarsi meglio ai prossimi mondiali tra due anni.
    Comunque con tutti i soldi che guadagnano, ridursi a un pareggio per 1 a 1 con la Croazia… fa ampiamente capire che i quattrini che gli danno sono troppi e immeritati.

  4. Scritto da gino

    bene han fatto i Croati ad affermare “da quale pulpito”, in fatto di inciuci, pastette e scommesse vari non siamo seconDoni a nessuno…

  5. Scritto da Ba.....

    Di questi europei ci si ricorderà solo di checche paone e pastette….

  6. Scritto da Sergio-Svizzera

    Ha scritto G.B. Shaw che il peggior castigo per i bugiardi non è quello di non essere creduti, ma quello di non poter credere a nessuno.Questo vale anche per i corrotti e gli intrallazzatori, incapaci anche solo di immaginare che al mondo possano esserci persone per bene, dei galantuomini che i biscotti non li fanno sul rettangolo di gioco ma se li mangiano a colazione.

  7. Scritto da cittadino

    ma che biscotto e biscotto, se si vincono le partite non si temono i biscotti. Se si è mediocri si dà la colpa ai biscotti.

    1. Scritto da ANTONIO

      Finalmente qualcuno che ragiona!

    2. Scritto da Michele

      PAROLE SANTE …. PAROLE SANTE
      Quanto ci piace fare le vittime a noi Italiani !!
      Ci dobbiamo sempre far ridere dietro da tutti !!

  8. Scritto da Pota

    Ma non è stato lo stesso Buffon ha dire che è meglio 2 feriti che un morto ??